Chelsea nei guai: club indagato per violazione del fair play finanziario

Il Chelsea è sotto indagine a causa di possibili violazioni del fair play finanziario nel periodo della gestione Abramovich.

Chelsea indagato per violazione del fair play finanziario

Guai in casa Chelsea. Il club londinese è finito sotto indagine per via di possibili violazioni del fair play finanziario di cui la società inglese si sarebbe resa protagonista durante il periodo della gestione Abramovich. Una bella gatta da pelare per i Blues, che rischiano ora seriamente di iniziare la nuova stagione di Premier League con una penalizzazione in classifica.

Il Chelsea indagato per violazioni del financial fair play

Terremoto in Premier League, con il Chelsea attualmente indagato per presunte violazioni di tipo finanziario. Come riportato da Sky Sports UK, il periodo finito sotto indagine è nello specifico quello che va dal 2012 al 2019, stagioni nel corso delle quali proprietario dei Blues era Roman Abramovich.

La Football Association ha ipotizzato dunque irregolarità per quanto riguarda il fiar play finanziario: come riferito dal Times, l'accusa si concentrerebbe in particolare su pagamenti a società offshore che possono essere collegati alle operazioni di compravendita dei calciatori nel corso delle sessioni di calciomercato. Pagamenti di entità considerevole che non sarebbero stati dunque segnalati all'interno delle rendicontazioni inviate poi in seguito alla UEFA, alla FA e alla Premier League.

Cosa rischia il Chelsea

Nel caso in cui le accuse di violazione del fair play finanziario dovessero venire confermate, le sanzioni nei confronti del Chelsea potrebbero essere di vario tipo. Si parte da una semplice ammenda fino ad arrivare a punti da penalizzazione in classifica da dover scontare nel corso del campionato di Premier League che comincerà ufficialmente questo fine settimana con la sfida in programma venerdì 11 tra Burnley e Manchester City.

Tutto questo fa tra l'altro seguito alle indagini della UEFA su alcune irregolarità rilevate da Boehly-Clearlake lo scorso mese di maggio. Il principale organo di governo del calcio europeo ha punito i Blues con una multa di più di 8,6 milioni di sterline a causa di informazioni finanziarie incomplete fornite dal club londinese nel periodo che va dal 2012 al 2019.

In sintesi, un periodo tutt'altro che tranquillo in casa Chelsea. La squadra guidata ora dal tecnico Mauricio Pochettino continua la propria marcia di avvicinamento all'esordio stagionale in Premier League contro il Liverpool di domenica 13 tra mille difficoltà: i londinesi, restando semplicemente sulle questioni di campo, si ritrovano in questi giorni a fare i conti non solo con il pesante infortunio dell'attaccante Nkunku ma anche con l'infinita telenovela legata a Romelu Lukaku.

Leggi anche: Lukaku-Juve, c'è l'accordo: ora la palla passa al Chelsea