Questa sera allo Stadio Olimpico di Roma si giocherà la finale di Coppa Italia tra Juventus e Inter, e sarà la prima volta in cui una partita italiana sbarca nel Metaverso. 170 Paesi collegati contemporaneamente, e molti modi diversi di godersi questa emozionante finale che sarà destinata a portare una grande innovazione anche per il futuro.

Juventus-Inter nel Metaverso

La finale di questa sera sarà rivoluzionaria, rappresenterà uno di quei momenti destinati a dare una svolta epocale nella trasmissione e visione delle partite.

La partita tra Juventus e Inter sbarcherà nel Metaverso e da questa sera in poi nulla sarà più come prima, potremmo dover abbracciare questo nuovo modo di vedere il calcio ma siamo sicuri che lo spettacolo non mancherà.

Con la tecnologia che ogni giorno avanza e fa passi da gigante anche il mondo dello sport deve adattarsi ed evolversi, e la finale di Coppa Italia sarà il banco di prova, la prima messa in atto italiana delle nuove tecnologie.

Tutto si evolve compresi i metodi comunicativi e gli organi di competenza lo sanno bene, era necessario dunque tenere il passo e dare dimostrazione delle nuove opportunità a disposizione.

Non si tratterà solamente di vedere la partita in modo diverso ma proprio di sentirsi parte di essa, e questo grazie a un grande dispiego di mezzi e di risorse.

Sarà un evento inedito, un esperimento che in Italia non si è mai visto e che non si è mai provato a mettere in atto e, se dovesse riuscire, potremmo rivederlo anche in futuro.

Più di 35 telecamere per assistere alla partita

Se la visione di Juventus-Inter sarà così rivoluzionaria, e sarà visibile nel Metaverso ,è anche grazie alla tecnologia che verrà utilizzata.

Si parla dell'impiego di oltre 35 telecamere che saranno usate per riprendere la finale di Coppa Italia di questa sera che si divideranno tra quelle di Mediaset, degli Host e di Abu Dhabi Sports.

L'impiego di questo numero di telecamere servirà per trasmettere in diretta internazionale la partita in più di 170 Paesi in contemporanea, una svolta per il calcio italiano.

L'impegno messo in atto sarà utile ovviamente per avere poi un ritorno, sia economico che di immagine.

La crescita del calcio italiano passa anche attraverso alla sua appetibilità nel mondo, dato che parte degli introiti derivano dai diritti TV e dagli share prodotti.

Abbiamo già avuto modo di vedere in altre occasioni come la Lega e la Federazione abbiano cercato di porre l'attenzione sulle nostre squadre nei Paesi esteri, basta vedere le ultime mete della Supercoppa Italiana ad esempio.

Insomma, uno sguardo al futuro che potrà essere utile per risollevare le sorti del nostro calcio che non sta vivendo il momento migliore della sua storia.

Tecnologia di ultima generazione

A rendere spettacolare la visione di Juventus-Inter e a trasportarla nel Metaverso non ci saranno solo più di 35 telecamere e la trasmissione in più di 170 paesi contemporaneamente, ma anche l'utilizzo di tecnologie all'avanguardia.

Parliamo ad esempio della Robycam, una telecamera che riprende a 360 gradi e che utilizza la tecnologia della realtà aumentata con l'ausilio della Buggy cam, una struttura che viene poggiata su di una macchina radiocomandata.

Questo consentirà di riprendere le azioni da molto vicino, a 360 gradi e di inviarle in realtà aumentata e di conseguenza saranno riprese assolutamente esclusive.

Il suo utilizzo partirà già nel pre partita per poi proseguire nel corso dei novanta minuti, regalando nuove emozioni ai tifosi di tutto il mondo.

Oltre a questo si testerà anche l'utilizzo del Virtal Recreation, la nuova tecnologia capace di utilizzare la realtà aumentata per i replay coniugando le riprese ai dati statistici.

Sarà un momento esperenziale mai testato nel nostro Paese che potrà far fare un passo in avanti al nostro calcio, rendendolo più appetibile e più emozionante.

Il calcio come il cinema

Fino ad ora abbiamo assistito alle partite di calcio nel modo classico, quello utilizzato per questo meraviglioso sport che è tra i più seguiti al mondo.

Dato che man mano che passa il tempo diventa sempre più uno show c'è bisogno di portare anche la sua trasmissione a un livello successivo, e questo è uno dei modi per farlo.

Grazie alle riprese e alle tecnologie utilizzate Juventus-Inter sarà nel Metaverso ma non solo, sarà un modo per avvicinare la trasmissione di questo sport alle produzioni cinematografiche.

I miglioramenti sono frutto del coraggio e in questo caso si sta osando e molto anche, ma se il risultato finale rispecchierà le aspettative allora saremmo di fronte a un a nuova era.






Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Lega Serie A (@seriea)

Dove vedere la finale di Coppa Italia in TV

La finale di Coppa Italia tra Juventus e Inter, la prima trasmessa nel Metaverso, sarà uno spettacolo emozionante tutto da seguire.

Dove sarà possibile dunque vedere la partita in TV? Si potrà assistere allo spettacolo di questa sera in esclusiva su Mediaset, su Canale 5 oppure in streaming su Mediaset Infinity.

Essendo una diretta esclusiva non sarà visibile in nessun'altra emittente ed essendo sulle reti Mediaset non sarà necessario essere in possesso di nessun abbonamento. La partita si giocherà allo Stadio Olimpico di Roma e avrà inizio alle ore 21.00, chi vincerà potrà sollevare l'ennesima coppa della sua storia.

Il percorso della Juventus

La stagione della Juventus non è sicuramente delle migliori ed è iniziata proprio con la sconfitta contro l'Inter in Supercoppa Italiana per 2-1.

In campionato è stata altalenante e non ha dimostrato di avere ciò che serve per lottare per il titolo, e infatti la classifica lo dimostra.

Il quarto posto è al sicuro e nella prossima stagione disputerà la Champions League, ma basta questo per soddisfare i tifosi Bianconeri? In Coppa Italia il suo percorso è iniziato agli ottavi di finale contro la Sampdoria, contro la quale ha vinto per 4-1.

Ai quarti di finale invece si è scontrata contro un nemico che si è dimostrato molto temibile, il Sassuolo di Dionisi che ha battuto solamente per 2-1. La semifinale è stata la sfida più dura nel percorso che l'ha portata in finale di Coppa Italia, la doppia sfida con la Fiorentina si è dimostrata molto difficile, soprattutto la partita di andata, ma alla fine la Juventus ha raggiunto il suo obiettivo.

Il percorso dell'Inter

La stagione dell'Inter invece è partita con tutt'altro entusiasmo in confronto a quello della Juventus, nonostante le cessioni eccellenti di Lukaku e di Antonio Conte era reduce dalla vittoria del campionato e ha vinto subito la Supercoppa Italiana.

L'inizio di stagione è stato incredibile e nel girone d'andata è stata un vero e proprio schiacciasassi.

Qualcosa poi però si è inceppato e ha fatto fatica, nella parte centrale della stagione, ha racimolare gli stessi punti accumulati in precedenza.

Ora si è completamente ripresa e lotta per lo scudetto contro il Milan di Stefano Pioli, una battaglia destinata a durare fino al termine del campionato di Serie A.

In Coppa Italia ha sconfitto a fatica, solamente ai supplementari, l'Empoli con il risultato finale di 3-2, poi ha eliminato la Roma dell'ex Mourinho e infine i cugini milanisti.

Ora vuole battere gli acerrimi rivali Bianconeri per arricchire la bacheca di un nuovo trofeo, il secondo in stagione, che potrebbe anche non essere l'ultimo.

Stagioni diverse, lo stesso obiettivo

Juventus-Inter non sarà solamente la prima partita nel Metaverso ma anche l'ennesima sfida tra due eccellenti rivali.

Tra le due squadre i confronti sono sempre accesi, negli anni hanno fatto discutere ma hanno anche regalato partite spettacolari.

Anche in questo caso, come spesso accade, la partita vale un trofeo e nessuna delle due vuole perdere l'occasione di arricchire la propria bacheca.

La Juventus ne ha bisogno per terminare la stagione con almeno un titolo, l'Inter per confermare che la stagione è stata in linea con le aspettative e che l'unica nota negativa è la prematura uscita dalla Champions League.

Ore 21.00 allo Stadio Olimpico di Roma, Juventus-Inter per la finale di Coppa Italia, siamo pronti allo spettacolo.






Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Lega Serie A (@seriea)