Chi è Haaland? Domanda più che lecita, se non si conosce bene il mondo del calcio. Ma tutti i tifosi e gli appassionati di questo sport hanno bene in mente la sua identità. Si tratta infatti del nuovo acquisto del Manchester City, che si unirà alla corte di Pep Guardiola a partire dal primo luglio.

Chi è Haaland

Erling Haaland è nato il 21 luglio del 2000 nella città di Leeds. Questo, per via della sua famiglia che in quel periodo abitava proprio nella cittadina del West Yorkshire. Suo padre, Alf-Inge Haaland, è stato infatti un calciatore professionista.

E in quel periodo ben preciso, la sua squadra di appartenenza era proprio il Leeds, attualmente militante in Premier League. Ed è anche per questo motivo, che la nazionale dell'Inghilterra lo avrebbe potuto convocare tra le loro trafile. Tuttavia, il calciatore ha scelto di giocare per la Norvegia.

Allo stato attuale, è senza alcun dubbio uno dei migliori prospetti del calcio mondiale. Le sue qualità fisiche e tecniche, inoltre, lo rendono uno dei migliori attaccanti in circolazione. Questo, a prescindere dai requisiti anagrafici che egli possiede. Che rappresentano comunque un grande vantaggio.

La carriera del giocatore

Tra i tanti aspetti che aiutano a capire chi è Haaland, uno dei più importanti è sicuramente quello sulla sua carriera. L'esordio nel calcio professionistico, per il norvegese classe 2000, è avvenuto infatti nell'annata del 2015/2016.

La sua squadra di origine, ovvero il Bryne, gli ha permesso infatti di compiere il suo glorioso esordio in prima squadra. Successivamente, è avvenuto poi il passaggio al Molde, tramite il quale si è potuto apprezzare meglio il suo ottimo potenziale. In 39 partite con la squadra, infatti, l'attaccante ha segnato ben 16 reti.

Una media ottima, considerando soprattutto la sua giovane età. In seguito, c'è stato poi il suo primo salto di qualità effettivo, grazie all'interesse mostrato dal Salisburgo nei suoi confronti. Interesse che si è poi dimostrato essere una trattativa di acquisto vera e propria.

Con 17 reti in 16 partite giocate con il club austriaco, Haaland si è dimostrato a tutti gli effetti un giocatore potenzialmente in grado di entrare nella storia. Cosa che effettivamente, grazie ad uno straordianrio record siglato, è accaduta.

Nella partita di Champions League che il club del Salisburgo ha giocato contro il Genk, è accaduto qualcosa di veramente sorprendente. Infatti, Erling Haaland ha realizzato una tripletta in soli 45 minuti di gioco, divenendo così il secondo calciatore più giovane a realizzare una tripletta al suo esordio in Champions League.

Il primo posto in questa speciale classifica, è ricoperto da Wayne Rooney. A soli 18 anni e 340 giorni di età, Wayne Rooney realizzò una tripletta nella gara di Champions League vinta contro il Fenerbahçe nel lontano 28 settembre 2004.

Tra record e soddisfazioni personali di un certo spessore, per il fuoriclasse norvegese è arrivata poi la svolta definitiva, almeno per quel momento. Il Borussia Dortmund, infatti, ha acquistato il giocatore nel 29 dicembre del 2019. Pagando infatti la clausola di 20 milioni che ha consentito al club tedesco di garantirsi le prestazioni dell'attaccante.

L'acquisto del Manchester City

Le sontuose prestazioni di Haaland, non sono sicuramente passate inosservate. Le principali squadre presenti in Europa, infatti, si sono fatte avanti per poterselo accaparrare senza troppi sforzi. Così, ad aver avuto la meglio è stato il club inglese del Manchester City.

Il 10 maggio 2022 è stata infatti ufficializzata la notizia riguardante l'acquisto da parte della squadra allenata da Pep Guardiola del giocatore norvegese. Attualmente, finirà la stagione al Borussia Dortmund e a partire dal primo luglio si potrà unire al club inglese.

Le cifre dell'affare, benché siano presumibilmente alte, non sono comunque state rese note ufficialemente. Non ancora, almeno. Per il momento, si parla infatti di una clausola versata dal Manchester City che ammonta intorno ai 75 milioni.

Molti tifosi, sono molto fiduciosi sull'apporto che l'attaccante norvegese sarà in grado di dare alla squadra. Consapevoli ovviamente del fatto che, per potersi ambientare al meglio, ci vorrà pur sempre del tempo. Tempo che, almeno per ora, non è quantificabile.

Ma in ogni caso, un campionato di livello come quello inglese farà sì che le qualità del calciatore norvegese, attualmente di proprietà del Borussia Dortmund, possano emergere in maniera veloce e soprattutto duratura. Nonostante Guardiola non abbia mai avuto a che fare con degli attaccanti dalle caratteristiche del norvegese, tutti quanti sono fiduciosi nel fatto che il noto tecnico spagnolo sarà in grado di dargli il giusto valore.

Ma soprattutto, in grado di dargli anche i giusti compiti. In base a quelle che sono ovviamente le sue peculiarità principali. Ovvero il fisico, la rapidità, ma soprattutto una discreta tecnica che non a caso lo rende, al di là di ogni requisito anagrafico, uno degli attaccanti più pericolosi in circolazione allo stato attuale.

Le cifre dell'accordo

Le cifre dell'accordo che ha portato Haaland ad essere chi è oggi, sono ben diverse da quelle che si conoscono. Tendenzialmente, un attaccante di questo spessore lasciava presagire a degli scenari economici decisamente differenti. Tuttavia, a quanto pare non è stato affatto così.

Alla corte di Pep Guardiola, innanzitutto, è bene capire quale sia il tipo di giocatore approdato. Seppur non ancora in via ufficiale, naturalmente. Si tratta dunque di un attaccante dalle potenzialità fisiche e tecniche davvero superlative, che lo rendono una macchina da gol vera e propria, stando anche a quello che i numeri sono in grado di testimoniare.

Parlando proprio di numeri, si può capire come effettivamente le cifre dell'accordo siano molto diverse da come ce le si immagina. Infatti, si parla di un accordo che originariamente sarebbe dovuto essere di 75 milioni di sterline. Tuttavia, si ipotizza che la cifra in questione sia decisamente inferiore.

Le 60 milioni di sterline ipotizzate, sono dunque un qualcosa che in fin dei conti si potrebbe rivelare corrispondente alla realtà dei fatti. Per il resto, non si percepisce granché, soprattutto dal post pubblicato proprio dal Manchester City inerente alla trattativa:



Dunque, le cifre in questione potrebbero essere valide solamente fino ad un certo punto. Ma in ogni caso, si parla comunque di una situazione che potrebbe essere resa decisamente più chiara a breve. Dunque, visto soprattutto lo spessore di una trattativa simile, vale decisamente la pena di aspettare.

La finestra di mercato estiva, potrebbe inoltre garantire anche altri acquisti. Al netto di ciò, è bene proiettare tutte le proprie attenzioni al futuro che verrà. Al calcio estero così come a quello italiano, che potrebbe rivelarsi altrettanto spettacolare in ottica di mercato.

Leggi anche: Dybala all'Inter: ufficiale? Ancora no, ma la Joya ha deciso