Chi è Giovanni Martusciello, l’allenatore della Lazio che deve sostituire Maurizio Sarri

Dopo le dimissioni di Maurizio Sarri, Giovanni Martusciello è stato scelto come nuovo allenatore della Lazio: ecco chi è e che squadre ha allenato.

Giovanni Martusciello è stato scelto come allenatore ad interim della Lazio, dopo le dimissioni di Maurizio Sarri, rassegnate a seguito degli ultimi risultati e alla luce di rapporti ormai troppo logorati con i suoi giocatori. Insomma, la situazione sembrava ingestibile e portare avanti il suo compito sulla panchina biancoceleste non era possibile. Ecco chi è Giovanni Martusciello, che per la seconda volta in carriera occupa il ruolo di primo allenatore.

Dalla Serie C alla Serie A: ecco chi è Giovanni Martusciello

La carriera calcistica di Martusciello inizia nel vivaio dell’Ischia Isolaverde, dove entra in pianta stabile in prima squadra a 16 anni. Esordisce in Serie C1 nel 1989. L’anno successivo la squadra retrocede. Nella stagione 1990/1991 diventa titolare della squadra, giocando 32 partite e segnando 2 reti.

Dopo altre 4 stagioni, in cui gioca per non retrocedere, viene acquistato dall’Empoli, allenato da Luciano Spalletti. In due anni ottengono una doppia promozione che li porta a giocare addirittura in Serie A e Martusciello, nel ruolo di esterno, è uno degli uomini chiave. Nella sua prima stagione in Serie A, mette a segno 6 reti, di cui una alla Fiorentina, regalando ai suoi tifosi la gioia di vincere il derby toscano per la prima volta nella storia.

Nel 1999 passa al Genoa, ma complici dei problemi di ambientamento, rescisse il contratto e tornò a giocare in Serie C1, al Palermo. Tuttavia, a causa di una serie di infortuni, di lì a poco la sua carriera da calciatore si è interrotta.

Il ruolo da allenatore e la carriera lontana dai riflettori

La sua carriera da allenatore inizia a Empoli, dove allena le giovanili dal 2006 al 2009, anno in cui sale in prima squadra come assistente di Salvatore Campilongo, per poi diventare vice di Alfredo Aglietti.

Quando Maurizio Sarri diventa allenatore dell’Empoli, sceglie Martusciello come collaboratore. Rimane nella squadra toscana anche quando Marco Giampaolo diventa allenatore, tornando ad essere allenatore in seconda.

Nel 2016 ecco la grande chance, perché Martusciello, dopo l’addio di Giampaolo, viene scelto per condurre la squadra alla salvezza. La squadra gioca un campionato tranquillo e la salvezza sembra una cosa ormai raggiunta, ma nelle ultime partite di campionato – incredibilmente – i toscani si fanno recuperare ben 11 punti dal Crotone e la stagione si chiude con la retrocessione.

Non riconfermato, nel 2017 entra nello staff del suo ex allenatore Luciano Spalletti, nel ruolo di collaboratore tecnico. Lavorerà all’Inter fino al 30 giugno 2019, quando Spalletti viene esonerato e sostituito con Antonio Conte.

Nel luglio dello stesso anno torna a lavorare con Sarri, alla Juventus. Martusciello è chiamato a farne le veci all’inizio della stagione, quando l’allenatore è costretto a fermarsi per un periodo di convalescenza. Nonostante la vittoria del campionato però, Sarri e il suo staff vengono esonerati.

Dopo un anno di inattività, torna a lavorare nel ruolo di vice, ancora per Sarri, ma questa volta alla Lazio. Lo sostituisce in più occasioni sulla panchina, a causa di squalifiche ricevute dall’allenatore, e il 13 marzo – quando Sarri si dimette dal ruolo di allenatore – viene incaricato di assumere la guida della squadra e traghettarla fino a fine stagione.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate