Temperature da bollino rosso: qual è la temperatura massima che può sopportare il corpo

Con questo caldo torrido, ti sei mai chiesto qual è la temperatura limite che può sopportare il corpo umano? Andiamo a scoprirlo.

Come sicuramente saprai, in Italia stiamo assistendo a delle temperature record, da bollino rosso. Infatti, secondo i bollettini redatti dal Ministero della Salute, le temperature sono eccessivamente alte in diverse città italiane.

Ad esempio, in questi giorni nella Capitale, è successo che alcune persone siano state portate in ospedale dopo essersi sentite male sui mezzi pubblici.

Infatti, le temperature elevate possono provocare numerosi problemi al nostro corpo, specie nelle persone fragili come gli anziani, i bambini o coloro che soffrono di patologie cardiache. 

Eppure, il fatto che queste persone siano maggiormente predisposte ad avere effetti avversi a causa del caldo, non esclude il fatto che anche le persone in salute possono sentirsi male. 

Ma per quale ragione? In realtà la risposta è molto semplice: il nostro corpo fa fatica a sopportare le temperature eccessivamente elevate per lunghi periodi. 

Ma qual è la temperatura massima che il nostro corpo può sopportare? Andiamo a scoprirlo. 

Qual è la temperatura massima che sopporta il corpo umano?

Come abbiamo visto, negli ultimi giorni il caldo in Italia ha toccato vette da record, tanto che circa 20 città si trovano ogni giorno con il cosiddetto bollino rosso per le temperature troppo elevate. 

Queste possono causare importanti danni per la salute delle persone, specie quelle già fragili.

Eppure, come abbiamo anticipato, anche le persone in salute non sono certo immuni.

Dunque, alla luce di ciò, ci siamo posti una domanda: qual è la temperatura massima che sopporta il corpo umano?

Devi sapere che la risposta a questa domanda è molto soggettiva, in quanto entrano in gioco diversi fattori, come la presenza o meno di umidità.

Infatti, in caso di umidità alta, si rende la sudorazione difficoltosa e, di conseguenza, è più difficile abbassare la temperatura interna del nostro corpo. Tutto questo può portare ai cosiddetti colpi di calore che, durante l’estate, sono molto frequenti.

Eppure, l’Università di Roehampton nel Regno Unito ha cercato di fornire una risposta scientifica alla nostra domanda sulla temperatura massima sopportabile. Scopriamola. 

La temperatura massima tollerabile secondo i ricercatori di Roehampton

Insomma, quella riguardante la temperatura non è una domanda che ci siamo posti solo noi, ma anche molti ricercatori, compresi quelli dell’Università di Roehampton. Infatti, questi hanno cercato di definire scientificamente quale fosse la temperatura che, se superata, potrebbe portare al decesso. 

Per fare questo studio, i ricercatori hanno esaminato il tasso metabolico basale, che misura l’energia consumata dall’organismo per continuare a funzionare nel modo corretto. 

Ebbene, devi sapere che quando l’umidità tende ad essere troppo elevata questo tasso aumenta in modo sensibile.

Ma quindi, qual è stato l’esito dello studio? Devi sapere che, secondo i ricercatori, la temperatura critica superiore per il corpo umano è compresa da qualche parte tra i 40° C e i 50°C.

Tuttavia, si tratta di uno studio ancora in corso e, di conseguenza, la risposta non può ancora dirsi certa contro ogni altro inconfutabile dubbio.

Quali sono i danni del caldo sul corpo umano?

Come avrai capito, il caldo intenso può provocare notevoli danni all’organismo. Ad esempio, devi sapere che il caldo produce vasodilatazione, che causa una riduzione della pressione. 

In questa condizione, il tuo cuore si trova a dover lavorare di più ed è proprio per questo che si innesca la tachicardia che, in soggetti deboli, può portare ad ictus o infarti.

Ebbene, la temperatura gioca un ruolo molto importante in questo processo. Infatti, se il corpo non riesce a mantenere la sua temperatura interna intorno ai 37 gradi, vengono compromesse le sue funzionalità.

Se tale temperatura supera la soglia dei 42 gradi, vengono compromessi numerosi processi interni, come la produzione delle proteine e, di conseguenza, il nostro organismo potrebbe risentirne notevolmente fino ad arrivare, in casi estremi, al decesso.

Leggi anche: Caldo africano: ecco quando finisce l’ondata eccezionale che sta interessando l’Italia

Francesca Ciani
Francesca Ciani
Copywriter, classe 1998. Appassionata di marketing, digital e pubblicità fin da bambina, dopo un percorso di ragioneria, ho ottenuto una laurea in Comunicazione, Media e Pubblicità presso l’Università IULM di Milano e, successivamente, ho conseguito un master in Marketing Management. Troppo creativa per essere ragioniera, troppo analitica per essere un’artista: sono diventata social media manager e seo copywriter. Parlo tanto, scrivo ancora di più e ho sempre miliardi di idee.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
776FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate