FIB. Commento giornaliero

Oggi apertura in gap appena sotto il minimo di venerdì (3 tick) e immediato recupero oltre il valore con successivo trading range poco sopra la chiusura precedente. Di M.Benzoni

Oggi apertura in gap appena sotto il minimo di venerdì (3 tick) e immediato recupero oltre il valore con successivo trading range poco sopra la chiusura precedente ed infine ripresa decisa delle quotazioni che si portano sopra 19000 punti più o meno costantemente per tutta la seconda parte della seduta. Intraday si sono verificate le rotture di due livelli di resistenza molto ravvicinati, il primo grafico a 19075/19090 ed il secondo statico daily a 19140/19150; nonostante i parametri odierni qualificassero entrambe le rotture come potenzialmente valide per un allungo successivo il mercato si è ingolfato proprio in questa fascia di prezzi per buona parte del pomeriggio, senza riuscire a confermare il movimento rialzista. La situazione resta dunque quella descritta ormai da tempo: i massimi realizzati ai primi di giugno hanno permesso il ritracciamento che, al momento, ha fatto segnare i minimi di breve periodo a 18435 punti; la conferma temporale di un minimo sarebbe dovuta arrivare durante la scorsa settimana e anche questo risulta per ora realizzato. Detto ciò se i minimi resteranno invariati ed il mercato tenderà a riprendere questo movimento rialzista generato in queste ultime sedute è possibile vedere il potenziale ultimo movimento di periodo che potrebbe portare a ridosso dei massimi precedenti o poco distante, prima di riprendere la discesa, questa volta potenzialmente più interessante, a partire dalla seconda metà del mese di luglio.Graficamente la rottura di 19100 avrebbe dovuto permettere un discreto allungo, anche se, essendo evidente l’area di possibile trading range tra 18450 e 19100, solo il break di 19250 avrebbe potuto favorire una migliore rottura intraday e daily; non essendo avvenuto occorrerà ora verificare domani sia il livello di apertura che il primo movimento del mercato che dovrebbero confermare la rottura pena un nuovo possibile ritracciamento almeno verso 18800/18870 punti. A parametri confermati l’operatività dovrà comunque appoggiarsi ad altri eventuali livelli dell’analisi generale, proprio in ragione del fatto che a questo punto potrebbe diventare più significativo 18250 che non il livello appena rotto.