Sampdoria, Giampaolo esonerato: chi sarà il sostituto

Il pesante 0-3 interno nella gara di Serie A contro il Monza è costato caro a Giampaolo, chi sarà il sostituto sulla panchina della Sampdoria del tecnico appena esonerato.

Image

Momento di grandissima crisi in casa Sampdoria. La squadra blucerchiata si è resa protagonista per ora di un inizio di stagione a dir poco da dimenticare, con questo nuovo campionato che è stato caratterizzato dalla peggiore partenza possibile. Il ruolino di marcia della formazione genovese e impietoso, con i numeri che parlano chiaro: due soli punti in classifica dopo otto giornate disputate, frutto di due pareggi e di ben sei sconfitte. Uno score altamente negativo che nessuno alla vigilia dell'avvio del campionato si sarebbe probabilmente aspettato, con il tecnico Marco Giampaolo di conseguenza esonerato. La società è quindi in queste ore alla ricerca di un sostituto per raddrizzare la situazione.

Sampdoria, Giampaolo esonerato: la società cerca il sostituto

Il cammino della Sampdoria in questo campionato di Serie A è stato fin qui da incubo. Dopo una stagione, quella scorsa, enormemente complicata, con l'esonero di D'Aversa e con una salvezza conquistata soltanto nelle ultimissime fasi della Serie A, quest'anno le cose stanno andando per il momento addirittura peggio, con la squadra in enorme difficoltà e al momento all'ultimo posto della classifica anche se a pari punti con la Cremonese

L'esordio stagionale della formazione blucerchiata è stato subito caratterizzato da una sconfitta, quella interna per 2-0 contro l'ormai lanciatissima Atalanta di Gian Piero Gasperini. Nel secondo turno erano invece arrivati segnali altamente positivi con il punto strappato alla Juventus al termine di una partita terminata sul punteggio di 0-0. Da lì, però, la squadra di Giampaolo ha perso totalmente la bussola, collezionando sconfitte su sconfitte. Al pesantissimo 0-4 dell'Arechi contro la Salernitana hanno fatto seguito infatti anche i ko contro Verona, Milan, Spezia e Monza, con in mezzo un 1-1 interno agguantato allo scadere contro la Lazio di Maurizio Sarri.

L'ultimo tonfo, quello di domenica contro il Monza nella partita valida per l'ottava giornata del campionato di Serie A, è alla fine costata la panchina a Marco Giampaolo, finito inevitabilmente con l'essere esonerato dalla propia società, Contro i brianzoli ora guidati da Palladino e galvanizzati dal successo per 1-0 contro la Juventus prima della sosta, i liguri hanno dimostrato di essere in uno stato di profonda crisi, capitolando per 3-0 sotto i colpi di Pessina, Caprari e Sensi. Una prestazione da dimenticare, che tiene la squadra inchiodata all'ultimo posto in classifica con due punti e che ha convinto la proprietà ad andare alla ricerca di un sostituto per la guida tecnica della squadra.

Sampodoria, i possibili nomi per il dopo Giampaolo

I due punti in classifica dopo otto giornate del campionato di Serie A con soli quattro gol fatti e ben tredici subiti in coabitazione con la Cremonese hanno convinto la dirigenza della Sampdoria ad esonerare Marco Giampaolo, mai in grado di guidare la propria squadra e di dare un gioco e un'identità chiara e precisa ai suoi uomini. La gara contro il Monza, diretta concorrente per la corsa alla salvezza, avrebbe dovuto rilanciare i genovesi, che però sono incappati al contrario in una sconfitta enormemente dolorosa. 

Il campionato è ancora nelle sue fasi iniziali, ma il cammino intrapreso dalla squadra resta preoccupante. Per dare una svolta alla stagione e per non rischiare di complicare ulteriormente una situazione già estremamente complicata, la Samp sta dunque valutando alcuni profili da mettere alla guida della squadra. Per il momento, con sullo sfondo la prossima gara di campionato contro il Bologna in programma l'otto ottobre, la panchina verrà affidata a Francesco Tufano, ovvero il tecnico della Primavera dei blucerchiati.

Per quanto riguarda invece il sostituto vero e proprio di Giampaolo, il cui esonero è arrivato in segutio al comunicato ufficiale da parte del club, i nomi sul taccuino sarebbero per adesso principalmente due. Si tratta di Roberto D'Aversa, esonerato nel corso della scorsa stagione e ancora dunque sotto contratto con i blucerchiati fino al prossimo 30 giugno, e di Claudio Ranieri, già tecnico dei blucerchiati due anni fa e già in grado di condurre la squadra verso l'obiettivo della salvezza.