Francia-Australia, dove vederla in tv e probabili formazioni

La Francia è pronta a fare il suo esordio in campo ai mondiali, nella partita contro l'Australia. Ecco dove vederla in tv e le probabili formazioni.

Mbappé Francia mondiali 2022

I campioni del mondo in carica della Francia, pur senza la mediana titolare di quattro anni fa, sono pronti e carichi per la partita contro l'Australia, che rappresenta l'esordio mondiale. Ecco dove vederla in tv e le probabili formazioni.

Francia-Australia, dove vederla in tv

Francia-Australia chiude il girone D, che si apre alle ore 14 con Danimarca-Tunisia. Per vederla in tv la seconda partita di questo raggruppamento, si potrà semplicemente accendere la televisione e mettere su Rai 1, quindi la visione è in chiaro.

Non solo, perché l'azienda televisiva di stato italiana, permette anche di vedere il match in 4K, per i dispositivi abilitati, sul canale 210 del digitale terrestre. Inoltre, chi ha la smart tv, potrà vedere Mbappé e compagni su RaiPlay. L'orario di inizio della partita è alle ore 20.

La formazione della Francia

La Francia è pronta a scendere in campo per la prima partita dei mondiali 2022 in Qatar, conscia che ripetersi sarà molto difficile, ma non impossibile, vista la sua forza, al netto degli infortuni pesanti degli ultimi giorni.

Didier Deschamps, forse alla sua ultima avventura sulla panchina dei blues, dovrebbe applicare il solito 4-3-3, con in campo: Lloris; Pavard, Varane, Upamecano, L. Hernandez; Tchouaméni, Fofana, Rabiot; Mbappé, Giroud, Griezmann.

Leggi anche: Danimarca-Tunisia: dove vederla in TV e probabili formazioni

La formazione dell'Australia

L'Australia certamente avrà gioito dell'ennesimo infortunio occorso alla Francia nell'ultimo periodo, quello di Karim Benzema, tuttavia, è ovvio che è molto difficile per gli aussie riuscire a strappare anche solo un punto ai campioni in carica.

Graham Arnold però non è parso spaventato nella conferenza stampa, quanto piuttosto vuole vedere i suoi fare una bella figura contro gli uomini di Deschamps.

Per farlo, il CT australiano schiera un 4-3-3 con in campo: Ryan; Karacic, Souttar, Rowles, Behich; Hrustic, Mooy, Irvine; Leckie, Duke, Goodwin.

Il momento della Francia

La Francia è la nazionale campionessa mondiale in carica, e per questo è tra le favorite per vincere nuovamente il mondiale. Certo, però, gli infortuni in mediana ne compromettono la forza in mezzo al campo, lì dove quattro anni fa hanno spadroneggiato.

L'assenza di Kanté e Pogba, non aiuta Deschamps e i suoi a dormire sogni tranquilli per la notte, però permetterà al CT ex allenatore tra le altre della Juventus, di poter inserire prima del tempo un giocatore dalla grande qualità come Camavinga, che rappresenta il presente e soprattutto il futuro della Francia.

Come se non bastasse, tuttavia, la nazionale transalpina ha dovuto rinunciare nelle ultime ore pure a Benzema, facendo perdere al mondiale 2022 in Qatar l'ultimo pallone d'oro.

Il tridente blue è comunque fortissimo, vista la compresenza di Mbappé, Giroud e Griezmann, tuttavia il nove del Real Madrid avrebbe aggiunto qualità e quantità che servono a tutte le squadre del mondo, di club o di nazionale che siano.

Il momento dell'Australia

L'Australia si è rallegrata ovviamente dopo aver visto una Francia un po' martoriata dagli infortuni, ma non per questo si può dire completamente a proprio agio nell'affrontare subito i campioni del mondo in carica.

Tra l'altro, anche la nazionale down under deve fare i conti con i problemi fisici, visto l'infortunio occorso a Martin Boyle, calciatore dell'Hibernian, che è stato sostituito da Marco Tilio, esterno del Melbourne City, dal cognome tipicamente italiano.

È chiaro, poi, che il CT Arnold abbia anche detto in conferenza stampa, che bisogna stare attenti non solo a Mbappé ma a tutti i calciatori francesi. Questo perché altrimenti guardando solo uno di essi, vieni infilato continuamente dagli altri.

Il girone D

Come suddetto, Francia e Australia giocheranno stasera la seconda partita del girone D dei mondiali in Qatar, sapendo già il risultato di Danimarca-Tunisia. È inutile dire, quindi, che proprio le due nazionali europee sono le favorite per il passaggio del turno.

Tutto, ovviamente, dipenderà da cosa riuscirà a fare la squadra nordafricana, in quanto a differenza dell'Australia, sembrerebbe di qualità maggiore e in grado di poter impensierire i campioni in carica.

Leggi anche: Messico-Polonia: dove vederla in TV e probabili formazioni