Dax. Commento per la seduta del giorno 8 giugno

Seduta negativa anche quella di ieri che porta i prezzi poco sotto i minimi della scorsa settimana. Di M.Benzoni

Seduta negativa anche quella di ieri che porta i prezzi poco sotto i minimi della scorsa settimana; dopo la compressione dei prezzi evidenziata dalle ultime chiusure, state tutte all’incirca sugli stessi prezzi e all’interno di un’area di meno di 20 punti (tra 5065 e 5082), questo potrebbe essere ora un tentativo di ripristinare un movimento più direzionale, motivo per cui occorrerà ora visualizzare eventuali rotture confermate sotto questi valori . Resta il fatto che esiste tuttora la possibilità che set-up temporali possano indirizzare il mercato verso lateralità o, più facilmente, verso un ritracciamento di breve-brevissimo periodo prima della ripresa del rialzo per obbiettivo massimi annuali, da verificare in seguito e indicativamente almeno in una di queste due aree: 5500/5600 oppure 5800/5850 circa.Graficamente ieri il mercato è stato supportato dal primo dei due supporti di una certa importanza (4965/4970) al di sotto della fascia di prezzi indicata come margine di potenziale contenimento della discesa (validità migliore in fase di chiusura) 5010/5020; la situazione oggi potrebbe non essere diversa ma il fatto che ieri l’area in questione ed il primo supporto siano già stati toccati potrebbero renderne meno decisa l’efficacia per oggi, motivo per cui occorrerà considerare anche livelli inferiori come il già riportato 4930/4935 e quindi 4880/4885 (interessante). Salite oltre 5175 sarebbero invece un possibile nuovo segnale di positività.Lo studio statico non dà valide indicazioni per la seduta odierna (primi livelli di un certo interesse per oggi solo in area 4800 punti circa), motivo per cui si rimanda agli altri aspetti dell’analisi.A livello dinamico, fermo restando che ancora sono aperte le possibilità, nel medio periodo, di raggiungimento dei target superiori a 5270/5300, a 5500/5600 ed eventuali escursioni a 5750/5850 punti circa, la rottura dei minimi precedenti potrebbe permettere la continuazione per il breve/brevissimo periodo con target inferiore 4850/4880 almeno. Prima resistenza, indiretta anche se per il momento non ancora di ritorno (non essendo confermato in pieno il break) è in area 5080/5090 punti.