Qatar 2022, inaugurato il villaggio dei tifosi: terrificanti container a prezzi folli

Continuano i problemi per il mondiale 2022 in Qatar. Dopo le dichiarazioni assurde dei giorni scorsi, adesso arriva la vergogna relativa al villaggio dei tifosi.

Image

L'arrivo di una competizione come il mondiale di calcio dovrebbe mettere tutti d'amore e d'accordo, ma nelle ultime settimane le polemiche non fanno che aumentare. L'ultima questione sul Qatar 2022, è relativa al villaggio dei tifosi che offrirebbe un'esperienza vergognosa ai supporter delle squadre.

Il villaggio dei tifosi in Qatar

I Mondiali in Qatar 2022 si avvicinano sempre di più, con l'inizio che arriverà il 20 novembre. Tuttavia, le polemiche continuano a montare, e questa settimana siamo già a due. Infatti, sono arrivate le foto del villaggio dei tifosi, che per l'appunto ospiterà i supporter delle trentadue nazionali qualificate.

Da quello che si vede, si può notare la vergogna dell'esperienza che accompagnerà i tifosi. Questi saranno letteralmente stipati dentro dei container, con vicino almeno dei ristoranti e dei minimarket così da rifocillarsi e cercare di sopportare i problemi relativi alla scomoda collocazione.

Come sono i container

Tornando ai container del villaggio dei tifosi dei mondiali in Qatar 2022, ecco che questi non sono per niente sferzanti di lusso. Anzi, letti singoli o matrimoniale con un massimo di due persone, in un ambiente non angusto ma certamente non allargatissimo.

Oltre ovviamente ai servizi igienici, ecco che ci sarà un minifrigorifero per poter attingere a delle bevande senza per forza uscire dall'alloggio, per così dire. Anche perché, aprendo la porta, il vento potrebbe portare dentro la sabbia del deserto, come capitato durante l'invito ai giornalisti che poi hanno riportato le foto in tutto il mondo.

Il costo del fan village

Il Fan village, così chiamato il villaggio dei tifosi dei mondiali di Qatar 2022, ha ovviamente un costo per tutti i supporter delle trentadue nazionali qualificate, che hanno acquistato la possiblità di andare direttamente nel paese asiatico per godersi la competizione.

Il tutto, infatti, ha un prezzo che parte dall'economico, si fa per dire, 200 euro a notte, fino ad arrivare ai 311 euro a notte per i container, immaginiamo, quelli con il letto matrimoniale. Insomma, se ci mettiamo il suddetto vento del deserto, non è proprio il meglio che si potesse fare.

Il luogo del fan village

Il fan village si trova per l'appunto nel deserto, ma certamente non è lontano dalla zona degli stadi. Anzi, esso è appena fuori le varie città che ospiteranno le trentadue nazionali qualificate, con i tfosi che potranno accedervi senza particolari problemi.

Ancora, gli alloggi sono stati divisi per aree, e non tutti si trovano nella stessa. Il luogo evidentemente dipende dai tifosi e dalla loro nazionalità. È chiaro che saranno nello stesso posto i supporter di squadre che si affrontano nello stesso girone, e che poi in seguito saranno dalla stessa parte del tabellone della fase a eliminazione diretta.

Il mondiale delle polemiche

La polemica relativa al villaggio dei tifosi, non è l'unica dei mondiali in Qatar 2022. Quella precedente risale a due giorni fa, e riguarda l'ambasciatore scelto dal paese asiatico per la rassegna internazionale. Stiamo parlando delle dichiarazioni pessime fatte da Khalid Salman, ex giocatore qatariota.

Questi, in un'intervista con l'emittente televisiva tedesca ZDF, ha rilasciato delle parole assurde, secondo le quali l'omosessualità è un danno psichico, e quindi i gay dovranno accettare le regole del paese che li ospita, cioè appunto il Qatar.

Un collaboratore dello stesso Khalid Salman, poi, ha messo fine all'intervista per evitare allo stesso di continuare a dire cose obbrobriose. Ovviamente, però, questa dichiarazione resta e resterà, così come quelle inattese dell'ex capo della FIFA Blatter.

Le dichiarazioni di Blatter

Come ben si sa, Joseph Blatter non è più da tempo il capo della FIFA, il massimo organo calcistico mondiale. Nel giugno 2015, infatti, si dimise a causa dello scandalo corruzione, per il quale poi è stato condannato in seguito. Riguardo il Qatar, poi, è stato lapidario negli ultimi giorni.

Secondo il tedesco, difatti, è stato un suo errore assegnare la coppa del mondo al paese asiatico, anzi avrebbe dovuto assegnarla agli Stati Uniti, il che sarebbe stato un gesto per la pace nel mondo dopo che la precedente assegnazione era stata data alla Russia.

Leggi anche: Mondiali 2022, ecco tutti i giocatori infortunati che non partiranno per il Qatar

Leggi Anche

milan-slavia-praga-biglietti

Redazione Trend-online.com

23 feb 2024