Quanti punti servono al Napoli per vincere lo scudetto: cosa dice la matematica

Il Napoli di Spalletti vola in campionato e si dirige velocemente verso lo scudetto. Cosa dice la matematica? Ecco quanti punti servono per vincere.

quanti-punti-servono-al-napoli-per-vincere-lo-scudetto

La squadra partenopea continua a vincere e a convincere e si dirige spedita verso la vittoria del campionato. Quanti punti servono al Napoli per vincere lo scudetto? Andiamo a vedere che cosa dice la matematica e quanti punti sono serviti nelle passate stagioni.

Il Napoli capolista

A inizio stagione quasi nessuno avrebbe pronosticato un cammino così pulito del Napoli, che sta dominando in lungo e in largo il campionato italiano.

La squadra di Luciano Spalletti non solo gioca bene, ma vince e dimostra giornata dopo giornata tutto il suo valore.

Un gruppo che ragiona all'unisono e che sogna assieme a un'intera città.

Sarebbe strano il contrario d'altronde, 50 punti fatti nel girone d'andata che in prospettiva possono portare il Napoli a una stagione da record.

Il più 12 sulle inseguitrici dà un segnale forte a tutto il panorama calcistico, in questo momento la squadra più forte della Serie A è quella partenopea e superarla sarà un'impresa.

Il calciomercato estivo l'aveva privata di Koulibaly, ma Kim e ogni altro acquisto si sono inseriti con grande efficacia negli ingranaggi di Spalletti.

La stagione del Napoli per il momento è da sogno e ora ci si chiede quanti punti siano necessari per vincere lo scudetto.

Quanti punti servono al Napoli per vincere matematicamente lo scudetto

Partiamo dai numeri, il Napoli conduce la classifica del campionato di Serie A con 50 punti.

A inseguire c'è il Milan con 38 e il gruppetto formato da Lazio, Inter e Roma con 37 punti conquistati.

Di fatto la squadra partenopea è avanti di 12 punti dalla seconda, un gruzzoletto importante che ora va difeso nel resto della stagione.

Per sapere quindi quanti punti servono al Napoli per vincere matematicamente lo scudetto ci si deve basare sul Milan, attualmente secondo in classifica.

Ipotizzando che i rossoneri riescano a vincere tutte le partite a disposizione, e che riescano quindi a collezionare ben 57 punti, questi arriverebbero a quota 95.

Di conseguenza il Napoli avrebbe bisogno di raggiungere quota 96 per conquistare il titolo della Serie A.

Essendo ora a quota 50, dovrebbe conquistare altri 46 punti, ben quattro in meno rispetto a quelli ottenuti nel girone d'andata.

Un vantaggio da gestire

Al Napoli per vincere matematicamente lo scudetto, in questo momento, servirebbero altri 46 punti.

Questo però dando per scontato che il Milan di Stefano Pioli, attualmente secondo e in un momento critico, riesca a vincere tutte le partite rimanenti.

Di conseguenza, ragionando in maniera più concreta, si può tranquillamente affermare che saranno necessari meno punti di quelli detti nel paragrafo precedente.

Il vantaggio sulle inseguitrici è di almeno 12 punti, parliamo di cifre importanti ora che siamo giunti a più di metà campionato.

Il Napoli di Spalletti dovrà gestirlo e cercare di approfittare dei passi falsi della avversarie.

Leggi anche: Inter, operazione rinnovi: ecco chi sono i calciatori con i quali sta trattando

Quanti punti sono serviti a Inter e Milan

Dopo aver fatto i dovuti calcoli per capire quanti punti servono al Napoli per vincere matematicamente lo scudetto, andiamo a vedere quanti ne sono serviti nelle scorse stagioni.

L'Inter uscì vincente nel campionato 2020-2021, visse una stagione molto positiva in cui riuscì a staccare tutte le dirette concorrenti collezionando 91 punti.

Il Milan si posizionò secondo staccato di 12 punti, Atalanta e Juventus condivisero il podio distanti 13 lunghezze dai nerazzurri.

A conti fatti ai nerazzurri sarebbero serviti meno punti quelli che sono riusciti a collezionare.

Il Milan invece, dopo 11 anni, è riuscito a tornare campione d'Italia nella passata stagione dopo una corsa al fotofinish con i cugini interisti.

La squadra di Stefano Pioli riuscì a conquistare 86 punti e staccò l'Inter di sole due lunghezze.

Come possiamo vedere ogni stagione è diversa, qualcuna è più combattuta qualcun'altra meno.

Le prossime partite riusciranno a darci qualche indicazione in più in merito ma una cosa è certa: il destinato del Napoli è nelle mani del Napoli stesso.

Leggi anche: Calciatori della Juve e manovra stipendi: ecco chi sono e cosa rischiano