Angel Di Maria è ormai sul punto di scegliere la sua nuova squadra. Dopo diversi anni al PSG si profila per lui la pista italiana della Juventus, che potrebbe arrivare ad offrirgli ben 7 milioni di euro all'anno. Un vero e proprio patrimonio, per uno dei calciatori più pagati e ricchi del mondo.

Il calciatore argentino, infatti, è riuscito ad accumulare una bella cifra nel corso della sua carriera. Non solo, si stima che anche nella prossima stagione, Juve o non Juve, possa continuare a guadagnare e a rimpolpare il proprio conto in banca.

Il patrimonio di Angel Di Maria

Angel Di Maria, come detto, è uno dei calciatori più pagati e ricchi del mondo. Il suo patrimonio, si stima, che ammonti a più di 100 milioni di euro, milione più milione meno. Del resto, l'esterno offensivo argentino nel suo ultimo contratto ha guadagnato ben 7,5 milioni di euro netti.

Il giocatore però ha deciso di lasciare il PSG, dopo la fine della stagione 2021/2022, e adesso per rimpolpare la sua ricchezza dovrà cercare una nuova squadra. Per carità, non temete, Di Maria potrà continuare a vivere alla grande e senza problemi.

Il calciatore, al momento, secondo le stime dei più autorevoli siti che si occupano delle finanze dei giocatori, ha ancora un valore di 12 milioni. Ciò vuol dire che il suo ingaggio non potrà essere tanto più basso rispetto all'ultimo contratto, e quindi dovrebbe ancora aggirarsi sui 7 milioni.

Angel Di Maria è esso stesso un patrimonio per le squadre nelle quali ha giocato. Per questo, la Juventus ha da diversi mesi messo il suo mirino sull'esterno del PSG, puntando soprattutto sul fatto che potesse liberarsi a zero. Difatti questo è quanto è accaduto.

Al momento, però, i bianconeri non si spingono molto oltre con le cifre. Si parla, infatti, di un'offerta di poco superiore ai 5 milioni di euro. La richiesta, come avrete potuto intuire, è di circa 7 milioni. La distanza, però, si trova pure sulla lunghezza del contratto.

Il nativo di Rosario, difatti, vorrebbe un solo anno di contratto alla Juventus. Ciò gli permetterebbe di giocare il suo ultimo mondiale con l'Argentina in Qatar 2022, e poi di svincolarsi a zero per tornare in patria proprio col Rosario Central. La Juventus, invece, vuole offrirgli un contratto di almeno due anni.

Anche il Barcellona su Di Maria

Di Maria è un patrimonio del calcio, e questo lo sa bene il PSG che lo ha appena perso, e lo sa bene anche la Juventus che vuole prenderlo. Inoltre, a saperlo c'è pure il Barcellona che continua a insistere per avere l'anno prossimo le prestazioni dell'argentino al proprio servizio.

Visti proprio i problemi tra i bianconeri e l'attaccante, ecco che il club blaugrana ha decisamente messo in campo gli artigli. Difatti, si parla di una telefonata da parte di Xavi, ex gloria del centrocampo del Barca e oggi allenatore dello stesso club in cui è cresciuto.

A far rallentare il club catalano, tuttavia, ci si mettono i soliti problemi economici. Fare mercato con tutti quei debiti è difficile, quindi ecco che la Juventus potrebbe con i bonus riuscire a convincere Di Maria, magari anche per un anno in più rispetto a quanto voglia l'argentino.

Leggi anche: Dybala all'Inter: ecco le cifre dello stipendio!

Di Maria: il rendimento delle ultime stagioni

Angel Di Maria ha rappresentato un gran patrimonio nelle ultime stagioni per il PSG. L'attaccante argentino difatti ha totalizzato ben 5 gol sia nell'ultima edizione di Ligue 1 che in quella 2020/2021, mentre gli assist sono calati, visto che due stagioni fa ne ha fatti 11, mentre nell'ultima 8.

È stato in Champions League, tuttavia, dove El Fideo (lo spaghetto), è calato decisamente nelle prestazioni, guardando sempre all'ultima stagione. Infatti, nessun gol per lui, e solo un assist. Invece, nella stagione precedente, quella 2020/2021, aveva totalizzato un gol e soprattutto ben 5 assist.

Complice ovviamente l'uscita prematura agli ottavi del suo PSG contro il Real Madrid poi campione, Di Maria è parso comunque poco incisivo in Europa. Anche il campionato, conscio di voler lasciare i parigini, è stato un po' più sottovalutato dall'attaccante argentino, che però ha messo tutto se stesso nella Finalissima contro l'Italia, dove oltre al gol segnato, si è reso protagonista di un'ottima prestazione complessiva.

Leggi anche: AS Roma fuori dalla borsa: i possibili scenari