Mondiale Qatar, Mbappè rifiuta di pubblicizzare lo sponsor Budweiser e lo nasconde

Mbappè difende i propri valori e decide di coprire lo sponsor Budweiser durante le foto col trofeo di Mvp. Non vuole essere un cattivo esempio.

mbappe budweiser qatar

Il Mondiale Qatar 2022 si arricchisce sempre più di elementi extra-calcio.

Dopo i vari gesti e dichiarazioni avverso la competizione e il paese ospitante, di cui si sono resi protagonisti molti calciatori e addetti ai lavori, è arrivato il turno della stella francese Kylian Mbappè.

Il fenomeno del Psg, infatti, ha fatto parlare di sé anche fuori dal campo. Mbappè ha incuriosito il mondo intero per aver assunto la stessa posa nelle foto di rito scattate dopo aver ricevuto il premio di Mvp (per lui già conquistato 3 volte dall’inizio del Mondiale).

Come mai Mbappè ripete lo stesso gesto nelle foto? Il motivo è legato anche alla sua scelta di disertare le conferenze postpartita?

La motivazione principale dietro il comportamento del campione francese è il rifiuto dello stesso all’eventualità che la sua immagine sia legata al marchio di birra americano “Budweiser”, sponsor del Mondiale in Qatar.

Perché Mbappè copre lo sponsor Budweiser

Come anticipato, Mbappè, dopo aver vinto per la terza volta il premio di migliore in campo grazie alla doppietta realizzata agli ottavi di finale contro la Polonia, ha scattato la foto con il trofeo assumendo la stessa posa delle precedenti due occasioni.

Presto spiegato il motivo. Mbappè, consapevole di essere la più luminosa stella del panorama mondiale calcistico attuale, e dunque del suo peso mediatico, ha assunto la personalissima decisione di non sponsorizzare alcune categorie di prodotti come alcolici, cibo spazzatura e scommesse sportive. La posa assunta nelle foto col premio di Mvp, gli permette proprio di coprire uno dei maggiori sponsor del Mondiale in Qatar, la birra americana Budweiser.

Kylian Mbappè: niente conferenze stampa postpartita in Qatar

Le curiosità su Mbappè non finiscono qui.

Non solo la particolare scelta della posa durante la foto, ma anche la decisione di non partecipare alle conferenze postpartita.

Il campione francese, infatti, ha deciso di non partecipare alle conferenze (che sono obbligatorie da contratto) e di pagare ogni volta la relativa multa per la sua assenza. Anche qui la ratio della scelta è dovuta alla volontà di impedire la confusione tra la propria immagine e alcuni marchi che non vuole sponsorizzare, e, ulteriormente, ad evitare la tempesta di domande circa la sua permanenza al Psg in modo da tenere la mente concentrata sul Mondiale.

 Un grande applauso per Mbappè che, oltre a farci strabuzzare gli occhi con le sue giocate, si dimostra un ragazzo che difende i propri valori.

 Ora per lui testa ai quarti di finale con l’Inghilterra, al titolo di capocannoniere della competizione e a quello all time, senza dimenticare il record di un certo Pelè, in grado di vincere due mondiali entro i 24 anni.

 

 

 

 

 

 

 

Leggi Anche

dani alves

Redazione Trend-online.com

22 feb 2024