Chi è Maurizio Scanavino: il nuovo direttore generale della Juventus

Dopo il terremoto di ieri e le dimissioni dell'intero Cda della Juventus, Maurizio Scanavino è diventato il nuovo direttore generale del club. Ecco chi è.

maurizio scanavino chi e

La Juventus ieri è stata colpita da un vero e proprio terremoto, una rivoluzione pronta a cambiare tutte le carte in tavola. Le dimissioni dell'intero Cda porteranno nuovi volti in società e il primo è già stato scelto: Maurizio Scanavino, ecco chi è.

Chi è Maurizio Scanavino

Messo sotto la luce dei riflettori da quando l'intero Cda della Juventus ha abdicato, Maurizio Scanavino è pronto ad assumere il ruolo di direttore generale del club.

Un compito non semplice che cercherà di ricoprire nel migliore dei modi almeno fino a gennaio, quando i soci si riuniranno nuovamente.

Scanavino è un uomo fidato di John Elkann, un profilo autorevole e caparbio in grado di farsi apprezzare per lungimiranza e intraprendenza.

Classe 1973, è ancora giovane e appassionato di calcio, soprattutto, manco a dirlo, della Juventus.

Fino a questo momento non aveva ricoperto ruoli simili nel mondo dello sport, ed è per questo che in pochi appassionati lo avevano sentito nominare.

Da qui in avanti avrà l'arduo compito di traghettare i bianconeri verso una nuova era, distante dai dodici anni di Andrea Agnelli e co.

Il curriculum di Scanavino

Maurizio Scanavino non è un uomo qualunque, è una persona in grado di gestire grosse responsabilità e un gran numero di persone.

Lo ha dimostrato nel corso della sua carriera, ricca di successi e priva di fallimenti.

Un uomo poliedrico capace d'interfacciarsi su più fronti del mercato, con la stessa professionalità che lo contraddistingue.

Laureato al Politecnico di Torino in Ingegneria delle Telecomunicazioni, gli ambiti d'interesse in cui ha lavorato sono principalmente tre: editoria, automotive e consulenza.

Nel 2004 la prima grande occasione, entrare in Fiat e guidare il gruppo verso la rinascita con Marchionne.

Molte le responsabilità di Scanavino in questo periodo, dalla Brand Promotion al marketing e comunicazione.

Nell'editoria si è fatto altresì valere prima con La Stampa, dove ha ricoperto il ruolo di direttore dell'area digitale e marketing, poi con Secolo XIX (amministratore delegato) e ITEDI (direttore generale).

Infine, è stato fondamentale per la costituzione di GEDI, di proprietà della EXOR.

Leggi anche: Perché tutto il Cda della Juventus si è dimesso: motivi e cosa succede ora

Un uomo di John Elkann

Maurizio Scanavino è un uomo che gode della preziosa stima di John Elkann, e in questo momento questo è un fattore fondamentale.

Gli azionisti hanno bisogno di ritrovare certezze sulla società, soprattutto sui suoi componenti.

Il nome di Scanavino apparentemente piace a tutti, e per il momento traghetterà i bianconeri.

Non è detto, però, che al termine di questo periodo non continuerà a ricoprire tale incarico.

Arrivabene, salvo imprevisti, dovrebbe partecipare al lavoro di queste settimane assieme a lui.

Al termine di questo periodo dovrebbe definitivamente lasciare la Juventus e i suoi compiti a qualcun altro.

Per Scanavino invece non si sa quale futuro ci sarà, molto passerà attraverso alle prossime settimane.

Il terremoto è arrivato e ha già sconvolto tutto l'ambiente, staremo a vedere se la situazione si risolverà.

Leggi anche: Chi è Gianluca Ferrero, il nuovo presidente della Juventus scelto dalla Exor