Aggiornamento Ftse Mib intraday: carenza di volatilità ma anche di altro

Gli indicatori orari, a forza di tirarla per le lunghe, stanno cominciando ad appiattirsi, prima di girare in negativo.

Le pile sembrano esaurite.Se si aspettava lo “scatto” in concomitanza con l’uscita dei dati macro USA l’attesa è stata disattesa.Il derivato portatosi “sotto” area 20.480, dopo pochissimi minuti è tornato indietro, oltrepassando anche il punto da cui era partito (20.400 circa).Solito supportone in area 20.365/335 e per ora si regge, ma per quanto ancora?Lo stallo dunque ha le ora contate?Parrebbe di sì.Gli indicatori orari, a forza di tirarla per le lunghe, stanno cominciando ad appiattirsi, prima di girare in negativo (per carità, sono ancora ben positivi, ora!). Quel che sembra palese è l’aria da “ultima chiamata” che si respira, ossia o si tentano adesso e nelle prossime ore (domani) i 20.600 punti o la situazione tecnica andrà anche rapidamente a deteriorarsi.Già stasera si potrebbe aprire lo short, tassativamente però con chiusura inferiore a 20.620 punti.Quota 20.620 rimarrà pertanto il livello di stop-loss, quota che se violata al rialzo, sarebbe invero determinante nella scansione dei prossimi impulsi, le cui possibilità vanno per il momento scemando.