Piazza Affari comincia a mostrare primi reali segnali di cedimento, tuttavia finchè gli indici americani e quello tedesco non si sganceranno dai massimi, sarà difficile assistere ad una vera discesa.
Il nostro FtseMib comunque, dopo aver toccato proprio il max indicato nell’ultimo report a 19.500, ha cominciato a mollare ed è ora proiettato verso il primo supporto dei 18.600 punti; la correzione in atto dovrebbe poi proseguire fino all’area 18.200/18.000, in caso però di ritracciamento anche sulle altre piazze finanziarie.
Consideriamo questo movimento ribassista solo salutare, dopo quasi 4 mesi di crescita, anche perché, aldilà della liquidità presente nel sistema, non vi sono ancora i presupporti macro per giustificare spinte di natura speculativa sul mercato azionario.
Operativamente si può intervenire in acquisto, selezionando accuratamente i titoli, a ridosso dei livelli-supporto sopra indicati, mentre per chi fosse andato al ribasso in area 19.000/19.500, il target di chiusura lo limitiamo al primo supporto dei 18.600 punti.