Il patrimonio di Mino Raiola, considerata la carriera più che ventennale, ha garantito al noto procuratore sportivo un guadagno a dir poco sensazionale. Si parla infatti di cifre clamorose a dir poco. Cifre che, da un procuratore comune, non sarebbero raggiungibili se non dopo decenni su decenni di lavoro.

Il patrimonio di Mino Raiola

Nonostante sembri un discorso fin troppo macabro, la misura del successo di un professionista la si misura anche dai suoi risultati. Ciò che l'ex procuratore di giocatori del calibro di Haaland e Ibrahimovich ha potuto fare per il mondo del calcio, è effettivamente un qualcosa di difficile da ripetere.

Ciò detto, bisogna anche tenere conto del fatto che si tratti di una figura autorevole per tutta una serie di motivi. Dalle sue trattative passando poi per le questioni dei rinnovi, che hanno sempre offerto degli spunti complessivamente molto interessanti.

Seppur non senza qualche polemica. Ma d'altronde, queste sono situazioni alle volte molto equivoche. E questo, potrebbe di fatto essere un quadro abbastanza particolare da gestire con una certa facilità. Quello che è certo, è che almeno dal punto di vista dei risultati ottenuti, la sua figura è molto difficile da contestare. 

Soprattutto dal punto di vista di quello che ha potuto ottenere nel corso della sua carriera, il noto procuratore sportivo è senza ombra di dubbio una delle personalità più autorevoli di questo settore. Non a caso il suo ricordo, con molta probabilità, potrà venire conservato a lungo andare nel corso dei periodi successivi.

La sua condizione di figura professionale di riferimento, non a caso lo ha reso un vero e proprio pilastro. Questo, nonostante tutte le critiche che gli sono state rivolte nel corso di tutto ciò che ha potuto realizzare. A partire dal prossimo paragrafo, a tal proposito, verrà finalmente realizzata la cifra netta ottenuta grazie ai risultati conseguiti durante la sua carriera da procuratore sportivo, di calciatori affermati e non. 

Tenendo conto di come, probabilmente, siano guadagni approssimativi.

Patrimonio di Mino Raiola: la cifra ufficiale

Il patrimonio di Mino Raiola ammonta a una cifra netta e complessiva di circa 75 milioni di euro. Sicuramente un'ottima cifra, che va a testimoniare quanto di buono abbia potuto realizzare nel corso della sua carriera maestosa.

La cifra guadagnata arriva a raggiungere il valore riportato. Sicuramente, questa è una cifra che bisogna inserire all'interno di un contesto difficile da ripetere. Quello che ha realizzato infatti il noto agente sportivo è sicuramente molto difficile da ripetere, salvo ovviamente rari casi ancora oggi presenti all'interno del calcio europeo e non. Ma linea di massima, si può comunque dire come a livello economico il suo operato sia stato più che soddisfacente per certi versi.

Molti tifosi presenti in pianta stabile sul web così come offline, hanno tuttavia espresso alcune perplessità riguardante le cifre rivelate. Infatti, si stima come i guadagni che sono stati dichiarati dalla maggior parte delle testate presenti in circolazione non siano così tanto congruenti con la realtà.

Omeglio, potrebbero non esserlo. Viste e considerate le tanto abbondanti trattative di cui è stato protagonista il noto procuratore venuto a mancare pochi giorni fa, molti tifosi si aspettavano giustamente che tale cifra fosse effettivamente più corposa. Tuttavia, è anche vero che al netto delle tasse e di tutto ciò che bisogna detrarre da questa cifra, questo è il guadagno netto.

E vedendola tramite questa prospettiva, tale cifra risulta essere molto più realistica di per sé.

Chi era Carmine Raiola

Il noto procuratore sportivo italiano Carmine Raiola, venuto a mancare pochi giorni fa all'età di 54 anni, è stato prima di divenire ciò che lo ha reso famoso in tutto il globo, uno studente di giurisprudenza che poi è riuscito a realizzare un vero e proprio sogno imprenditoriale.

Dopo la breve carriera universitaria svolta in Olanda, infatti, l'allora giovane Mino Raiola ha deciso così di intraprendere una carriera nel mondo del calcio. Questo, soltanto dopo aver vissuto una breve parentesi nel mondo della ristorazione, accumulando anche un discreto successo.

Una volta aver raggiunto discreto seguito all'interno del mondo imprenditoriale olandese, il ragazzo è riuscito così a diventare il responsabile calcistico di una squadra appartenente alla sua città, ovvero quella di Haarlem, in Olanda appunto. 

Questo, gli ha permesso poi di portare a termine una delle sue prime trattative vere e proprie: ovvero, il passaggio di Dennis Bergkamp e Wim Jonk all'Inter. Due dei tanti grandi affari portati a compimento dal procuratore, insomma.

Così come si avrà modo di intravedere in seguito, sono state portate a termine di fatto varie operazioni di successo. Operazioni che, stando a quanto può attestare una classifica autorevole effettuata da Forbes, hanno così permesso all'uomo di accumulare una cifra molto vicina al miliardo.

Naturalmente, tenendo conto del fatto che si tratta pur sempre di un guadagno che deve essere appunto tassato. Di conseguenza, questo può essere un valore in grado di scendere vertiginosamente. Ma in ogni caso, bisogna comunque dare atto all'uomo per tutto ciò che ha fatto nel corso della sua carriera, nonostante spesso e volentieri tante delle sue operazioni di mercato siano state aspramente discusse.

Dal pubblico, così come dalla critica sportiva in generale. Nel prossimo paragrafo, verrà dunque fatta maggiore chiarezza sulle tante operazioni sportive che lo hanno reso noto al grande pubblico, permettendogli inoltre di ottenere grandi riconoscimenti. Oltre al grande patrimonio che lo stesso Mino Raiola ha potuto accumulare.

Le trattative di Raiola: da Ibrahimovich a Pogba

Un'altra gloriosa testimonianza che deve essere menzionata è sicuramente quella che si riferisce al fatto che sia stato protagonista di numerose trattative che in qualche modo hanno fatto la storia del calcio moderno.

Oltre a quella citata per i riferimenti olandesi, non si può non citare il passaggio di Zlatan Ibrahimovic dal Barcellona all'Inter. Passaggio che ha permesso all'uomo di guadagnare una cifra vicina ai due milioni annui. Tramite una clausola inserita in un contratto che è stato stipulato tra le parti coinvolte in questo affare. 

Un altro affare particolarmente noto al pubblico, è quello che poi ha portato Paul Pogba dalla Juventus al Manchester United. Questo, nell'epoca in cui è avvenuto, è stato con molta probabilità il trasferimento più ingente della storia del calcio. Tuttavia, negli anni successivi, sono arrivati dei trasferimenti decisamente più costosi.

Ad ogni modo, dal punto di vista del profitto personale, il noto procuratore sportivo italiano citato in precedenza, ha potuto guadagnare una commissione totale di circa 25 milioni di sterline. Una cifra sicuramente da capogiro, che va a testimoniare come la grande esperienza nelle trattative accumulata da questa persona, gli sia tornata utile in molteplici occasioni.

Nel corso della sua carriera durata ben 25 anni, ci sono state infatti numerose soddisfazioni in suo favore. Alla luce di quanto avvenuto, il suo patrimonio così come la gestione dei suoi assistiti, verranno delegati all'avvocatessa Rafaela Pimenta. Il suo ruolo, sarà infatti quello di portare avanti quanto seminato dall'agenzia Raiola.