Il calcio negli ultimi anni è profondamente cambiato e le spese per acquistare i giocatori sono cresciute notevolmente. La FIFA, per tutelare i club e la bellezza dei questo sport, sta pensando a un nuovo regolamento che determini le commissioni degli agenti dei calciatori. Andiamo a vedere in che modo intende farlo e quando potrebbe partire la rivoluzione.

La crisi economica nel mondo del calcio

Se si paragona il costo dei giocatori dei primi anni del 2000 con quello di oggi si capisce bene che questi è cambiato drasticamente.

Il valore di mercato dei calciatori è salito a dismisura e ora non è facile porre un freno a questa tendenza che cresce anno dopo anno.

A peggiorare la situazione ci sono anche le commissioni degli agenti dei calciatori, che aumentano ulteriormente il costo totale delle operazioni e le rendono meno sostenibili.

Capiamo bene che in questo contesto non è facile per nessuna società sopravvivere, specialmente per quelle che non dispongono di portafogli da miliardari.

Le piccole sono destinate a rimanere piccole e le grandi invece sono destinate a rimare grandi, a meno che le prime non si indebitino fino a rischiare il fallimento.

Le società stanno osservando con maggiore attenzione la propria condizione economica, e lo fanno anche attraverso le spese più oculate e la vendita di giocatori importanti per risanare il bilancio.

Nonostante questo è necessario porre rimedio alla situazione e gli organi di competenza stanno cercando il modo giusto per farlo.

Il problema degli agenti

Se il valore di mercato dei giocatori è cresciuto a dismisura lo si deve a più fattori che collidono, a partire dalle società che sono più abbienti rispetto al passato passando per la forza mediatica che hanno i campioni e, per finire, alle commissioni degli agenti dei calciatori.

Proprio quest'ultime sono aumentate di pari passo all'aumentare del valore degli assistiti, e questo non è un caso.

Mendes, il compianto Raiola e compagni hanno fatto scuola e ora sono molti i procuratori che pretendono commissioni da record.

Anche questo fatto non fa che peggiorare la situazione finanziaria dei club rendendo molto più difficile il trasferimento, o il rinnovo del contratto, dei giocatori di calcio.

Nella sessione estiva di calciomercato della scorsa stagione si è ampiamente discusso della trattativa che ha portato Donnarumma al PSG, ad esempio, per le alte commissioni di Raiola e la distanza che si era creata tra il portiere e il Milan.

Ma questo tipo di situazioni sono ormai quotidiane e i tifosi si sono lentamente abituati, chi non potrà mai abituarsi sono le società che si trovano costrette a intavolare trattative sempre più tortuose e costose.

Le commissioni degli agenti dei calciatori, la FIFA cambia le regole

In questo contesto, che è più una giungla che semplice calciomercato, la FIFA ha tutta l'intenzione di mettere un po' di ordine e per farlo vuole introdurre un regolamento che incida sulle commissioni degli agenti dei calciatori.

Per questo motivo il Consiglio sta lavorando sul Regolamento Agenti, un vademecum vincolante che detta le regole da seguire per agenti e procuratori.

In sostanza, la volontà è quella di frenare questo trend, sempre in crescita, di spese sostenute nei loro confronti in modo da tornare a svolgere un mercato più sostenibile e tutelare il gioco del calcio.

Il testo sarà generalmente più ampio e andrà a legittimare il nuovo modo di compiere i trasferimenti, rendendo le operazioni più trasparenti ed esuli da incertezze.

Entro la fine dell'estate il Consiglio della FIFA dovrebbe completare il nuovo regolamento, di conseguenza a partire da giugno 2023 questo dovrebbe entrare in vigore.

Non verranno imposte nuove norme in questa sessione di calciomercato e nemmeno in quella invernale, ciononostante il prossimo anno, finalmente, ci sarà maggior chiarezza sui limiti che queste nuove figure devono avere.

Quali sono le nuove regole?

Alla luce di quanto detto fino a qui, e dunque del nuovo regolamento che verrà introdotto e che vincolerà le commissioni agli agenti dei calciatori e in generale i trasferimenti, andiamo a vedere quali sono le nuove regole che la FIFA vuole inserire.

Prima di tutto, e uno dei punti più importanti, il Consiglio sta discutendo sul mettere un tetto massimo per gli onorari degli agenti, in modo che questi non diventino troppo esosi e insostenibili.

È molto importante perché sempre più spesso le società lo richiedono, a volte acquistare un giocatore significa spendere soldi come per acquistarne due solamente per le alte spese di commissione.

Un altro punto molto importante, fondamentale potremmo dire, è la reintroduzione della licenza obbligatoria per svolgere il lavoro di agente.

Questo potrebbe eliminare tutta una fetta di praticanti del mestiere incompetenti e che non conoscono in modo approfondito le regole, rendendo più semplici e meno tortuose le operazioni di mercato.

Non sarà inoltre più possibile rappresentare più parti nella stessa trattativa in modo da tutelare in modo migliore l'assistito, in questo senso la rappresentazione multipla sarà limitata.

Le altre regole

Nel paragrafo precedente abbiamo visto come la FIFA intenda finalmente compiere dei passi in avanti nel regolamentare la professione dell'agente.

La reintroduzione della licenza obbligatoria, mettere un limite alle commissioni degli agenti dei calciatori e via dicendo, tutte regole che in questo momento mancano ma che sono indispensabili per mantenere un calcio pulito.

Sempre in quest'ottica, il Consiglio sta lavorando per introdurre un sistema efficace, rapido e trasparente per porre fine alle liti e agli alterchi tra club, calciatori, staff e via dicendo.

L'obiettivo anche in questo caso è di migliorare una parte del sistema che, in questo momento, non è molto efficace.

Si sta poi lavorando per avere una maggiore trasparenza anche sul pagamento degli onorari degli agenti, i quali dovranno venire versati nella nuova Camera di compensazione FIFA.

Novità anche per quanto riguarda la fine della trattativa, una volta compiuta l'operazione di mercato avverrà la pubblicazione dettagliata di quanto ha svolto l'agente, con precisione anche per quanto riguarda costo di commissione oltre che allo svolgimento della trattativa.

Infine, la FIFA intende pubblicare l'intera lista di agenti che svolgono regolarmente la professione, tutelando così giocatori e società da eventuali frodi.

Un calcio più sostenibile con nuove regole

La FIFA attraverso questo nuovo regolamento sta lanciando un messaggio importante, è necessario porre rimedio alla situazione prima che diventi irrimediabile.

Che il calcio abbia subito una trasformazione sostanziale in confronto al passato è sotto gli occhi di tutti, e se questa fosse stata positiva in toto allora non ci sarebbe nulla da dire in merito.

Purtroppo però, come ben sappiamo, la sostenibilità nei trasferimenti è praticamente scomparsa e le cifre sono diventate da record.

Le commissioni agli agenti dei calciatori sono solamente la punta dell'iceberg, ma in ogni caso rappresentano un problema da risolvere e anche alla svelta.

Staremo a vedere le nuove norme che vincoleranno i trasferimenti, nella speranza che la FIFA svolga un buon lavoro.