Che cos'è la Uefa Nations League? È importante o è solo un'occasione per testare nuovi talenti in Nazionale maggiore? All'interno di questo articolo cercheremo di sviscerare questo e altri argomenti inerenti a questa competizione, mantenendo un occhio di riguardo sugli Azzurri di Roberto Mancini.

Uefa Nations League, che cos'è

Che cos'è la Uefa Nations League, è una competizione importante o è semplicemente uno specchietto per le allodole per milioni di tifosi?

È tipico del tifo italiano snobbare le competizioni che storicamente non sono ritenute di massimo livello, tra queste ovviamente sono comprese le new entry.

Di conseguenza, per molti raggiungere ottimi risultati in Uefa Nations League non è importante e rappresenta solamente un calendario di amichevoli di lusso ben organizzate.

La realtà dei fatti, però, è ben diversa e questa competizione ha un valore rilevante sotto molti punti di vista.

La Uefa Nations League è una competizione continentale ed è riservata alle Nazionali affiliate alla Uefa, il trofeo viene messo in palio con cadenza biennale.

Raggiungere le fasi finali di questo torneo, inoltre, comporta dei vantaggi non indifferenti anche per quanto riguarda le qualificazioni agli Europei e ai Mondiali immediatamente successivi.

Le quattro squadre che giocano le Finals, infatti, hanno accesso di diritto al girone di qualificazione per la Coppa d'Europa e ii risultati ottenuti influiscono anche sulla fascia di merito nella quale verranno poi inserite.

Inoltre, alle squadre più meritevoli di Uefa Nations League che non riescono a superare la fase di qualificazione al Mondiale, spetta di diritto un posto ai play-off.

Non è dunque una vetrina sul calcio continentale, che già di per sé avrebbe una grossa valenza, ma ha anche un valore tangibile sulle competizioni ritenute più importanti.

È una competizione da snobbare? No, è una competizione da sfruttare al meglio? Assolutamente sì e per questo ci auguriamo che la nostra Nazionale arrivi fino in fondo.

Il regolamento della Uefa Nations League

Una volta capito che cos'è la Uefa Nations League è importante capire come funziona e qual è il regolamento in vigore.

Il torneo si suddivide in quattro diverse Leghe che si dividono in ordine di importanza tra A, B, C e D.

Ogni Lega è divisa a sua volta in quattro Gruppi, nelle Leghe A, B e C, e in ognuno di essi sono presenti quattro squadre, mentre la Lega D è divisa in due Gruppi uno da quattro e una da tre squadre.

A determinare La Lega di appartenenza sono i risultati ottenuti nell'edizione precedente del torneo, infatti la competizione si basa su un sistema di promozioni e retrocessioni.

Nelle Leghe A e B le ultime classificate di ogni singolo Gruppo retrocedono alla Lega inferiore mentre nella Lega C, le ultime classificate, disputano i play-out.

Le prime classificate dei Gruppi appartenenti alla Lega A si sfidano alle Finals per determinare quale squadra sarà la vincitrice del torneo.

Nelle Leghe inferiori, invece, le prime classificate avanzano di Lega compiendo sempre passi in avanti utili a giocare con le squadre più forti.

Il sorteggio dei vari gruppi viene fatto a Nyon, e grazie a esso le Nazionali conoscono il proprio Gruppo di appartenenza.

Un sistema imparziale da una parte e meritocratico dall'altra, utile ai fini di scoprire quale Nazionale è la più in forma del momento.

L'Italia in Nations League, il girone

Il sorteggio di Nyon non è stato particolarmente fortunato per l'Italia del Commissario Tecnico Roberto Mancini, che è capitata nel Gruppo 3 della Lega A in un girone di ferro.

Le dirette avversarie sono Germania, Inghilterra e Ungheria, un Gruppo complicato destinato a riservare molte sorprese come già ci ha dimostrato.

La Germania è una squadra molto forte ed è l'acerrima rivale degli Azzurri da ormai tempo immemore.

L'Inghilterra, invece, lo è diventata dopo la vittoria a Wembley dell'Italia proprio contro gli inglesi che ora hanno una gran voglia di rivincita.

L'Ungheria si presenta come la sfavorita ma ha già dimostrato di non trovarsi nella Lega A per caso, e la vittoria sull'Inghilterra lo dimostra in pieno.

Quello in cui è capitata l'Italia di Mancini è probabilmente il Gruppo più difficile di tutta la Nations League, ma se c'è una cosa che abbiamo imparato dalla nostra Nazionale è che nulla impossibile, e che spesso le sfide facili per noi sono le più complesse.

Le prime due sfide sono già state disputate e l'Italia, per il momento, ne è uscita illesa ma il cammino è ancora molto lungo e tortuoso.

Italia-Germania, Italia-Ungheria

Le prime due sfide di Nations League dell'Italia se ne sono andate, per fortuna degli Azzurri, senza capitomboli e ora si ritrova in prima posizione parziale con 4 punti conquistati.

La prima sfida si è disputata al Dall'Ara di Bologna contro la Germania, una sfida nella quale l'Italia partiva sfavorita soprattutto alla luce del duro periodo che sta vivendo.

La mancata qualificazione al Mondiale in Qatar prima, e la sconfitta per 3-0 contro l'Argentina nella Finalissima poi, sembravano aver messo in ginocchio gli Azzurri che però hann oreagito d'orgoglio.

1-1 contro la Germania mentre l'Ungheria batteva per 1-0 su rigore l'Inghilterra, ben più forte e attrezzata dei rivali.

La seconda sfida l'Italia l'ha disputata al Manuzzi di Cesena proprio contro l'Ungheria, outsider del Gruppo che però è dotata di grande qualità e orgoglio.

Gli Azzurri, imbottiti di giovani, hanno disputato un gran primo tempo ricco di entusiasmo e volontà, Pellegrini mette di nuovo la sua firma con il numero 10 e Gnonto continua a stupire.

La partita termina 2-1 per l'Italia e il pareggio tra Germania e Inghilterra sancisce che, per il momento, la nostra Nazionale è al primo posto in solitaria nel Gruppo C.

Ecco la momentanea classifica del Gruppo

  • Italia 4
  • Ungheria 3
  • Germania 2
  • Inghilterra 1

Dove vedere in TV la Uefa Nations League

Dopo aver visto che cos'è la Uefa Nations League, averne capito il suo valore e aver visto anche la situazione della Nazionale italiana è importante capire dov'è possibile vederla in TV.

Iniziamo subito dicendo che esistono due tipi di diritti di trasmissione di questa competizione, quelli inerenti agli Azzurri e quelli riferiti al resto delle squadre.

È infatti possibile vedere le partite della Nazionale italiana di Uefa Nations League sulla Rai, in TV vengono trasmesse in chiaro e senza abbonamento su Rai 1 mentre in streaming su raiplay.it.

Per quanto riguarda invece il resto delle partite, invece, i diritti TV sono di proprietà di Sky e di Mediaset i quali trasmettono il resto della competizione sui propri canali ufficiali.

Le prossime partite dell'Italia

L'Italia ha già dunque disputato due dei tre incontri in programma nell'andata della fase a gironi della Uefa Nations League, ma prima della pausa  e di riprendere a settembre dovrà disputare altre due sfide.

La prima la vedrà coinvolta nella difficile partita contro l'Inghilterra, l'11 luglio alle 20.45 a Wolverhampton, mentre la seconda a Monchengladbach nel ritorno della sfida contro la Germania il 14 luglio sempre alle 20.45.

Due sfide fondamentali per il futuro nel torneo della nostra Nazionale, staremo a vedere se riuscirà a mantenere questo andamento.