Chi è Edoardo Casalone, tutto sull'assistente di Pozzecco

L'Italbasket è approdato ai quarti di Eurobasket dopo aver battuto la Serbia di Jokic in un match incredibile. Anche la panchina azzurra si è dimostrata grande grazie a Edoardo Casalone. Ecco chi è l'assistente di Pozzecco.

Image

Dopo la super partita contro la Serbia, l'Italbasket si appresta ad affrontare la Francia domani ai quarti di Eurobasket. In panchina tornerà Pozzecco dopo essere stato allontanato nel terzo quarto, mentre il suo assistente Edoardo Casalone ha preso le redini della squadra. Ecco chi è il sostituto del Poz quando viene espulso.

Chi è Edoardo Casalone

Edoardo Casalone nasce il 12 agosto 1989 a Valenza, vicino Alessandria. Gioca a basket con le giovanili della Junior Libertas Casale Monferrato, poi passa alla prima squadra. In seguito diventa anche allenatore delle giovanili e poi dei più grandi di età.

Nel 2013 è nello staff del Don Bosco Livorno in Serie B mentre poi nel 2014 passa al Derthona Basket, come assistente in A2. Nel 2018 si trova nella Dinamo Sassari dove arriva ad allenare Gianmarco Pozzecco, e qui i due stringono un grande legame che infatti dura tutt'oggi.

In Sardegna, Edoardo Casalone ci resta fino al 2020/2021 per poi poi passare nella stagione successiva, la scorsa, alla guida del Basket Torino, per la prima volta da capo allenatore. Inoltre, come abbiamo potuto ben vedere, si trova sempre nello staff di Pozzecco che nel frattempo è diventato guida tecnica dell'Italia.

Leggi anche: Il Monza esonera Stroppa, il nuovo allenatore sarà Raffaele Palladino

Italia-Serbia

Nel terzo quarto di Italia-Serbia, partita valevole per l'accesso ai quarti di finale di Eurobasket, Pozzecco riceve il secondo tecnico della partita e quindi come vogliono le regole viene espulso dal campo. Il Poz inizia a salutare tutta la sua panchina e i propri giocatori in campo, prima di salutare anche la panchina serba.

A quel punto Edoardo Casalano diventa l'head coach, il capo allenatore, dell'Italbasket e soprattutto i nostri giocatori salgono in cattedra. A quel punto della partita siamo dietro i serbi ma non lontani, e da lì a poco dopo l'espulsione dell'allenatore gli azzurri passano all'attacco e soprattutto scavalcano gli avversari.

Spissu, Melli e Polonara giocano a livello NBA, soprattutto il primo che con Pozzecco in campo stava facendo una partita per lui normale, con pochi punti e assist. Dopo l'espulsione ecco che si è trasformato diventando l'MVP del match con ben 22 punti.

Melli invece ha iniziato a giganteggiare sia in attacco che in difesa, soprattutto insieme ai suoi compagni è riuscito a fermare più volte Nikola Jokic, centro dei Nuggets e due volte MVP della regular season NBA. A metterci poi la ciliegina sulla torta ci ha pensato il solito Simone Fontecchio, futuro agli Utah Jazz, che ha murato proprio il gigante serbo per poi involarsi a canestro subendo pure un fallo per arrivare al gioco dei tre punti.

Il rapporto tra Casalone e Pozzecco

Come suddetto, Edoardo Casalone e Gianmarco Pozzecco si conoscono dal 2018, quando ques'ultimo era alla guida della Dinamo Sassari. Da allora in poi, il rapporto tra i due è diventato molto forte, tanto che i due sono molto amici e soprattutto inseparabili sul parquet.

Addirittura, non è stata la prima volta che il Poz ha subito un'espulsione e a prendere le redini della squadra ci fosse Casalone. Anzi, in Sardegna era già successo ben otto volte, e per tutte queste volte la squadra ha poi sempre vinto. Adesso, dopo la vittoria contro la Serbia sono nove successi su nove. È chiaro come Pozzecco con questa strategia cerchi pure di dare un messaggio ai suoi giocatori, che devono dare tutto.

Italia vs Francia

Dopo gli ottavi vittoriosi contro la Serbia, Eurobasket ci mette difronte alla sfida-rivincita contro la Francia. Ai quarti, infatti, l'Italia affronterà i transalpini che un anno fa alle Olimpiadi di Tokyo ci hanno fatto fuori alla fase a eliminazione diretta.

Di certo, gli azzurri dovranno avere negli occhi quella schiacciata in reverse di Rudy Gobert, stella dei bleu, che era assolutamente inutile ai fini dei risultati. È molto probabile che l'Italbasket sarà cementata attorno a questa azione dal suo allenatore Pozzecco che spingerà molto per ottenere più carica e a sua volta darla ai suoi giocatori, per rifare un'altra impresa storica.

Leggi anche: Fuorigioco semiautomatico in Serie A a partire da ottobre: la Lega ci pensa