Quanto guadagna Mancini come ct dell'Arabia Saudita: le cifre del contratto

Roberto Mancini è il nuovo ct dell'Arabia Saudita. Quanto guadagna l'ex tecnico degli Azzurri? Ecco le cifre e i dettagli del contratto firmato con la nuova nazionale.

mancini-ct-arabia-contratto-quanto-guadagna

Roberto Mancini, dopo aver detto addio alla nazionale italiana, ha accettato l'offerta dell'Arabia Saudita. Quanto guadagna come nuovo ct? Ecco le cifre del contratto.

Roberto Mancini è il nuovo ct dell'Arabia Saudita

Roberto Mancini, ex allenatore della nazionale italiana con la quale ha vinto l'ultimo Europeo, è diventato ufficialmente il nuovo commissario tecnico della nazionale saudita.

Questa notizia arriva dopo l'addio improvviso agli Azzurri, era ampiamente previsto che avrebbe assunto presto un nuovo ruolo da allenatore ma in pochi avrebbero potuto prevedere questa scelta.

Mancini ha firmato un contratto con la Federazione calcistica dell'Arabia Saudita fino al 2027, il quale dimostra l'impegno a lungo termine da entrambe le parti.

L'annuncio della nomina di Mancini è stato fatto attraverso un video pubblicato dalla Federazione calcistica dell'Arabia Saudita. Nel video, Mancini ha espresso il suo entusiasmo nell'unirsi alla nuova nazionale e il suo desiderio di fare la storia in questa nuova meta.

Dopo aver fatto la storia in Europa, è ora il momento di fare la storia in Arabia Saudita

Ha detto Mancini.

  

La soddisfazione di Mancini

Mancini ha anche pubblicato i suoi pensieri su questa nuova opportunità sul suo profilo Instagram. Ha espresso la sua gratitudine per la fiducia riposta in lui dalla Federazione calcistica dell'Arabia Saudita e per l'apprezzamento ricevuto per il suo lavoro.

Ha inoltre dichiarato di essere entusiasta di far parte di questo nuovo progetto che si allinea alla sua visione strategica per la crescita del calcio, specialmente per i giovani giocatori.

Mancini ha sottolineato che questa nomina non è solo un riconoscimento del valore del calcio italiano, ma anche un'opportunità per rappresentare con orgoglio il Bel Paese sulla scena internazionale.

 

Mancini trattato come Pacciani

In mezzo a questa gioiosa occasione, una recente dichiarazione di Mancini a ItalPress ha causato un certo scalpore. Nella dichiarazione, ha paragonato il trattamento ricevuto da parte dei media italiani a quello del famigerato "Mostro di Firenze", un riferimento a Pietro Pacciani, un serial killer condannato degli anni '80.

Mancini ha lasciato intendere di essere stato dipinto ingiustamente e trattato negativamente dai media durante il suo periodo da allenatore della nazionale italiana.

Sui social si sono scatenate le polemiche per queste dichiarazioni, qualcuno ha ironizzato ma solo in pochi hanno colto con favore quanto detto dal "Mancio".

Gli obiettivi dell'ex tecnico azzurro

Guardando avanti, l'obiettivo principale di Mancini con la nazionale saudita sarà quello di qualificarsi per il Campionato del Mondo FIFA 2026, che si svolgerà negli Stati Uniti, in Messico e in Canada.

La Federazione calcistica dell'Arabia Saudita ha grandi speranze anche di ospitare il Campionato del Mondo 2030, e Mancini avrà un ruolo fondamentale nel raggiungimento di questo obiettivo.

La squadra ha già dimostrato in Qatar di essere in forte crescita, e all'ex tecnico azzurro spetterà ovviamente anche il compito di proseguire in questo percorso.

Leggi anche: Serie A 2023-2024: dove vedere in diretta tv Cagliari-Inter e probabili formazioni

Quanto guadagna Mancini come nuovo ct dell'Arabia Saudita, le cifre del contratto

Sono trapelati dettagli sul contratto di Mancini, il quale durerà fino a gennaio 2027. Questo termine coincide con il momento in cui l'Arabia Saudita ospiterà la Coppa d'Asia.

L'ex tecnico azzurro si è deciso sia per via del progetto tecnico che per il lauto compenso, riceverà infatti circa 70 milioni di euro. Un investimento non da poco effettuato dalla Federazione, che dimostra ancora una volta lo strapotere economico saudita.

I primi incarichi di Mancini come commissario tecnico della nazionale saudita saranno le amichevoli contro Costa Rica e Corea del Sud. Queste partite forniranno un'opportunità al nuovo allenatore di valutare la squadra e iniziare a effettuare tutte le valutazioni del caso.

 Leggi anche: Quanto guadagna Gianmarco Tamberi? Ecco lo stipendio del campione di salto in alto