In attesa della finale di Champions League, che si giocherà in data 28 maggio alle ore 21:00, ci si trova davanti a uno spettacolo che garantirà quasi sicuramente grandi emozioni.

Questo, in virtù della gara di andata, vinta per un risultato complessivo di 4 reti a 3 per i padroni di casa. Risultato piuttosto riduttivo, se si considera la quantità spropositata di azioni pericolose create da entrambe le squadre coinvolte. Analizzando anche solo questo dato, si può facilmente intuire come la gara di ritorno non sarà certamente da meno.

Con il Real Madrid che, le sue rimonte europee, le ha storicamente sempre costruite presso le proprie mura casalinghe. Facendo sì che i risultati parlino effettivamente per loro. I Blancos, infatti, sono i vincitori di ben 13 titoli europei, parlando ovviamente della Champions League.

Real Madrid-Manchester City, dove vederla in tv?

Real Madrid-Manchester City sarà visibile in chiaro? Se sì, dove vederla in tv? Questi due interrogativi, riguardano la maggior parte delle perplessità che tutti gli appassionati di calcio stanno esprimendo negli ultimi giorni. Infatti, solitamente la programmazione del palinsesto italiano riguarda una gara trasmessa in chiaro, e una disponibile presso altre piattaforme.

Dunque, ci si ritrova così a vedere due partite differenti, in due momenti altrettanto diversi. Nel caso della gara di ritorno che si disputerà tra il Real Madrid e il Manchester City, la partita in questione verrà trasmessa in esclusiva proprio su Amazon Prime Video.

La stessa piattaforma, ha infatti trasmesso la gara di andata che si è disputata tra Liverpool e Villareal. Il ritorno che si giocherà in Spagna, e che vedrà ospite la squadra allenata da Jurgen Klopp, verrà dunque trasmesso in chiaro su Mediaset. Questo, per specificare il meccanismo descritto nelle righe lette in precedenza.

Una scelta sicuramente particolare, ma che effettivamente rende molto più equa e godibile la fruizione della Champions League. Una formula simile, non a caso, viene adottata anche per l'Europa League e la Conference League.

Per quanto concerne i dispositivi su cui sarà possibile usufruire di tale spettacolo, si ha una vasta gamma di scelta a disposizione. Potranno godersi la sfida i possessori dei seguenti dispositivi elettronici:

  • Playstation
  • Xbox
  • Amazon Fire TV Stick
  • Google Chromecast
  • Roku
  • Apple TV
  • Sky Q

Quest'ultima opzione, è infatti accessibile anche agli abbonati di Amazon Prime Video, oltre che a quelli che sono dei consumatori ricorrenti del servizio offerto da Sky. Naturalmente, anch i possessori di smartphone Android e iOS potranno così vedere l'incontro. Questo, in quanto l'app di Amazon Prime Video è disponibile anche per i sistemi operativi elencati.

Chi sarà l'arbitro incaricato?

La designazione arbitrale prevista per questa partita di Champions League, sarà affidata ad una stretta conoscenza del calcio italiano. Infatti, la terna arbitrale sarà composta dalle seguenti figure. Il direttore di gara sarà Daniele Orsato, arbitro dall'esperienza più che ventennale all'interno del settore.

La sua figura, sarà a sua volta coadiuvata dai guardalinee Ciro Carbone e Alessandro Giallatini. Il quarto uomo, sarà invece Davide Massa. Per eventuali revisioni o azioni secondarie, la sala Var sarà presidiata da Massimiliano Irrati e Paolo Valeri. Una gara così delicata, d'altro canto, è perfettamente normale che venga affidata ad un roaster di arbitri e professionisti del genere. Nonostante la gara di andata non sia stata affatto impegnativa dal punto di vista disciplinare, è sempre meglio affidare certi appuntamenti a delle persone che siano competenti nei loro ruoli di riferimento.

La semifinale di ritorno, dunque, al suo comando avrà una sorta di "casting" d'eccezione. I precedenti di Orsato per quanto concerne questo tipo di partite, dal punto di vista direzionale fanno sicuramente ben presagire. In precedenza, infatti, l'arbitro originario di Vicenza ha avuto modo di familiarizzare con degli ambienti simili.

L'ultima gara che ha avuto modo di dirigere, è stata infatti la partita tra Real Madrid e Manchester City degli ottavi di finale, giocata e vinta dal Manchester City per un risultato complessivo di 2-1. Inoltre, i Blancos sotto la sua direzione non hanno mai vinto alcuna partita.

Statistica naturalmente a sé stante, e che non rappresenta in alcun modo quella che poi potrebbe essere l'andatura regolare dei fatti che verranno. Tuttavia, sono comunque dati che vanno citati per dovere di cronaca, e di completezza. Discorso differente per il Manchester City, che invece può vantare un bilancio favorevole costituito da ben 3 vittorie e una sola sconfitta ottenuta. Insomma, anche dal punto di vista arbitrale sarà molto interessante vedere come si evolveranno le cose.

Real Madrid-Manchester City: formazioni ufficiali

La partita in sé vedrà coinvolti più o meno gli stessi interpreti che si sono visti nel corso della gara di andata. Per quanto riguarda i padroni di casa, Carlo Ancelotti non apporterà alcun cambiamento dal punto di vista del modulo: solito 4-3-3 con Carvajal, Militao, Alaba e Mendy a difendere la porta presidiata da Courtois. A centrocampo, spazio al trio composto da Valverde, Kroos e Modric.

In attacco, invece, Rodrygo e Vinicius Jr agiranno a supporto del capocannoniere della squadra: Karim Benzema. Pep Guardiola, a sua volta, manterrà all'incirca la solita linea vista nel corso della gara di andata: difesa composta da Ruben Dias e Laporte. Spazio a centrocampo per De Bruyne, Rodri in posizione più arretrata e Bernardo Silva, e tridente offensivo formato da Foden, Gabriel Jesus e Mahrez.

Visti gli interpreti, ci si potrà dunque aspettare uno spettacolo quasi garantito. Dal punto di vista tattico, si avranno tanti spunti di riflessione interessanti. Il fatto che entrambe le squadre giocheranno probabilmente con un modulo speculare, lascia intuire come sarà un'altra gara che si giocherà totalmente a viso aperto.

In questo caso, dunque, potranno risultare determinanti gli impegni futuri. Il Real Madrid, infatti, lo scorso weekend si è laureato campione di Liga con un margine considerevole sulle dirette concorrenti. Dunque, i Blancos si potranno concentrare pienamente sul percorso in Champions League.

Discorso differente per Pep Guardiola, che dovrà pensare bene a come tenere lontano il Liverpool dalla corsa scudetto in Premier League. I Reds, infatti, distano di appena un punto dagli acerrimi rivali del Manchester City. A questo punto della stagione, dunque, ogni passo falso potrebbe rivelarsi fatale. 

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Militao, Alaba, Mendy; Modric, Valverde, Kroos; Rodrygo, Benzema, Vinicius. All. Ancelotti

MANCHESTER CITY (4-3-3): Ederson; Cancelo, Ruben Dias, Laporte, Zinchenko; De Bruyne, Rodri, Bernardo Silva; Mahrez, Foden, Gabriel Jesus. All. Guardiola