La lotta scudetto passa anche attraverso il calendario delle due squadre che ricoprono la prima e la seconda posizione: Milan e Inter. Abbiamo potuto vedere come entrambe siano fallibili e come spesso siano incappate in passi falsi ma ora nessuna delle due può più permetterselo.

Lotta scudetto, il calendario

Consapevoli che non esistono partite scontate, e la debacle dell'Inter a Bologna ne è la prova lampante, chi avrà il calendario migliore sarà comunque agevolato nella lotta scudetto.

Mancano solamente quattro giornate al termine del campionato di Serie A e i Nerazzurri vorrebbero vincerlo per potersi appuntare al petto anche la seconda stella, dato che gli scudetti vinti diverrebbero venti.

Il Milan invece vuole assolutamente dimostrare di essere finalmente tornato una squadra forte e competitiva, e per farlo deve passare anche attraverso la vittoria di un titolo.

Alla luce di quanto detto andiamo a vedere quali sono le sfide che le due milanesi dovranno affrontare nelle prossime settimane, e successivamente andiamo a fare una disamina delle singole partite.

Domenica primo maggio: Milan-Fiorentina, Udinese-Inter.

Venerdì 6 maggio: Inter-Empoli; domenica 8 maggio: Verona-Milan.

Domenica 15 maggio: Milan-Atalanta, Cagliari-Inter.

Domenica 22 maggio: Inter-Sampdoria, Sassuolo-Milan.

Come possiamo vedere le due squadre devono affrontare ancora partite molto dure, chi riuscirà a spuntarla?

Milan-Fiorentina e Udinese-Inter

Il prossimo appuntamento segnato sul calendario per le squadre in lotta scudetto andrà in scena il primo maggio, e le partite saranno tutt'altro che semplici da vincere.

Il Milan affronta in casa una Fiorentina a caccia di punti che potrebbero valere un piazzamento europeo, mentre l'Inter affronta in Friuli l'Udinese che ha trovato un buon stato di forma e che non vuole smettere di fare punti. Sulla carta l'appuntamento per i rossoneri è sicuramente più complicato, e questo per via del fatto che i Viola stanno affrontando egregiamente la stagione in corso guidati da un ottimo Vincenzo Italiano. 

Nel recupero della ventesima giornata, però, la squadra toscana è crollata proprio per mano dell'Udinese che l'ha sconfitta con un sonoro 4-0. Di conseguenza si rimescolano le carte in tavola come spesso è accaduto nel corso di questa stagione, questo infatti è sicuramente uno dei campionati più combattuti e incerti degli ultimi anni e questo equilibrio non sembra voler smettere di esistere.

Dunque attenzione alla necessità della Fiorentina di fare punti ma occhio anche all'entusiasmo dei friulani, saranno due partite in cui entrambe le milanesi rischiano di perdere punti importanti.

Inter-Empoli, Verona-Milan

Il secondo dei quattro appuntamenti della lotta scudetto che dovranno segnare sul calendario i tifosi di Inter e Milan è quello che parte il 6 maggio e termina l'8 maggio.

In queste due date, infatti, le due squadre in testa alla classifica giocheranno due importantissime sfide: i Nerazzurri giocheranno il venerdì contro l'Empoli e i Rossoneri la domenica contro il Verona.

L'Empoli è praticamente salvo ma la matematica non ha ancora dato la sua risposta definitiva, di conseguenza rimane un avversario temibile.

Oltre a questo la squadra toscana nel corso di questa stagione ha giocato un buon calcio risultando difficile da battere per tutte le avversarie.

I 37 punti conquistati fino a qui sono la prova di un campionato giocato sopra le aspettative e la squadra sembra voler continuare a racimolare punti. Il Verona invece è distante da un piazzamento europeo ma non è ancora matematicamente fuori e, alla luce dei continui passi falsi delle squadre che la precedono, vuole crederci fino alla fine.

Tudor ha forgiato una squadra di carattere che segna tanti gol e che ha già fatto vittime illustri, il Milan dovrà essere bravo a non farsi sopraffare dalla tensione per tenere a bada gli Scaligeri.

Milan-Atalanta, Cagliari-Inter

Una delle giornate più complicate per le due squadre di Milano è quella che andrà in scena domenica 15 maggio, una doppia sfida veramente ostica e ricca di incertezze. Il Milan affronta l'Atalanta che è attaccata al treno europeo e vuole fare di tutto per salirci definitivamente. La stagione in corso è stata disputata sottotono dalla squadra di Gasperini che ora vuole metterci una pezza.

Qualcosa nel meccanismo quasi perfetto della Dea sembra essersi rotto, ma quando gira come si deve è ancora una delle squadre più forti in Serie A.

Il gioco che esprime è costellato di azioni da gol, rapidità, liquidità nelle posizioni e interscambi continui, per anni è stata una vera e propria gioia per gli occhi dei tifosi. La squadra di Stefano Pioli dunque dovrà lottare con le unghie e con i denti per portare a casa il risultato ma ai cugini Nerazzurri non va molto meglio.

La squadra di Simone Inzaghi infatti affronterà il Cagliari fuori casa, e la squadra sarda è in piena lotta per evitare la retrocessione. Con soli 28 punti conquistati fino ad ora rimane a soli 3 punti di distanza dalla Serie B e, quando mancano solo 4 giornate al termine, ogni partita vale come l'oro. Ancora una volta il calendario offre brutti clienti alle squadre in lotta per lo scudetto, ma è proprio chi vince queste partite dure che può ambire al titolo.

Inter-Sampdoria, Sassuolo-Milan

L'ultima giornata disponibile per la lotta scudetto del calendario di Serie A è fissata il 22 maggio, giornata in cui ci saranno tutte le definitive sentenze. Anche in questo caso ci troviamo di fronte a una domenica che si prospetta al cardiopalma per i tifosi, e c'è la grossa probabilità che anche la vittoria del campionato si possa decidere proprio in quest'ultima occasione.

L'avversario dell'Inter sarà la Sampdoria che sta disputando una delle stagioni peggiori degli ultimi anni, una squadra che ha perso ben 20 partite in questa Serie A e che si ritrova a soli 5 punti dalla zona retrocessione.

Se non riuscirà a fare punti nelle prossime 4 partite potrebbe arrivare la condanna definitiva che la porterebbe direttamente in Serie B. Se si ritrovasse all'ultima giornata a lottare per evitare la retrocessione diventerebbe una bomba ad orologeria.

Dall'altra parte invece troviamo il Sassuolo di Dionisi che, per chiunque l'abbia visto giocare almeno una volta nel corso di questa stagione, non sarà una sorpresa se diciamo che per il Milan non sarà una partita facile. La squadra emiliana gioca un calcio molto europeo, veloce e sfrontato che gli ha permesso di segnare ben 59 gol in 34 partite disputate.

Lotta scudetto, calendario difficile per entrambe

Alla luce di quanto è emerso nel corso del nostro articolo, sul calendario relativo alla lotta scudetto, ne usciamo con una sola certezza: le ultime 4 partite saranno veramente complicate per entrambe le squadre.

Nonostante il nostro campionato nel corso degli anni ci abbia insegnato che non ci sono risultati prevedibili, e che ogni partita va giocata prima di avere una definitiva sentenza, non capita spesso di ritrovarci a questo punto della stagione con così tanti obiettivi ancora in dubbio.

Il Milan e l'Inter possono rimpiangere alcune partite perse in modo forse un po' troppo ingenuo, e i cali di tensione avuti nel corso dell'anno. Ci sono stati momenti nel corso di questa Serie A in cui nessuno sembrava essere in grado di staccarsi dalle altre con anche il Napoli che era rimasto attaccato alle due squadre di Milano.

Ora queste sono le ultime due rimaste a contendersi il titolo ma dovranno dimostrare di meritarlo, ogni errore da qui alla fine potrà costare carissimo. I campionati li vince chi nel corso di un'intera stagione dimostra di essere più costante, ed è arrivato il momento per entrambe di alzare definitivamente l'asticella.

LEGGI ANCHE: Mino Raiola non è morto