Quanto guadagna chi vince la finale di Champions League: le cifre del montepremi

Storia, prestigio e un ricco montepremi. Ecco quanto guadagna chi vince la finale di Champions League: l'Inter potrebbe portarsi a casa una bella somma.

montepremi-finale-champions-league

La stagione sta volgendo al termine ma mancano ancora gli ultimi verdetti. Tra le partite che si devono ancora disputare c'è anche la finale di Champions League, quanto guadagna chi la vince? Ecco il montepremi totale e quanto potrebbe assicurarsi l'Inter.

Il montepremi della Champions League

Anche quest'anno la Champions League è in procinto di concludersi e un'italiana, dopo anni di assenza, torna a disputare una finale.

Parliamo dell'Inter che dopo un cammino encomiabile sfiderà il Manchester City di Guardiola nell'ultimo atto della competizione. Una partita molto complicata che potrebbe far entrare i nerazzurri, ancora una volta, nella storia.

Oltre al prestigio e alla fama, però, vincere significherebbe assicurarsi un maggior compenso rispetto a quanto accumulato fino a qui.

La Champions League è la competizione continentale che offre il montepremi più ricco, e anche per questo tutte le grandi squadre vogliono prendervi parte.

La UEFA nella passata stagione ha deciso di aumentare il compenso economico per le squadre partecipanti, alzando la soglia da 1,95 miliardi a 2,02 miliardi di euro.

Anche in questa edizione la cifra totale è rimasta invariata, mentre dal 2024 raggiungerà numeri da record: sul piatto verranno messi 3,5 miliardi di euro.

Quanto guadagna chi partecipa alla Champions

Ovviamente il montepremi totale viene suddiviso tra le 32 squadre partecipanti, le quali si assicurano una fetta della torta semplicemente prendendo parte alla fase a gironi.

Per intenderci, con la sola partecipazione, tutte le compagini si sono assicurate 15,64 milioni di euro. A questi si devono poi aggiungere un 30% relativo ai risultati ottenuti, il 30% del ranking storico e il 15% del market pool.

In sostanza, ogni squadra parte dagli incassi relativi alla partecipazione ai quali poi ne vengono aggiunti altri, più si procede nella competizione e maggiori saranno gli introiti.

Quanto guadagna chi vince la finale di Champions League: il montepremi

Oltre al gettone relativo alla partecipazione, quindi, le squadre possono ottenere incassi maggiori, soprattutto con l'avanzare del torneo.

Nel corso della fase a gironi, ogni squadra ha ottenuto 2,8 milioni di euro per ogni vittoria conquistata e 930.000 euro per ogni pareggio. Ad esempio, se una squadra è riuscita a vincere due partite nella fase a gruppi perdendo tutte le altre, ha conquistato ben 5,6 milioni.

Avanzando nella competizione la cifra si alza e le compagini ottengono dei premi prestabiliti, come vi mostriamo qui di seguito:

  • Ottavi di finale: 9,6 milioni di euro

  • Quarti di finale: 10,6 milioni di euro

  • Semifinale 12,5 milioni di euro

  • Finale 15,5 milioni di euro

E chi vince la finale? La squadra che uscirà vincente dalla Champions League si guadagnerà un ulteriore bonus pari a 4,5 milioni di euro. Solamente attraverso i premi fissi derivanti dal passaggio dei vari turni, dunque, Inter o Manchester City potranno guadagnare 52,7 milioni di euro.

Leggi anche: Superlega, la Juventus esce dal progetto: ecco i motivi e gli scenari

Ranking storico e market pool

Chi vince la finale di Champions League si assicura dunque un grande montepremi, come abbiamo visto in precedenza. Alle cifre riportate nei paragrafi precedenti, inoltre, si devono aggiungere gli incassi derivanti dal ranking storico e dal market pool.

Il ranking storico si basa sui risultati ottenuti dai club negli ultimi dieci anni, da questi si stila poi una graduatoria. Ad ogni squadra appartiene un numero di coefficiente e per ognuno di questi vengono elargiti 1,137 milioni di euro.

Infine troviamo il market pool, che permette di guadagnare dai diritti televisivi. per quanto riguarda le italiane, la somma che si sono dovute suddividere è pari a 50 milioni di euro.

Non tutte però hanno accumulato la stessa cifra, infatti per metà vale il piazzamento ottenuto nel campionato precedente all'edizione in corso, e per metà ha valore il cammino in Champions League.

A quanto scritto fino a qui si devono aggiungere gli sponsor, i biglietti e altro ancora. Numeri importanti che fanno capire, ancora una volta, quanto conti partecipare a questa competizione.

Leggi anche: Karim Benzema vola in Arabia: ecco quanto guadagnerà