Nei cataloghi delle maggiori piattaforme ci sono diversi documentari sulle star sportive, tuttavia quello che interessa più al pubblico generalista, è il racconto controverso. Ecco perchè, spesso e volentieri, le case di produzione s'interessano più ai progetti che possono raccontare un personaggio celebre, ricco di accadimenti discutibili. Mike Tyson, il famoso pugile, è uno di questi. Difatti in quest'articolo scopriremo come Disney+ sia il distributore della serie tv che racconta Mike Tyson, dai risultati sportivi ai suoi errori privati tremendi che lo hanno trasformato in un emarginato. 

Mike - Trama, cast e data d'uscita

Mike è una serie televisiva attesa da tantissime persone per diversi motivi. Per i fan del pugile è un modo per entrare ancora di più nella vita del loro beniamino, mentre per il vasto pubblico è l'occasione di approfondire una storia ricca di scandali. C'è anche una terza categoria, quella dei giornalisti e dei critici. Questi ultimi aspettano di assistere allo show sopratutto per constatare come hanno trattato la questione dello stupro, della faccenda legale e tutto ciò che ne consegue. I temi della lotta di classe e del razzismo sappiamo che saranno presenti, tuttavia vedremo come saranno trattati nella trama. 

Composta di otto episodi e in uscita su Disney+ l'8 settembre, Mike è una delle serie più attese sulla piattaforma streaming.

Si scatenerà un dibattito, questo è sicuro mentre una certezza è il cast e il team dietro lo show. Il protagonista è interpretato da Trevante Rhodes e Russell Hornsby. Inoltre avremmo anche la possibilità di vedere alcune guest star come Harvey Keitel, Laura Harrier, Li Eubanks, Olunike Adeliyi e B.J. Minor. Il team creativo  invece è quello dietro "Tonya", film di Craig Gillespie con Margot Robbie.  

Mike - Anticipazioni e analisi trailer

Quello che possiamo intuire dal trailer è che Mike sarà un racconto dove i media avranno un potere sull'uomo, sul protagonista, davvero importante. Questo lo immaginavamo ed il trailer lo ha confermato. Se le tv, chi è intorno a te, ti celebra a Dio, a uomo più forte del mondo, pensi di poter fare qualsiasi atto tu voglia. Certamente sarà questa la chiave di una parte del racconto di Mike, insieme alla questione del razzismo e della povertà subite fin da piccolo. 

Nel trailer lo vediamo che da bambino andava a rubare, forse per assaggiare l'adrenalina, forse per procurarsi del denaro per la sua famiglia. Una rapida ricerca su Google ci potrebbe dare una risposta, tuttavia vederlo in uno show ha tutto un altro effetto per il semplice fatto che c'è un punto di vista, quello degli sceneggiatori e dei registi. Con questi progetti Disney+ difficilmente sbaglia colpo, difatti Pam e Tommy è stato un ottimo prodotto audiovisivo.