Mascherine, non è un addio. In questi luoghi sono ancora obbligatorie e rischi la multa

Cambiano le regole sulla mascherina chirurgica e FFP2 a partire dal 1° ottobre, non si tratta però di un addio, o almeno non per tutti. In questi posti dovrai indossarla altrimenti rischi di essere sanzionato.

Image

Le mascherine sono il presidio medico che ci ha accompagnato fin dall'inizio della pandemia da Covid-19. La loro obbligatorietà a scuola, al lavoro, sui mezzi di trasporto pubblico e negli ospedali sta per terminare. Il 1° ottobre cambiano le regole e potremo dire addio alle tanto odiate mascherine FFP2 o chirurgiche. Non per tutti però. C’è da fare attenzione perché in alcuni lunghi l'obbligo resta e come e chi non si adegua potrebbe essere ammonito dalle autorità pubbliche, richiamato e, nei casi peggiori, multato.

Questo per proteggere i soggetti fragili, gli anziani, i malati e gli immunodepressi. Infatti nonostante la fine dell'obbligo sui mezzi pubblici, il numero di positivi al Covid-19 è in salita e la campagna vaccinale per la quarta dose stenta a partire.

Dove è ancora obbligatoria la mascherina e chi deve indossarla

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato quello che probabilmente sarà l'ultimo decreto del suo mandato. Con esso si dice addio alla mascherina FFP2 in molti luoghi pubblici. Alcuni soggetti però dovranno ancora indossarla e rispettare le altre misure contro il contagio, quindi il distanziamento e l'igienizzazione delle mani.

In particolare dal 1° ottobre le mascherine restano obbligatorie e si dovranno indossare:

  • negli ospedali;
  • nelle strutture riabilitative;
  • nella RSA nella case di riposo per anziani;
  • strutture di ospitalità e lungodegenza;
  • negli hospice, cioè nei reparti specializzati nella terapia del dolore per malati gravi.

In questi luoghi l'obbligatorietà potrebbe cadere a novembre, salvo diversa decisione in base ai contagi che si registreranno il prossimo mese. 

Chi può salutare per sempre la mascherina

Eccetto i luoghi che abbiamo elencato nel paragrafo precedente, da sabato 1° ottobre diremo addio alla mascherina sui mezzi pubblici. Quindi non sarà più obbligatoria in treno, autobus, tram e metropolitana.

Cade così una delle ultime restrizioni per prevenire il Covid-19 prorogata lo scorso giugno fino al 30 settembre 2022. Le mascherine ormai non sono più obbligatorie nemmeno a scuola e nei luoghi di lavoro, ad eccezione delle persone fragili e con comprovati problemi di salute. Invece resta indicata per coloro che in ufficio non possono rispettare le distanze minime di sicurezza e quindi sono costretti ad un contatto ravvicinato prolungato.