Novichock, cos’è e quali sono i sintomi del veleno che potrebbe aver ucciso Alexei Navalny

Cos'è e quali sono i sintomi del veleno Novichok? Tutto quello che c'è da sapere sul gas nervino che potrebbe aver ucciso Alexei Navalny.

Il Novichok è un composto legato al nome dell’Unione Sovietica e famoso per essere utilizzato come sostanza letale per eliminare i dissidenti politici all’interno del Paese. Il Novichok è un veleno silenzioso, che presenta diversi sintomi e non lascia tracce sul corpo umano se non nelle ore appena successive al suo utilizzo. Quali sono, nel dettaglio, le caratteristiche del gas nervino e i sintomi che genera?

In questo articolo riportiamo le domande e risposte più chieste dalla nostra comunità.

Sommario:

  1. 1.

    Cos’è il veleno Novichok?

  2. 2.

    Quali sono i sintomi del veleno?

  3. 3.

    Gli antidoti

  4. 4.

    A cosa serve il gas nervino?

  5. 5.

    Chi è la moglie di Navalny?

  6. 6.

    Dove abita la moglie di Navalny?

Cos’è il veleno Novichok?

Il Novichok, classificato come arma chimica di quarta generazione, fa parte di una classe di composti rientrante nel gruppo degli inibitori e dei cosiddetti gas nervini. Questi ultimi sono in grado di alterare il corretto funzionamento dell’organismo, agendo sui neurotrasmettitori e di conseguenza sul sistema nervoso.

Nello specifico, il Novichok inibisce l’enzima acetilcolinesterasi che ha come effetto la riduzione del battito cardiaco e della pressione arteriosa. Si rivela così una sostanza estremamente tossica.

Il Novichok, il cui nome significa “nuovo arrivato“, è stato sviluppato dall’Unione Sovietica tra gli anni ’70 e ’80 del Novecento nel contesto di un programma militare segreto chiamato Foliant. Diverse sono le sostanze classificabili come Novichok e si possono trovare in forma di gas, di polvere o in forma liquida.

Il loro effettivo impiego rimane sconosciuto, ma nel tempo la sostanza è diventata famosa per essere utilizzata dalla Russia come metodo per eliminare i dissidenti politici, come ha affermato la vedova del dissidente Navalny, Yulia Navalnaya, che ha accusato il Governo russo, e in particolare Putin, dell’omicidio del marito.

Il tutto sarebbe facilitato dalla semplicità di somministrazione della sostanza stessa. Non solo: le poche tracce lasciate sul corpo umano dopo il suo utilizzo riescono a mascherare la vera causa del decesso, facendolo passare per un più comune attacco cardiaco.

Quali sono i sintomi del veleno?

I sintomi da avvelenamento da Novichok sono:

  • contrazione delle pupille

  • difficoltà respiratoria

  • convulsioni

  • spasmi

  • nausea

  • vomito

  • paralisi

  • dolori gastrointestinali

  • blocco dei muscoli respiratori

  • sudorazione

  • lacrimazione

  • produzione di muco

Gli ultimi sintomi sono spasmi e blocco dell’attività cardiaca, che portano alla morte della persona avvelenata.

Gli antidoti

Rientrando nella categoria delle sostanze nervine, l’avvelenamento da Novichok può essere trattato con atropina e ossimina che contrastano il rallentamento dei battiti cardiaci. Il loro utilizzo tempestivo, tuttavia, non esclude la possibilità di danni permanenti.

A cosa serve il gas nervino?

Gli agenti nervini stimolano le cellule nervose del cervello, più precisamente alterano il funzionamento dei neurotrasmettitori, provocando confusione ed agitazione, convulsioni, spasmi ed eventuale stato di incoscienza.

I sintomi e la loro gravità variano a seconda della classe di appartenenza della sostanza stessa, della via di esposizione (somministrato come gas o come liquido) e della dose utilizzata.

Chi è la moglie di Navalny?

Yulia Navalnaya è la vedova del dissidente politico Navalny, che assieme alla sua famiglia ha denunciato il Governo russo per l’omicidio del marito. Per la vedova, Alexei è stato ucciso con il veleno Novichok.

Dove abita la moglie di Navalny?

Dopo aver passato un periodo a Berlino nel 2020, nel 2021 Yulia Navalnaya è tornata in Russia dove tutt’ora risiede.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
773FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate