Dax. Commento giornaliero

Giornata decisamente positiva per il derivato che chiude positivamente, sopra il livello di apertura e sopra la chiusura delle due sedute precedenti, oltre che nella parte alta del range intraday. Di M.Benzoni

Giornata decisamente positiva per il derivato che chiude positivamente, sopra il livello di apertura e sopra la chiusura delle due sedute precedenti, oltre che nella parte alta del range intraday. Il mercato conferma dunque una barra set-up di minimo realizzata due giorni fa; è il terzo minimo inferiore segnato dal mercato sul ritracciamento dai massimi, situazione che fa pensare di essere vicini al punto di svolta di breve periodo. Qualora il mercato effettuasse un nuovo minimo (meglio se doppio minimo o inferiore, ma anche di poco superiore al precedente potrebbe fare al caso) in questi giorni potrebbe essere la base per la ripartenza di un movimento rialzista nelle prossime 2-3 settimane, prima del nuovo ribasso che dovrebbe essere decisamente più interessante e riallinearsi al trend di fondo di lungo periodo. I volumi restano mediamente bassi, anche se poco distanti dalla media di periodo, mentre si nota un certo sbilanciamento delle chiusure nele ultime cinque sedute con quattro positive e solo una negativa (situazione poco consona ad una condizione di negatività, seppur di brevissimo per ora), mentre nelle ultime dieci lo sbilanciamento è minimo e comunque favorevole sempre alle chiusure positive.Graficamente la situazione permane la stessa in generale anche se l’obbiettivo ribassista, solo avvicinato nei giorni scorsi (4630/4650 contro 4670 realizzato), è stato cancellato dal superamento ieri di area 4750; al rialzo prima resistenza a 4860/4870 circa, livello che oggi potrebbe tentare di fermare ulteriori rialzi e quindi possibile spartiacque da verificare in close di seduta.Lo studio statico indica ora un’area di possibile resistenza iniziale di brevissimo posizionata tra 4865 e 4895 punti circa, livello che oggi, qualora i prezzi intraday dovessero riuscire a superarlo, potrebbe creare le condizioni per un eccesso di prezzo di brevissimo; al ribasso l’obbiettivo inferiore resta sempre almeno area 4640/4650 anche se ora il mercato dovrà riconfermarsi sotto 4760 punti almeno per attirare di nuovo i venditori.