De Laurentiis accusa Giuntoli in procura per l’affare Osimhen: ecco cosa rischia il Napoli

De Laurentiis in procura a Roma scarica le colpe su Giuntoli, ma nel concreto cosa rischia il Napoli? Ecco cosa sta succedendo.

Aurelio De Laurentiis in procura a Roma per l’affare Osimhen. Nella giornata del 3 aprile 2024, il patron azzurro di sua spontanea volontà ha chiesto e ottenuto di essere ascoltato dai PM della Procura di Roma che si occupano dell’inchiesta che vede il presidente del Napoli indagato per falso in bilancio.

ADL, infatti, è nel mirino degli inquirenti per la trattativa che nell’estate del 2021 ha portato Victor Osimhen nel capoluogo campano per una cifra di 52 milioni di euro più i cartellini di Orestes Karnezis, Ciro Palmieri, Claudio Manzi e Luigi Liguori, valutati complessivamente sui 20 milioni (una cifra apparentemente non corrispondente al loro valore effettivo). In procura, tuttavia, De Laurentiis ha rivolto le accuse a Giuntoli: ora, cosa rischia il Napoli?

La versione di De Laurentiis

Il presidente azzurro ha riportato agli inquirenti quello che sarà anche scritto dai legali nella sua memoria difensiva, presto recapitata presso la Procura di Roma, alla quale spetta poi il compito di decidere per il rinvio a giudizio o l’archiviazione dell’inchiesta. Il contenuto dell’audizione, durata due ore, è stato rivelato dal Fatto Quotidiano, con De Laurentiis che ha tirato in ballo il suo ex ds Cristiano Giuntoli, il quale però non risulta al momento indagato:

È stata una trattativa puramente sportiva. E sportive erano state le valutazioni dei calciatori, anche dei giovani. L’ha condotta per intero l’ex direttore sportivo Giuntoli. Io non credo nemmeno di averlo mai conosciuto il presidente del Lille.

Il patron dei partenopei ha anche rivelato come il Lille avesse ricevuto offerte di 70 milioni cash per Osimhen, decidendo però di accettare quella del Napoli in quanto credeva pienamente nelle potenzialità dei tre giovani primavera inseriti nella trattativa. ADL, inoltre, si è difeso dalle accuse in merito all’affare Osimhen e ha specificato come quello azzurro sia un club sano, il quale non necessita di fare plusvalenze o operazioni del genere per sistemare i propri conti.

De Laurentiis accusa Giuntoli: cosa rischia il Napoli?

Per quanto riguarda le conseguenze sportive, tutto dipende dalla Procura FIGC, la quale ha acquisito gli atti dell’indagine di Napoli e acquisirà i nuovi atti di Roma.

La Juventus nella stagione 22/23 è stata condannata proprio per le plusvalenze fittizie, ma in quel caso l’impianto accusatorio parlava di sistema, in quanto ripetuto più volte, con l’articolo utilizzato che faceva riferimento alla slealtà sportiva e non alla violazione finanziaria.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate