Inter, Lukaku va in Belgio: i tempi di recupero dell'attaccante

L'Inter prepara la gara di Champions League contro il Bayern Monaco dopo la sconfitta contro il Milan: contro i tedeschi mancherà ancora Lukaku, che va in Belgio per saperne di più sul suo programma di recupero.

Image

L'Inter si trova nella prima vera e propria fase delicata della propria stagione. La squadra di Simone Inzaghi è infatti reduce dalla bruciante sconfitta nel derby contro il Milan di sabato pomeriggio, con i nerazzurri che si sono alla fine arresi con il risultato di 3-2 a favore dei cugini. La delusione deve però essere smaltita in tempi brevi, in quanto mercoledì la Beneamata sarà attesa da un'altra sfida da brividi, ovvero l'esordio in Champions League contro il Bayern Monaco. Una partita che vedrà ancora come grande assente Romelu Lukaku, out da un paio di gare per infortunio. 

Inter, Lukaku in Belgio per saperne di più sui tempi di recupero

In casa Inter si sta vivendo il primo momento complicato di questa nuova stagione. La squadra nerazzurra, con l'entusiasmo alle stelle nel pieno dell'estate per il ritorno a Milano di Romelu Lukaku ovvero il protagonista assoluto dello scudetto numero 19 della storia interista, ha iniziato il proprio campionato tra luci e ombre. La squadra di Inzaghi resta ovviamente tra le principali favorite alla vittoria finale del tricolore, ma l'avvio della compagine nerazzurra è stata per ora già caratterizzata, in queste prime cinque giornate, da due sconfitte.

I due ko dell'Inter, vittoriosa anche con un po' di fatica contro Lecce, Spezia e Cremonese, sono arrivati per adesso nei due big match proposti dal calendario. Dopo il pesantissimo 1-3 in casa della Lazio, con i guizzi decisivi di Luis Alberto e di Pedro, i nerazzurri sono caduti anche nella quinta giornata al cospetto del Milan campione d'Italia, con Leao e Giroud che sono riusciti a ribaltare nel giro di pochi minuti il vantaggio iniziale interista firmato Marcelo Brozovic.

A pesare probabilmente tanto nella stracittadina persa con il punteggio di 3-2 è stata, tra le varie cose, anche l'assenza di Romelu Lukaku. Il centravanti belga, come noto, ha purtroppo rimediato una distrazione ai flessori della coscia sinistra, un problema che aveva costretto l'attaccante ai box già nella gara di campionato contro la Cremonese vinta per 3-1. L'ex Chelsea, per ora un gol all'esordio contro il Lecce e un assist a Lautaro Martinez nel 3-0 contro lo Spezia, ha dunque deciso, di comune accordo con la società e come sottolineato anche da Sky Sport, di volare in Belgio per sottoporsi ad ulteriori interventi.

Inter, contro il Bayern Monaco ancora senza Lukaku

L'Inter aspetta con ansia il ritorno di Lukaku, che però ha preso la decisione di andare in Belgio per essere sottoposto ad ulteriori accertamenti sotto la supervisione del medico della nazionale belga. I match saltati dal giocatore, come detto, sono per adesso due, ma tra i nerazzurri c'è ora grande preoccupazione per quanto riguarda i possibili tmpi di recupero del diretto interessato. 

Nel caso in cui non dovessero giungere buone notizie dal Belgio, Lukaku sarà costretto con molta probabilità a dover saltare altre quattro partite: oltre a quella contro il Bayern Monaco, sono dunque a forte rischio anche le sfide contro Torino e Udinese in campionato e contro il Viktoria Plzen in Champions League. Esclusa per adesso la possibilità che il centravanti belga torni ad allenarsi in gruppo con il resto della squadra, il rientro atteso con tanta ansia dal tecnico Simone Inzaghi potrebbe anche avvenire alla ripresa dopo la sosta dovuta agli impegni delle nazionali per il big match di Serie A contro la Roma di José Mourinho.

Per qualche altra settimana, l'Inter dovrà fare a meno del suo totem, l'uomo in grado di spostare gli equilibri e su di cui poggiano gran parte delle speranze e delle ambizioni dei colori nerazzurri per questa stagione. Nella giornata di mercoledì 7 settembre, quattro giorni dopo il deludente ko nel derby contro il Milan, gli uomini di Simone Inzaghi sarano alle prese con un altro appuntamento importantissimo contro il fortissimo e temibile Bayern Monaco. Contro la corazzata di Nagelsmann, l'allenatore dovrà quindi essere bravo a trovare le soluzioni offensive giuste affidandosi alle giocate in attacco di Lautaro Martinez e probabilmente di Dzeko, tra i migliori dell'ultima stracittadina.