Quanto pesce mangiare a settimana? Guida alla corretta assunzione

Il pesce è una parte preziosa di una dieta equilibrata perché offre una vasta gamma di benefici per la salute. Una raccomandazione generale è di rispettare le dosi consigliate, prestando attenzione al tipo di pesce e ai livelli di mercurio.

quanto-pesce-mangiare-a-settimana-dieta-sana-e-bilanciata

Il pesce è una fonte preziosa di nutrienti e proteine, ma quanto pesce dovrebbe essere consumato nella dieta settimanale di un adulto sano?

Ecco svelata l'importanza del consumo di pesce, le quantità raccomandate, i benefici per la salute e i risultati degli studi scientifici dell'Istituto Superiore di Sanità che fornisce una guida utile per una dieta equilibrata.

Quante porzioni di pesce dovresti mangiare a settimana?

Il pesce è noto per essere una fonte di proteine di alta qualità, acidi grassi omega-3, vitamine e minerali essenziali. Tuttavia, è importante mantenerne un equilibrio nell'assunzione settimanale.

La raccomandazione generale per gli adulti è quella di consumare almeno 2 porzioni di pesce alla settimana. In ogni caso, è essenziale prendere in considerazione il tipo di pesce e il suo contenuto di mercurio. Alcuni pesci possono contenere livelli più elevati di questo elemento chimico, che può essere dannoso se consumato in eccesso.

Uno studio scientifico condotto dall'Istituto Superiore di Sanità italiano ha analizzato i livelli di mercurio in vari tipi di pesce. I risultati hanno dimostrato che pesci come il tonno, lo squalo e il pesce spada tendono ad avere livelli più elevati di mercurio. Di conseguenza, è consigliabile limitare il loro consumo a una o massimo due porzioni a settimana.

Benefici per la salute

Nonostante ciò, è noto ai più che il consumo regolare e moderato di pesce offre numerosi benefici per la salute, tra cui:

  1. 1.

    Salute cardiovascolare: gli acidi grassi omega-3 presenti nel pesce possono ridurre il rischio di malattie cardiache, abbassando i livelli di colesterolo e migliorando la salute delle arterie;

  2. 2.

    Sviluppo cognitivo: gli omega-3 sono essenziali per lo sviluppo cerebrale e possono contribuire a migliorare la memoria e le funzioni cognitive;

  3. 3.

    Sostanze nutritive vitali: il pesce è ricco di vitamine come la vitamina D, essenziale per la salute delle ossa, e minerali come lo iodio;

  4. 4.

    Antinfiammatorio: gli acidi grassi omega-3 hanno proprietà anti-infiammatorie che possono contribuire a ridurre l'infiammazione cronica nel corpo.

Leggi anche: qual è il pesce più magro da mangiare, ecco l'elenco dei migliori per la dieta settimanale.