Mangia uovo rosso, ricoverato per un'infezione da pseudomonas: cos'è e come riconoscerla

Perché l'uovo rosso può provocare un'infezione da pseudomonas? Vediamo cos'è, quali sono i sintomi e come si cura.

Uovo rosso pseudomonas

I social, spesso, mostrano contenuti discutibili. Uno di questi mostra un uomo che mangia un uovo rosso e finisce in ospedale per un'infezione da pseudomonas. Vediamo cos'è e come si cura.

Mangia uovo rosso: ricoverato per un'infezione da pseudomonas

E' diventata nota l'impresa di un utente TikTok che ha mangiato un uovo rosso ed è stato ricoverato in ospedale a causa di un'infezione da pseudomonas. Ad accendere i riflettori sull'ennesima assurdità dei social è stato il dottor Álvaro Fernández, che ha condiviso il filmato con la speranza di scoraggiare le persone ad imitare simili gesta. L'uomo ha sottolineato:

Lo ha fatto per ridere e mi viene da piangere perché ci sono sempre più video di questo tipo, quindi la selezione naturale non funziona. Un uovo rosso? Cosa potrebbe succedere? Potrebbe essere un embrione di fenice? O forse un batterio potrebbe averlo contaminato?

L'uovo rosso altro non è che un prodotto avariato, con possibile contaminazione batterica. Di norma, infatti, quando un uovo ha un odore sgradevole e un aspetto non conforme alla norma non va assolutamente consumato. Nello specifico, quando il colorito dell'uovo è rosso significa che i batteri del genere pseudomonas, in particolar modo lo pseudomonas aeruginosa, stanno contaminando il prodotto.

Stando ad un articolo pubblicato dalla rivista scientifica Frontiers, i batteri possono entrare all'interno dell'uovo tramite fessure o pori formatisi nel guscio durante il processo di produzione o quello di conservazione.

Uovo rosso e infezione pseudomonas: sintomi e cura

L’infezione da pseudomonas aeruginosa è causata dal batterio gram-negativo e colpisce soprattutto persone che hanno un sistema immunitario debole o compromesso. Generalmente, l'infezione avviene in tre fasi: attacco del patogeno e colonizzazione, infezione locale e passaggio nel sangue e malattia sistemica.

I sintomi cambiano in base all'organo che viene colpito dal batterio. In ogni modo, può provocare: febbre, disidratazione, cianosi, lesioni emorragiche, fastidi addominali, cellulite, soffio cardiaco o eritema congiuntivale. Pertanto, può provocare problematiche di varia natura: da quelli gastrointestinali a quelli respiratori, passando per quelli del sistema nervoso.

Purtroppo, pseudomonas è un batterio estremamente resistente agli antibiotici. Nonostante tutto, si cura. Così come accade per i sintomi, la terapia varia in base all'organo che viene colpito.