Aggiornamento Ftse Mib intraday: direzionalità arrivata, ma non definitiva per ora

Per assistere a recuperi bisognerà valutare un eventuale riposizionarsi delle quotazioni sopra la fascia dei 20.120/170 punti.

Sull’apertura abbiamo avuto pochi dubbi a comprendere come sarebbe stata la direzione della giornata.Persa già sulle prime battute quota 20.365/335, il derivato si è velocemente indirizzato verso l’area indicata di 20.000/100 punti, per poi andare a fare segnare un minimo a 19.890.Anche i volumi si sono dimostrati più alti rispetto alla media della settimana passata (circa 12.700 contratti/giorno), con già a quest’ora oltre 10.000 contratti scambiati e con una proiezione dunque per la sera di almeno 20.000.Un persistere delle quotazioni al di sotto dei 20.000 punti dovrebbe favorire un’ulteriore spinta ribassista fino al test di area 19.700/670.Queste dinamiche tuttavia per ora non spingono a dichiarare come aperta la fase correttiva più profonda del mercato.L’attesa, dopo il persistente movimento laterale, è ancora l’operatività migliore, a parte il trading intraday.Per assistere a recuperi per converso, bisognerà valutare un eventuale riposizionarsi delle quotazioni sopra la fascia dei 20.120/170 punti.Ecco allora che rimbalzi verso quell’area, contraddistinti da scarsi volumi e poca convinzione, potrebbero rivelarsi opportunità per provare almeno uno short intraday da stoppare in caso di eventuale superamento dei 20.200 punti.