Club di Serie A indebitati col Fisco: ecco la classifica

Si prospetta un fine 2022 da brividi per i club di Serie A, ora costretti a risanare i debiti col fisco. Ecco la classifica delle società più indebitate.

Debiti Serie A

Il calcio italiano trema ancora una volta.

Dopo il caos plusvalenze che ha colpito la Juventus, con annesse dimissioni del Cda, che sfocerà nel “Processo Prisma”, l’intera Serie A si trova a fronteggiare la pesante esposizione debitoria nei confronti del fisco.

Il diniego del nuovo Governo allo “spalmadebiti”, infatti, costringerà le società di serie A al versamento dei contributi Irpef che era stato sospeso per aiutare i club di calcio durante il periodo pandemico.

Qual è il termine entro cui bisognerà coprire i debiti col fisco? Quali sono i club di Serie a più indebitati?

Club Serie A indebitati col fisco: la situazione

Stando ai dati raccolti, il debito complessivo dei club di Serie A nei confronti del fisco si aggirerebbe intorno ai 500-600 milioni di euro.

Come riportato dal “Sole 24 Ore”, il Governo non concederà una rateizzazione dei debiti, e, nel caso in cui le società di Serie A non troveranno una soluzione entro il 22 dicembre, il rischio di multe e penalizzazioni è concreto.

Ma quali sono i club di serie A più indebitati?

Debiti Serie A: la classifica

La classifica (esclusivamente calcistica) di Serie A vede al momento in testa il Napoli di Spalletti, quella relativa ai debiti col fisco, invece, l’Inter con circa 50 milioni di arretrati.

Dopo i nerazzurri, seguono le romane con cifre intorno ai 40 milioni di euro di debiti.

Tra i top club, in una posizione migliore, seppur non tranquilla, troviamo Napoli, Fiorentina e Milan, rispettivamente in debito per 25,15 e 10 milioni di euro.

La Juventus, invece, dovrebbe pagare circa 30 milioni di euro, ma non l’abbiamo inserita in classifica dato che il caos plusvalenze potrebbe rendere la situazione dei bianconeri molto più critica di quanto non sia già.

Secondo le fonti che si stanno occupando del caso, le maggiori società di Serie A, seppur a fatica, dovrebbero riuscire a risanare il debito. Molto più in difficoltà società come Sampdoria ed Hellas Verona, costrette ora ad una battaglia che trascende la mera retrocessione dalla Serie A.

Non resta che aspettare il 22 dicembre, ma il calcio italiano è sempre più traballante.