Roberto D’Aversa, chi è l’allenatore abruzzese che ha colpito con una testata Thomas Henry

Roberto D'Aversa è stato esonerato l'11 marzo 2024 per colpa di una testata al termine della partita Lecce-Verona: ecco chi è l'allenatore abruzzese.

Roberto D’Aversa è stato esonerato dal Lecce l’11 marzo 2024. La decisione della dirigenza giallorossa è maturata a seguito al comportamento inaccettabile dell’allenatore abruzzese durante il finale di partita di Lecce-Verona. Al termine del match, infatti, D’Aversa si è lanciato in campo contro l’attaccante degli scaligeri Thomas Henry, colpendolo con una testata. La domanda sorge spontanea: con questo gesto può aver messo fine alla sua carriera come allenatore? Chi è realmente Roberto D’Aversa?

In questo articolo riportiamo le domande e risposte più chieste dalla nostra comunità

Sommario:

  1. 1.

    Chi è Roberto D’Aversa: il passato da calciatore

  2. 2.

    La carriera da allenatore

  3. 3.

    Come si chiama la moglie di Roberto D’Aversa?

  4. 4.

    Quanto guadagna D’Aversa a Lecce?

Chi è Roberto D’Aversa: il passato da calciatore

D’Aversa nasce nell’agosto del 1975 a Stoccarda, ma passa solamente i primi 3 anni della sua vita in terra tedesca, perché nel ’78 i suoi genitori tornano in patria, a Pescara. Inizia a giocare a calcio come attaccante, anche se passerà la maggior parte della sua carriera a ricoprire il ruolo di centrocampista. Il Milan viene a bussare alla sua porta: ha giocato con la primavera dei rossoneri per 3 anni, dopodiché è andato in prestito al Prato, in C1. Con il Milan non esordisce in Serie A, ma resta nella terza serie con il Monza. Conquista una storica promozione in B, dove resta per altre 4 stagioni con le maglie di Monza, Cosenza, Pescara, Sampdoria e Ternana.

Fa il suo esordio in Serie A con il Siena, con cui resta per 4 anni consecutivi, guadagnandosi un posto da titolare nella massima serie. Con i bianconeri tocca il punto più basso della sua carriera sportiva: nel 2004 viene squalificato per 6 mesi per calcioscommesse, ma il Siena gli dà comunque fiducia.

Passa al Messina nel gennaio del 2007, con cui però retrocede. Nonostante il declassamento nella serie cadetta, D’Aversa rimane con i siciliani, almeno fino a quando il Messina non dichiara bancarotta. Passa al Treviso, sempre in B, e si trasferisce al Mantova per metà stagione. Arriva al Gallipoli, ma ancora una volta cambia casacca nel mercato invernale: viene acquistato dalla Triestina a titolo definitivo, con cui però non riuscirà a rimanere nella serie cadetta, retrocedendo in C1. Passa alla Virtus Lanciano, con cui sale di categoria, riuscendo poi a mantenere il posto in serie B l’anno successivo. Si ritira nel 2013 a 38 anni.

La carriera da allenatore

D’Aversa inizia la sua carriera fuori dal campo come responsabile dell’area tecnica della Virtus Lanciano. Nel 2014 diventa l’allenatore della squadra, riuscendo a salvarla con un saldo 14esimo posto conquistato. Viene esonerato due anni dopo il suo ingaggio e passa al Parma.

Con i ducali ottiene due storiche promozioni: la prima in Serie B nella stagione 2016-2017. Nella stagione immediatamente successiva riesce nell’impresa della promozione diretta in Serie A. Nei primi due anni con il Parma nella massima serie raggiunge un quattordicesimo e un undicesimo posto. Viene esonerato nell’agosto del 2020, ma viene richiamato appena qualche mese dopo, non riuscendo a risollevare i ducali dal baratro della retrocessione. Viene esonerato nel 2021.

Passa alla Sampdoria firmando un contratto di due anni, ma la società blucerchiata lo esonera dopo un anno e mezzo vista la preoccupante situazione in classifica della squadra ligure, che li vedeva al 16º posto a soli 4 punti dalla zona retrocessione.

Lo ingaggia il Lecce per la stagione 2023-2024, con opzione per un altro anno in caso di salvezza conquistata. In seguito alla 28esima giornata di Serie A, tuttavia, la sua avventura nella città salentina si è interrotta. Domenica 10 marzo 2024, a Lecce, il Verona ha vinto sulla squadra di D’Aversa con solo un gol di scarto. Sul finale però massima tensione: l’allenatore del Lecce si è avvicinato a Henry e lo ha colpito con una testata.

La testata e l’esonero dalla panchina del Lecce

A dire la sua sulla testata a fine partita è stato lo stesso allenatore, Roberto D’Aversa, che ai microfoni di Sky ha dichiarato:

C’è stato un finale concitato, già negli ultimi minuti di partita quando ci sono state delle provocazioni. Non volevo che i miei ragazzi prendessero delle squalifiche o simili, siamo venuti a contatto io e Henry. Il gesto non è stato bello da vedere, ma la mia intenzione era di dividere gli altri. Ha continuato nelle provocazioni anche a partita finita.

Quindi ha ribadito:

Con i dirigenti ci siamo parlati ed è finita lì. Non sono entrato in campo per dare una testata, sono andato a salutare Baroni, l’intenzione mia non era di andare da Henry assolutamente. Ripeto: gesto brutto da vedere, a prescindere da tutto.

La società ha subito condannato il gesto:

L’U.S. Lecce, con riferimento all’episodio che ha visto coinvolto l’allenatore D’Aversa e il giocatore del Verona Henry, pur valutando la situazione di nervosismo generale nel finale di gara, condanna fermamente il gesto del proprio allenatore in quanto contrario ai principi e ai valori dello sport.

L’indomani, dopo la nota ufficiale, il club leccese sul suo sito ha annunciato l’esonero di mister Aversa:

Dopo i fatti avvenuti al termine della gara Lecce-Verona, l’U.S. Lecce comunica di aver sollevato dall’incarico l’allenatore Roberto D’Aversa. Al mister e al suo staff va il ringraziamento per il lavoro svolto.

Come si chiama la moglie di Roberto D’Aversa?

La moglie dell’allenatore Roberto D’Aversa si chiama Claudia Di Comite. La coppia ha 3 figli.

Quanto guadagna D’Aversa a Lecce?

Nella classifica degli stipendi da record che si aggiudicano gli allenatori di Serie A, fanalino di coda proprio Roberto D’Aversa, che chiude la lista insieme al collega Alberto Gilardino, allenatore del Genoa. I due guadagnano mezzo milione.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate