Perle da scoprire, ecco le 5 migliori serie nascoste nel catalogo di Netflix

Nel catalogo Netflix ci sono dei veri e propri gioielli nascosti tra centinaia e centinaia di titoli. Se non vi va di scavare troppo, ma volete vedere delle serie ben fatte e non eccessivamente conosciute, ecco cinque titoli da recuperare.

serie tv di qualità nascoste nel catalogo netflix

Si sa, il catalogo Netflix è davvero infinito e a volte scorrere l'offerta che ci troviamo davanti e trovare qualcosa di nuovo e non troppo scontato da vedere può diventare un'impresa. Se anche voi volete abbandonare le serie mainstream per godervi dei contenuti meno conosciuti ma comunque di qualità, ecco il nostro consiglio su cinque serie nascoste nel catalogo Netflix da vedere assolutamente.

Crashing

Se avete amato Phoebe Waller-Bridge in Fleabag, allora non potete non vedere questa chicca nascosta su Netflix: Crashing è una serie tv scritta dalla stessa Waller-Bridge, che figura anche tra i protagonisti. L'irriverenza la fa da padrone anche in questa serie britannica su un gruppo di amici ventenni che convivono in un ospedale abbandonato come property guardian, cosa che gli fa ottenere un canone d'affitto molto ridotto. Il vecchio edificio diventa così una vera e propria casa studentesca in cui il gruppo di ragazzi vivrà la propria giovinezza tra mille avventure, alcune più assurde di altre, ma tutte in compagnia di amici veri.

The Tatami Galaxy

Occultata nell'immenso catalogo di Netflix c'è anche una serie animata giapponese semi-sconosciuta ma di qualità eccellente. The Tatami Galaxy - Miti e leggende della stanza da quattro tatami e mezzo è una serie anime tratta dal romanzo omonimo di Tomihiko Morimi che ha un protagonista di cui non viene mai detto il nome che racconta le proprie esperienze all'interno dell'Università di Kyoto.

Caratterizzata da disegni visivamente unici e particolari, questa serie animata ripercorre la storia del giovane studente universitario e il suo racconto tra i vari club scolastici a cui ha partecipato, le esperienze dalla dubbia moralità in cui si è imbarcato insieme all'amico Ozu e all'amore per la studentessa di ingegneria Akashi.

It's okay not to be ok

Tra le serie nascoste nell'immenso catalogo Netflix ce n'è anche una perfetta per gli amanti dei k-drama. Ambientata a Seul, It's okay not to be ok racconta una storia d'amore, ma non solo. I tre protagonisti sono dei giovani, ognuno dei quali ha alle spalle un passato ricco di segreti. Tra loro c'è Moon Gang-tae, un operatore sanitario costretto a cambiare lavoro molto spesso a causa delle problematiche legate al fratello Sang-tae, autistico e tormentato da una misteriosa paura delle farfalle.

Oltre ai due fratelli la trama di questa serie segue anche le storie di Nam Ju-ri, infermiera innamorata di Gang-tae, e Ko Moon-young, scrittrice di fiabe dal passato misterioso. It's okay not to be ok è una serie che tratta temi delicati ma anche universali, una visione perfetta anche per chi non si è ancora fatto travolgere dall'onda coreana degli ultimi anni.

Marcella

Cupa, coinvolgente e realistica: sono queste le principali caratteristiche di Marcella, una delle serie tv per cui vale la pena scavare nel catalogo Netflix. La protagonista, da cui prende il nome questa serie, è una detective che rientra a lavoro dopo molto tempo e che si getta a capofitto in un'intricata indagine.

Mentre la sua vita privata va a pezzi, anche la sua salute mentale inizia a dargli problemi, procurandole misteriose amnesie che le faranno mettere in dubbio i propri comportamenti. Con una protagonista problematica che trascina lo spettatore in un viaggio incerto all'interno della sua psiche, Marcella è una serie tv sorprendente, dalle atmosfere dark e perfetta per chi cerca episodi coinvolgenti e ricchi di suspence.

The Playlist

Vi siete mai chiesti come è nato Spotify? Questa serie Netflix porta sul piccolo schermo una versione romanzata delle origini del famosissimo servizio di streaming musicale. Ispirata al libro Spotify Untold dei giornalisti investigativi Sven Carlsson e Jonas Leijonofvuld, The Playlist è una serie svedese racconta di come Daniel Ek abbia ideato già nel 2004 la digitalizzazione dell'industria musicale.

Dalla conseguente nascita di Spotify fino alle conseguenze su diversi operatori di settore, The Playlist può essere definita una serie corale, in cui in ogni puntata la storia viene narrata secondo i punti di vista di personaggi diversi, raccontando anche retroscena spesso dimenticati della nascita di un colosso internazionale.