Aggiornamento Ftse Mib intraday: derivato preso per i capelli

Per un rimbalzo più convinto e corposo che possa mettere in discussione il ribasso delle ultime ore, sarebbe necessario il recupero almeno di area 19.720.

L’escursione di metà mattina sotto i 19.500 punti ha fatto pensare per un attimo all’entrata in una vera e propria fase correttiva di più ampio respiro.Non che la reazione sia sufficiente a smentirlo e negarlo, ma forse il clima dell’Europa (non così brutto come a Piazza Affari) ha per ora consentito un rimbalzo dei prezzi.La stessa reazione è stata tuttavia molto fragile e dal minimo a 19.470 punti ha condotto semplicemente in area 19.570/600.Per potere assistere a un rimbalzo più convinto e corposo che possa mettere in discussione il ribasso delle ultime ore, sarebbe necessario (stante la tenuta di questi livelli di minimo) il recupero almeno di area 19.720 in prima battuta e successivamente di 19.860 punti, senza dimenticare che in area 19.600 era stato il precedente minimo, sull’apertura dello scorso lunedì, 8 giugno, quindi abbiamo ora un livello di più lungo periodo, lungo ovviamente quando osservato in un’ottica intraday.Sulla scorta di ciò, rimbalzi che non vadano oltre i 19.860 punti non negherebbero assolutamente la rottura del suddetto 19.600, da considerare dunque ancora pericolosa e che potrebbe condurre anche a 19.320 punti (più precisamente) in poco tempo.Se poi a quota 19.300 si verificherà davvero un contro trend significativo, il mercato potrà ricominciare a salire, altrimenti per chi si posiziona short sul derivato anche a protezione del cash, i margini per vedere prezzi abbondantemente più bassi (8/10%) ci sarebbero quasi tutti.