Converrà ancora condividere l'abbonamento Netflix? Ecco quanto costerà e cosa cambierà

Dopo la conferma ufficiale da parte di Netflix, condividere l'abbonamento con parenti e amici non sarà più gratuito. Ma quanto costerà farlo e come cambierà l'esperienza di fruizione. Ecco le risposte

Image

É ufficiale ormai da qualche giorno e la notizia non ha colto impreparati i più attenti e, d'altronde, se ne parlava da mesi. 

Molto presto gli utenti di Netflix abituati a condividere l’account con amici e parenti in modo gratuito, ben presto non potranno più farlo. L’operazione di condivisione con le "case" connesse all’account avrà infatti un costo extra.

Ma quanto costerà condividere l'abbonamento e come cambierà la fruzione del servizio di streaming più popolare al mondo?

Quanto costerà la condivisione dell’abbonamento su Netflix

Brutte notizie per gli utenti di Netflix che speravano di poter approfittare della condivisione dell’abbonamento in modo gratuito. Era già nell’aria la notizia di un cambiamento negli abbonamenti, ma qualche giorno fa si è concretizzata.

Ebbene sì, dopo alcuni tentennamenti - e la nuova feature del trasferimento del profilo -, è fresco il mutamento delle regole di una delle migliori piattaforme streaming in circolazione. Infatti, dal 2023 si dovrà dire addio all’abbonamento condiviso a meno che non si accetti di pagare. Ma quanto?

Il costo della condivisione dell'abbonamento Netflix non è ancora stato stabilito in maniera inequivocabile.

Ma, in alcuni paesi d’oltreoceano come Argentina, Repubblica Dominicana, Honduras, El Salvador e Guatemala - dove il blocco e la funzionalità di trasferimento profilo è stata sperimentata per prima - si parla di un costo extra  mensile pari a 2.99$ per ogni "casa" con cui si condividerà il proprio abbonamento.

Dunque, tutti i clienti italiani con profili correlati al proprio account possono tirare un sospiro di sollievo, almeno per ora. 

Come cambierà l’esperienza Netflix dell’abbonamento condiviso (oltre al prezzo)

Il nuovo piano di Netflix entrerà effettivamente nelle nostre case - sbattendone fuori molte dagli account - nel 2023: come si suol dire, cerchiamo di approfittarne finché siamo in tempo. 

Oltre al supplemento per cui si dovrà sborsare, vi sono opzioni che interessano gli utenti in modo differente, a seconda del piano prescelto al momento dell’iscrizione alla piattaforma. 

Infatti, secondo quanto si era stabilito inizialmente, i clienti con piani base possono aggiungere una casa in più anche per quanto riguarda il nuovo abbonamento base con pubblicità; quelli con i piani standard possono aggiungere fino a due case in più; mentre gli abbonamenti al piano più costoso, quello premium, possono ‘’insediare’’ nel loro account un massimo di tre case. 

A fronte delle nuove politiche di condivisione, che prevedono l’apertura del proprio portafoglio, sorge spontaneo chiederci: ne varrà ancora la pena ospitare nel proprio account amici e parenti?