Future Ftse Mib: si aspettava un segnale dagli Usa, ma attenzione ...

Occorrerà monitorare con molta sensibilità la tenuta dei 20.335/365, passati ora con un gap nelle quotazioni, che potrebbe almeno indurre un parziale ritorno.

Nonostante la lettura molto positiva fornita ai dati delle 14.30 e provenienti da oltreoceano, con i future USA sopra di un punto e mezzo percentuale circa, il nostro derivato si è arrestato di blocco proprio nell’area dei 20.420/440, segnalata stamane come possibile ostacolo.Nulla di grave, per carità, ma solo un piccolo squillo di tromba assieme a un campanello d’allarme.Infatti questa quota, insieme ad area 20.485/20.535, deve essere superata e non è detto che lo si debba fare al primo tentativo.L’allungo ha intanto consentito agli indicatori intraday che rimanevano sul neutro-positivo di svoltare in positivo, ma deve seguire conferma e la conferma risiede appunto nel superamento delle quote indicate.Ecco che se ciò avvenisse potremmo vedere il derivato in chiusura sopra i 20.620 punti, il che autorizzerebbe la tenuta delle posizioni long per l’overnight.Occorrerà tuttavia monitorare con molta sensibilità la tenuta dei 20.335/365, passati ora con un gap nelle quotazioni, il che potrebbe almeno indurre un parziale ritorno.Potrebbe essere davvero quello il punto di entrata ideale per il long, ma in caso poi di mancata tenuta sarebbe bene applicare una stop-loss rigida.