Su Netflix una miniserie appassionante e che fa riflettere

Siamo negli anni '80 in Kuwait, dove una società comandata da maschi minimizza la figura delle donne, ma per la stella di questo show, la situazione verrà ribaltata. Un viaggio nel mondo della borsa, e nella sfida per far valere il proprio talento.

miniserie-netflix-che-fa-riflettere

Una serie tv che vede come protagoniste delle donne che si ribellano ad una società patriarcale, su Netflix una grande serie che lotta per la giustizia e la libertà.

Lo show Netflix che si tuffa negli anni ‘80

Il titolo della serie in questione è The Exchange, ed è una miniserie sicuramente unica nel suo genere, con una trama e un’ambientazione originale, per gustarsi questo show da poche puntate, perfetto per finirlo tutto in una volta, e immergersi negli anni ’80.

Uno degli elementi di successo di The Exchange è sicuramente l’affrontare argomenti importanti da un punto di vista sociale, infatti il sessismo, le disuguaglianze date dal sesso, sono temi piuttosto delicati e di grande spessore, che dovrebbero sempre essere condivisi per sensibilizzare il pubblico.

Siamo in Kuwait, dove vi è sicuramente una grande disuguaglianza di genere, ma le due protagoniste sono caparbie, e vogliono addentrarsi nel mondo della borsa, ottenendo successo come investitrici. Questa serie vi condurrà in uno scenario totalmente diverso dalle solite sceneggiature occidentali, che subito ricolleghiamo alle grandi metropoli statunitensi.

Il tema principale è appunto la società maschilista, la predominanza dell’uomo, in un mondo in cui la donna ha ancora poca voce in capitolo, soprattutto per quanto riguarda la gestione del denaro, e il mondo della borsa. I soldi infatti, sono un argomento chiave in questo show Netflix. Da sempre oggetto di lotte, guerre, crimini e scontri sociali, in un mondo dove ci sono grossi divari per quanto riguarda le condizioni economiche.

La donna in oriente rappresenta l’esempio più lampante del bisogno di emancipazione e della lotta ai diritti. Questa serie è ideale per scegliere un prodotto più impegnativo, che verta su temi delicati, che necessitano di grande attenzione, per una lotta ad un mondo più libero, specialmente considerando gli avvenimenti odierni nei territori in questione.

Andiamo a scoprire la trama di questa mini serie che ha riscosso un grande successo.

La trama della miniserie ambientata in Kuwait

Una delle protagoniste della serie è una donna molto audace, infatti nel 1987, ha deciso di tentare di ottenere il divorzio. A causa della separazione, ritorna a vivere coi propri genitori, e ha deciso di dover dare una svolta alla propria vita, per ottenere una buona posizione economica, farsi valere e crescere.

Sicuramente il problema maggiore è quello di avere un’occupazione, dovendo prendersi cura anche della propria figlia, che è ormai una ragazza. Fortunatamente la donna riesce ad ottenere un incarico come segretaria, alla Borsa del Kuwait, e inizia a conoscere l’ambiente che si cela dietro a queste istituzioni, dove gli uomini hanno il potere, e le donne vengono considerate giusto degli elementi di supporto per sbrigare scartoffie insignificanti, senza avere potere decisionale.

La protagonista, avendo come mentore la cugina, donna bizzarra ma caparbia e ambiziosa, decide di proporle di iniziare una carriera, addentrandosi nel mondo dell’economia, per dare una lezione ai maschilisti e far valere il proprio talento.

Se sei curioso di scoprire se queste donne riusciranno ad ottenere il successo meritato, non resta altro che guardare The Exchange.

Leggi anche: Su Prime un'avvincente serie crime tratta da un romanzo di Michael Connelly