Torna l'appuntamento con il grande calcio internazionale, la Nazionale Azzurra sarà impegnata nella Finalissima questa sera con l'Argentina di Messi e compagni. Una partita che si preannuncia spumeggiante e che Mancini vuole aggiudicarsi a tutti i costi. Ecco le probabili formazioni di Italia-Argentina e dove vederla in TV.

Quando e dove si gioca

La cosiddetta Finalissima, ovvero la Coppa dei Campioni Conmebol-Uefa, torna in scena con la super sfida tra Italia e Argentina.

Le due squadre si sono aggiudicate le rispettive competizioni continentali e ora sono pronte a darsi battaglia in una partita sensazionale.

La sfida andrà in scena al Wembley di Londra, uno stadio che evoca bei ricordi nella mente di ogni tifoso italiano ma che questa sera vedrà gli azzurri scendere in campo con tutt'altro tipo di umore.

Infatti, la nostra Nazionale non è riuscita ad ottenere la qualificazione ai Mondiali in Qatar, e questo nonostante l'impresa degli ultimi Europei.

Per la seconda volta consecutiva dunque, non potremo fare il tifo per gli Azzurri nella competizione calcistica più importante al mondo, e di questo tutto l'ambiente ne sta risentendo.

Italia Argentina si disputerà questa sera, il primo giugno, alle ore 20.45 italiane nello stadio inglese di Wembley.

Dove vederla

Prima di vedere le probabili formazioni di Italia-Argentina è importante andare a capire dove si potrà vedere in TV, dato che saranno in molti i tifosi a seguire la partita da casa.

Lo stadio di Wmbley è molto capiente ma la maggior parte degli italiani si godranno la partita tra le mura domestiche e potranno farlo seguendola su Rai 1.

Chi invece volesse vederla in diretta streaming potrà farlo direttamente su Rai Play, il portale online ufficiale della Rai.

In streaming si potrà utilizzare la piattaforma sia su smartphone che su tablet, PC e smart tv.

Non sarà necessario essere in possesso di nessun abbonamento dunque, la visione della partita sarà interamente gratuita.

Italia-Argentina: le probabili formazioni

Tra scelte obbligate e decisioni tecniche Mancini e Scaloni hanno deciso chi scenderà in campo questa sera in una partita che si preannuncia spettacolare.

Ecco le probabili formazioni di Italia-Argentina:

Italia (4-3-3): Donnarumma; De Silvestri, Bonucci, Chiellini, Emerson palmieri; Pessina, Jorginho, Barella; Bernardeschi, Belotti, Raspadori.

Argentina (4-3--3): Emiliano Martinez; Molina, Romero, Otamendi, Acuna; De Paul, Rodriguez, Lo Celso; Messi, Lautaro Martinez, Di Maria.

Mancini deve fare i conti con qualche infortunio di troppo, come quello di Insigne prontamente sostituito da Raspadori che avrà una grande occasione per mettersi in mostra.

Poche sorprese invece nel reparto difensivo con Chiellini e Bonucci che rimangono il fulcro della retroguardia azzurra.

Scaloni invece utilizzerà il 4-3-3 ma la sua interpretazione, come di consueto, dipenderà dalla posizione di Leo Messi che interpreta la posizione di ala destra in modo atipico.

Curiosità anche su Di Maria, promesso sposo della Juventus che ha disputato un'ottima stagione e che ora è in procinto di salutare il Paris Saint Germain.

Che cos'è la Finalissima? Chi l'ha vinta in passato?

Sono in molti a non conoscere la Finalissima ed è per questo che, dopo aver visto le probabili formazioni di Italia-Argentina, andremo a parlare di quale sia stata la sua storia.

Quella di questa sera sarà la terza edizione di questa speciale competizione che vede coinvolte la vincitrice degli Europei e della Copa America.

Gli organizzatori sono la Uefa e il Conmebol che, in modo congiunto, danno vita a una sfida molto affascinante.

Una specie di Supercoppa per Nazionali che in questo caso vede sfidarsi la squadra di mancini contro quella di Scaloni.

In passato ci sono state solamente altre due edizioni, una nel 1985 e una nel 1993, ad aggiudicarsele sono state rispettivamente Francia e Argentina e la denominazione del trofeo era Coppa Artemio Franchi.

Non sappiamo se a partire da quest'anno il trofeo verrà messo in palio con una maggiore frequenza, possiamo però dire che ne gioverà sicuramente lo spettacolo.

Gli umori delle due squadre

Italia e Argentina arrivano a Wembley con umori opposti, derivanti perlopiù dalle qualificazioni ai Mondiali.

L'Italia, dopo il miracolo compiuto vincendo gli Europei, fallisce l'importantissimo appuntamento nelle qualificazioni per la coppa del Mondo e per la seconda volta consecutiva rimane esclusa.

Il Mondiale in Qatar doveva essere quello del riscatto, soprattutto alla luce del bel percorso svolto fino a qualche mese fa.

Dopo la vittoria nella coppa continentale, però, qualcosa si è rotto negli ingranaggi degli Azzurri che hanno prima perso la vetta del girone, e poi hanno perso anche agli spareggi contro l'abbordabile Macedonia del Nord.

L'Argentina invece ha disputato un girone di qualificazione senza intoppi e ha ottenuto il pass senza grosse difficoltà, a riprova del suo recente dominio in Sud America.

Le due squadre si presentano a Wembley dunque con umori molto diversi, l'Italia con poche certezze ma con una grande voglia di rivalsa, l'Argentina con la sicurezza di chi è consapevole della sua forza.

Chi è la favorita

Una volta viste le probabili formazioni di Italia-Argentina cerchiamo di capire quale tra le due squadre parte come favorita.

Se la difesa argentina non è da considerarsi sullo stesso livello di quella italiana possiamo fare il discorso inverso per l'attacco.

Messi, Lautaro Martinez e Di Maria, tre pezzi da novanta che sono in grado da soli di spostare gli equilibri di una partita, anche di grande caratura come quella di questa sera.

L'Italia potrà contare sulla coppia Bonucci-Chiellini per arginare questo super trio, e cercherà di sfruttare la voglia di mettersi in luce di Raspadori per fare male agli avversari.

Proprio quest'ultimo potrà essere la sorpresa della serata, sarà curioso vedere come reggerà la pressione in una partita così dura e sotto i riflettori.

Il giocatore del Sassuolo ha molto mercato e questa potrà essere la partita giusta per far vedere al mondo il suo valore.

Considerando il morale, i giocatori che partiranno titolari e lo stato di forma, l'Argentina parte come favorita anche se la nostra Italia sa sempre come stupirci e rimane un'avversaria ostica, oltre che la campionessa d'Europa in carica.

Messi contro Chiellini

Quella di questa sera sarà l'ultima partita di Chiellini in Nazionale oltre che l'ultima partita in questo continente, dato che a fine stagione lascerà la Juventus per accasarsi negli Stati Uniti.

Questa sera sarà l'ultima volta in cui lo vedremo giocare ad altissimi livelli rinnovando il duello epico contro Messi, dopo che i due si sono già affrontati in Champions League.

Due giocatori che hanno fatto parte di una generazione calcistica che ormai sta appendendo gli scarpini al chiodo, ultra trentenni dall'immenso valore che in ogni duello si sono sempre rispettati.

L'atto finale di una rivalità, quella tra difensore e attaccante, che mancherà molto ai tifosi.

Difensori/marcatori come Chiellini non ci sono quasi più nel calcio moderno, di attaccanti dalla qualità di Messi, forse, se ne contano sulle dita di una mano ma per fortuna continuerà a illuminare ancora.