Chi è Wilfried Gnonto? Tutto sul gioiello della Nazionale

Le ultime uscite della Nazionale italiana, hanno visto Willy Gnonto tra i principali protagonisti: ecco chi è il nuovo gioiello azzurro.

Image

Il nome di Wilfried Gnonto, nelle uscite più recenti dell'Italia di Roberto Mancini, ha prodotto un eco grande a tal punto che tanti si chiedono chi è. Il giocatore, infatti, ha fatto parlare di sé a suon di prestazioni convincenti e dedizione. Elementi che, data anche la sua giovane età, non sono affatto da dare per scontati.

Ad oggi, l'Italia si trova in prima posizione nel suo rispettivo girone di Nations League. Pertanto, il giocatore in questione potrebbe rivelarsi un elemento prezioso anche in ottica futura. Buona parte del merito di tale posizione, benché sia ancora presto per poterlo affermare, è anche merito del giovane attaccante.

Chi è Wilfried Gnonto

Wilfried Gnonto, detto Willy, è un attaccante italiano classe 2003 attualmente di proprietà dello Zurigo. I suoi primi passi nel mondo del calcio, hanno avuto inizio nel settore giovanile del Baveno, per poi trasferirsi a Suno, in provincia di Novara. Il salto di qualità che gli ha poi permesso di esordire nel mondo dei grandi, è stato grazie all'Inter.

La chiamata dei nerazzurri, ricevuta all'età di 12 anni, gli ha infatti permesso di intraprendere un lungo percorso con il club milanese. Nel 2019, è arrivato poi l'esordio in Primavera, con la quale ha avuto modo di realizzare anche alcune reti.

Il suo debutto nel professionismo, tuttavia, non è arrivato con i nerazzurri. Dopo aver lasciato il settore giovanile in cui ha militato per 8 anni, ha deciso di vestire la maglia dello Zurigo, club svizzero col quale ha un contratto triennale ancora in corso di validità.

Così, in data 24 ottobre 2020, ha compiuto il suo debutto in campionato all'età di 16 anni. La sua prima marcatura, inoltre, non ha tardato ad arrivare. Il 21 maggio successivo, contro il Vaduz (squadra che ha incontrato durante il suo debutto), ha siglato la sua prima rete da calciatore professionista.

Nella stagione successiva, ha avuto modo di trovare maggiore costanza, venendo impiegato in campo con molta più frequenza da parte del suo allenatore. Così, con un totale di otto reti realizzate, Gnonto è stato reso partecipe della vittoria del campionato da parte dello Zurigo.

Caratteristiche tecniche

Willy Gnonto, è il classico esempio secondo il quale l'apparenza inganna. Infatti, nonostante la sua stazza non sia particolarmente imponente, questa gli consente comunque di arrivare ad imporsi in numerosi duelli aerei. La buona elevazione di cui egli dispone, gli permette infatti di primeggiare anche laddove il divario fisico è evidente.

Tuttavia, le sue qualità migliori sono da ricercarsi altrove. Indubbiamente, anche per conformazione, questo giocatore riesce ad esprimersi al meglio negli spazi aperti. Essendo dotato di una buona tecnica e di un'ottima rapidità di movimento, l'attaccante dello Zurigo si ritrova spesso a saltare l'avversario con una discreta facilità.

Inoltre, la sua capacità di calciare con entrambi i piedi lo porta spesso a concludere, anche dalla lunga distanza eventualmente. Per caratteristiche, benché ci siano dei paragoni sicuramente più adatti, il calciatore ha dichiarato di avere Lionel Messi come modello di riferimento.

Il suo ruolo ideale, è sicuramente quello di seconda punta, benché per caratteristiche si trovi molto bene anche a giocare come attaccante esterno. Potenzialmente, può ricoprire tutti i ruoli che il reparto offensivo richiede. Dunque, si tratta anche di un giocatore molto duttile di per sé.

Nella stagione trascorsa in Super League con lo Zurigo, il giocatore ha siglato 10 reti e servito 5 assist in 36 partite giocate in totale. A livello realizzativo, contando anche la sua età molto giovane, non ci si può affatto lamentare.

I margini di crescita sono evidenti, e questa non è una considerazione che è certamente sfuggita ai club. Infatti, numerose squadre appartenenti al campionato italiano desiderano riportare in Italia il giocatore. Questa, potrebbe essere una ghiotta opportunità di crescita per lui, soprattutto in funzione di quella che sarà la Nazionale del domani.

Esordio in Nazionale

L'esordio in Nazionale maggiore, per Willy Gnonto, è arrivato nella partita di Nations League contro la Germania, pareggiata dagli Azzurri con un risultato di 1-1. Il giocatore, si è distinto per via della sua solida prestazione giocata contro i tedeschi, la quale gli ha permesso di servire anche l'assist per il gol del momentaneo vantaggio.

Contro l'Ungheria, è arrivata poi la sua prima partita da titolare. Benché sia stata una partita meno "pimpante" del solito, la partita contro la Nazionale allenata da Marco Rossi è comunque uno step ulteriore da considerare. La sua età molto giovane, infatti, gli potrebbe consentire di raggiungere dei traguardi particolarmente soddisfacenti.

Nonostante i suoi compagni siano decisamente più abituati a degli scenari del genere, il giovane talento prodotto dal vivaio dell'Inter non ha affatto sfigurato. Dimostrando infatti una rapidità notevole e una freddezza decisionale degna di nota. A livello anagrafico, dunque, si può dire come le prestazioni viste in campo non siano affatto parte di un giocatore così giovane.

Probabilmente, tutta la durata della Nations League prevederà per forza di cose il suo impiego in campo. E questa, per Gnonto, potrebbe essere una concreta occasione di mettersi in mostra. Sia in ottica Nazionale che in ottica calciomercato. Alcune sirene dei principali club italiani (e non) hanno iniziato a suonare con una certa insistenza, il che lascia ben presagire per un eventuale ritorno in Italia da parte del giocatore.

Questa volta nelle vesti di un professionista, ovviamente. Il suo debutto nel mondo dei professionisti, infatti, è avvenuto con la maglia dello Zurigo. Il suo estro offensivo, si era già intravisto proprio nel suo trascorso in Primavera. 

Un Willy Gnonto di appena 15 anni, arrivò infatti a segnare contro la Juventus, in una partita vinta dai nerazzurri con uno scarto piuttosto notevole. In ottica calciomercato, dunque, si potrebbero avere degli sviluppi per quanto riguarda un suo possibile trasferimento. Ma per il momento, è bene pensare al presente.

Ritorno in Italia?

Come è giusto intuire, Willy Gnonto ha attirato a sé l'interesse di numerosi club europei. Molti di questi, dunque, appartenenti al campionato italiano. Tra le squadre a lui interessate, si possono annoverare:

  • Psv
  • Friburgo
  • Monaco
  • Anderlecht
  • Club Brugge
  • Fiorentina
  • Roma
  • Sassuolo
  • Lione

Insomma, tra i principali campionati europei le offerte non mancano affatto. Per quanto riguarda la Serie A, pare che la "corsa" alle trattative sia destinata solamente a tre squadre. Considerando la sua assoluta varietà offensiva, è sicuramente un calciatore che può fare comodo a qualsiasi tipo di organico. Con le dovute proporzioni, naturalmente.

La situazione contrattuale del giocatore, lo vede legato al club dello Zurigo fino al 30 giugno 2023. Considerando che ancora non sembra esserci alcun rinnovo di contratto in programma, è molto probabile che il club svizzero possa lasciarlo andare per poter monetizzare.

Considerando anche il suo alto valore attuale, probabilmente il momento migliore per venderlo è quello attuale. Tuttavia, va anche detto che il giocatore ha dei margini di crescita a dir poco notevoli. Ma bisogna anche tenere presente il fatto che, in prossimità di una ipotetica scadenza imminente, il suo valore andrebbe a scemare.

Dunque, è una decisione che va presa con le dovute misure. Quello che per ora sembra essere un fattore certo, è che il giocatore ha attirato a sé l'interesse di numerose squadre a suon di assist, giocate e prestazioni convincenti. E chissà che ciò non possa evolversi sempre di più col passare del tempo.

Leggi anche: Italia, ecco il calendario di Nations League

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Wilfried (@willy.gnonto)