Alessandro Cipressa, chi è il guardalinee infortunatosi a entrambe le ginocchia

Ecco chi è Alessandro Cipressa, il guardalinee che mentre arbitrava Cosenza-Catanzaro si è infortunato a entrambe le ginocchia. Tutto sull'incidente.

Domenica 3 marzo 2024, 28^ giornata di campionato di Serie B, Cosenza-Catanzaro. Arbitra Fabbri coadiuvato dai guardalinee Bahri e Cipressa. Quest’ultimo è vittima di un episodio a dir poco spiacevole che lo porterà a stare lontano dal campo per un bel po’ di tempo. Ma chi è Alessandro Cipressa?

In questo articolo riportiamo le domande e risposte più chieste dalla nostra comunità

Sommario:

  1. 1.

    Chi è Alessandro Cipressa, il guardalinee del Salento

  2. 2.

    La dinamica dell’infortunio

Chi è Alessandro Cipressa, il guardalinee del Salento

Alessandro Cipressa è un guardalinee salentino che nella stagione 2023-2024 ha totalizzato 15 presenze tra Serie A, Serie B e Coppa Italia. Fa parte della sezione di Lecce, lui che è nato a Gallipoli. Inizia ad arbitrare nel 2004, ma non prima di aver conseguito una laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali.

Si distingue sul campo da calcio per la sua bravura e la sua preparazione, che nel gennaio del 2023 gli hanno fruttato una targa onoraria per meriti sportivi. A donargliela è stato il sindaco di Gallipoli Stefano Minerva, che sull’episodio ha commentato:

Alessandro rappresenta Gallipoli in tutta Italia ed è perciò motivo di orgoglio per tutti noi. Una targa al merito sportivo per un altro gallipolino di eccellenza.

Cipressa parte dalla Promozione pugliese, dove totalizza 15 presenze. Subito viene promosso in Eccellenza e il destino si ripete: dopo appena una manciata di partite arriva in Serie D, da cui parte la sua scalata verso il calcio professionistico. In C arbitra 57 partite, dopodiché arrivano i piani alti della Serie B e Serie A. Nel campionato cadetto arbitra più partite che in qualunque altra serie, mantenendo sempre tanta professionalità abbinata alla sostanza. Proprio in Serie B, il 3 marzo 2024 subisce un gravissimo infortunio: ricostruiamo l’incidente.

Leggi anche: Chi è l’arbitro che ha denunciato a Le Iene gli illeciti nella Serie A

La dinamica dell’infortunio

Domenica 3 marzo 2024: si gioca il derby calabrese tra Cosenza e Catanzaro, 28^ giornata di campionato di Serie B. Al minuto 25 i padroni di casa provano a bucare la difesa ospite con un lancio lungo, ma c’è un fallo e l’arbitro interrompe il gioco. Le telecamere sono tutte per il giocatore del Catanzaro a terra, ma chi si è fatto più male non è nell’inquadratura.

Nel tentativo di seguire l’azione, infatti, il guardalinee Alessandro Cipressa è prontamente scattato in avanti, salvo poi girarsi in corsa per segnalare il fallo con la bandierina alzata. Mentre compiva quest’operazione che nel corso di vent’anni di carriera ha ripetuto migliaia di volte, qualcosa ha fatto crack. Il responso dei medici è durissimo: rottura di entrambi i tendini rotulei, stagione finita.

Il gioco è rimasto fermo per circa sei minuti, lasciando totale libertà d’azione al personale medico che ha caricato in barella lo sfortunato guardalinee. Cipressa è stato poi sostituito dal quarto uomo Leonardo Mastrodomenico.

Mentre lasciava il rettangolo di gioco, il guardalinee si è reso protagonista di un piccolo ma grande gesto: seppur dolorante in barella, Cipressa ha comunque voluto ringraziare il pubblico calabrese che lo ha sostenuto durante le cure mediche. E lo stadio ha ringraziato a sua volta. Il guardalinee è stato portato all’ospedale Annunziata di Cosenza, dove è arrivata la terribile diagnosi. Non capita spesso di vedere un episodio del genere, la sfortuna è tanta e i tempi di recupero pure: bisognerà aspettare almeno 6 mesi per rivederlo in campo.

Leggi anche: Chi è João Pinheiro

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate