Tutti gli allenatori dei mondiali 2022: ecco chi sono

Le nazionali qualificate ai prossimi mondiali 2022 sono pronte a sfidarsi per vincere la coppa più ambita. Ecco chi sono gli allenatori che le guideranno.

I mondiali 2022 sono in procinto di partire, visto che ormai manca meno di una settimana al primo calcio di inizio della competizione più seguita del mondo. I giocatori si scaldano mentre gli allenatori sono pronti ad affrontare ogni tipo di incognita. Ecco chi sono i trentadue manager.

Gli allenatori delle favorite

I mondiali 2022 hanno evidentemente delle favorite, che sulla carta dovrebbero essere le squadre che si qualificheranno agli ottavi della coppa del mondo, per poi andare a giocarsi in sfide secche la possibilità di alzarla questa coppa. A farlo saranno sia i giocatori che gli allenatori.

Tra questi ultimi, non possiamo non partire da Didier Deschamps, manager campione del mondo della Francia nel 2018. Nonostante il brutto risultato dell’Europeo 2021, con tanto di uscita agli ottavi con la Svizzera, e i brutti infortuni a centrocampo, il francese è pronto a difendere il titolo.

Proverà a fermarlo e a “scipparlo”, il CT dell’Inghilterra Southgate, che però ha finito i bonus da parte delle federazione inglese. Sconfitto dall’Italia di Mancini nella finale di Wembley 2021, ecco che la recente retrocessione in Nations League, apre a più di un dubbio sulle sue capacità.

Passando alle sudamericane, il Brasile ha come allenatore Tite, al secolo Adenor Leonardo Bacchi. Questi proverà a riportare ai verdeoro un titolo che manca da venti anni esatti, cioè dal mondiale in Corea del Sud e Giappone, in cui Ronaldo fu inarrestabile.

L’altra latina favorita è ovviamente l’Argentina, che ha già sconfitto i brasiliani nella finale di Copa America nell’estate 2021. Guidati da Lionel Scaloni, ex giocatore di Atalanta e Lazio, Messi e compagni proveranno a riportare a casa una coppa del mondo nel segno di Maradona, il quale è l’ultimo ad averla alzata al cielo nel 1986.

Tornando in Europa, ecco che la Germania ha dalla sua un allenatore che con il Bayern Monaco ha vinto letteralmente tutto, dal campionato alla Champions League, compreso il mondiale per club. Flick, tuttavia, sembra avere un progetto più ampio e il prossimo quadriennio potrebbe essere quello decisivo per la rinascita tedesca.

Lo stesso potrebbe dirsi della Spagna di Luis Enrique, il quale però sa di poter contare su una nazionale più pronta rispetto a quella teutonica. Soprattutto, le semifinali raggiunte a Euro 2021, rappresentano un buon viatico per fare benissimo al mondiale.

Ancora, sempre dal Vecchio Continente, ecco il Portogallo di Cristiano Ronaldo, che bordate a parte su Ten Hag e sul Manchester United, proverà a fare felice ancora una volta Fernando Santos, CT già campione d’Europa nel 2016. Il Belgio, invece, fa ancora affidamento su Roberto Martinez, che è all’ultima chiamata sulla panchina dei diavoli rossi.

Leggi anche: Stefano Pioli salta la conferenza per un grave lutto familiare, ecco cos’è successo

Olanda e Danimarca

Tra le nazionali che potremmo inserire un gradino sotto quelle precedentemente descritte, ecco Olanda e Danimarca. Partendo dalla prima, l’ex allenatore dell’Inter Frank De Boer, ha rivitalizzato la squadra dopo la cocente delusione degli Europei, e adesso punta a entrare almeno ai quarti di finale dei mondiali 2022.

Passando ai danesi, Kasper Hujlmand è sconosciuto ai più, ma ha saputo guidare la rinascita della propria nazionale portandola alle semifinali poi perse contro l’Inghilterra agli ultimi Europei. La Danimarca può rappresentare una vera e propria mina vagante del torneo.

Tutti gli altri allenatori

Partendo dal Qatar, i padroni di casa hanno sulla propria panchina l’allenatore spagnolo Felix Sanchez Bas, ex allenatore delle giovanili del Barcellona. Contro gli ospitanti del torneo giocherà l’Ecuador, che ha dalla sua la guida di Gustavo Alfaro, manager tra le altre squadre pure del Boca Juniors. Infine il Senegal ha Aliou Cissé, ex calciatore.

Passando al gruppo B, oltre all’Inghilterra, c’è l’Iran, che sulla propria panchina ha Carlos Queiroz, che tra gli altri è stato vice di Ferguson sulla panchina dello United. Poi ci sono gli Stati Uniti, che hanno come manager Gregg Berhalter, che non ha gradissima esperienza europea, ma può contare su un bel gruppo di giovani. Il Galles, poi, ha Robert Page, prima vice e poi CT.

Nel girone C, l’Arabia Saudita ha Hervé Renard, ex allenatore anche del Lille in Ligue 1. Il Messico invece può contare su Gerardo Martino, già allenatore di Argentina e Barcellona. Infine la Polonia, fa affidamento su Czesław Michniewicz, il quale ha esperienza soprattutto in patria.

Nel gruppo D, l’Australia ha in panchina l’allenatore Graham Arnold, che non è praticamente mai uscito dal proprio paese per quanto riguarda il calcio. Quasi lo stesso può dirsi per Jalel Kadri, commissario tecnico della Tunisia.

Nel girone E, poi, c’è la Colombia che ha in panchina Luis Suarez, omonimo dell’attaccante uruguaiano. Inoltre, presente pure il Giappone con alla sua guida Hajime Moriyasu.

Nel ragguppamento F dei mondiali 2022, ecco che il Canada ha come allenatore John Herdman, in precedenza alla guida della nazionale femminile. Il Marocco invece ha Hoalid Regragui, con un passato in Francia, mentre la Croazia Zlatko Dalic, il quale deve cercare di non sfigurare dopo la finale conquistata quattro anni fa.

Nel girone G, la Serbia fa affidamento su Dragan Stojkovic, ex solido giocatore pure del Verona. La Svizzera ha in panchina Murat Yakin, anche questi ex calciatore, e infine il Camerun ha come CT Rigobert Song, che ha giocato ad alti livelli in Europa.

Ancora, nel gruppo H, il Ghana ha sulla propria panchina Otto Addo, che ha un passato in Germania. L’Uruguay come guida tecnica fa affidamento su Diego Alonso, che ha allenato solo in patria e negli States, mentre la Corea Del Sud ha Paulo Bento, grande centrocampista ed ex CT del Portogallo.

Leggi anche: Qatar 2022, via al Mondiale più costoso di sempre: top o flop?

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
778FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate