Future S&PMib intraday: ritrovata vitalità rialzista solo oltre area 20.300

La prima area ostica s’incontrerà così tra i 20.070 e i 20.185 punti, qualora siano recuperati di slancio i 20.000 punti.

Apertura che si presenterà pressoché simile alla situazione già vista venerdì mattina: chiusura in debolezza (relativa) per il mercato italiano e parte serale di Wall Street in netto rialzo.Tra l’altro, l’obiettivo ribassista indicato a 19.800/785 è stato quasi raggiunto con un minimo a 19.795 (nel quarto d’ora finale, seguente la chiusura del cash), sul quale però le quotazioni hanno violentemente rimbalzato fino a 19.940.La prima area ostica s’incontrerà così tra i 20.070 e i 20.185 punti, qualora siano recuperati di slancio i 20.000 punti.Probabilmente, un superamento di quell’area, previo un discreto consolidamento entro la stessa, dovrebbe dare la forza propulsiva per attaccare la quota successiva a 20.200/215.Tuttavia si consiglia di aprire posizioni long, con obiettivo a 20.335 punti, solo se in presenza di volumi superiori alla seduta di venerdì che ha prodotto una media oraria di circa 1.900 contratti scambiati. La presenza di bassi volumi dovrebbe invece indurre a guardare con sospetto il rialzo che allora potrebbe venir meno con un ritorno in area 20.100 circa.Per il momento, soltanto sopra i 20.335 punti si scorgono reali potenzialità di upside anche con target a 20.520/20.600, dunque in sostanza per l’apertura di stamattina si consiglia ancora una certa prudenza, soprattutto se sui 20.200 s’incontrassero difficoltà o tentennamenti.Sembra perciò quasi inutile dire che sotto i 20.000 punti sarà possibile operare short con target a 19.800 e 19.680.