Aggiornamenti WhatsApp per content creator: i nuovi tool!

WhatsApp sperimenta nuove possibilità per disegnare a mano libera. Matite e colori di varia natura permetteranno ora agli utenti di editare i loro contenuti in modo sempre più creativo. E sarebbero in arrivo anche altri tool per modificare ulteriormente le immagini.

Image

WhatsApp è in fase di sperimentazione di nuovi tool. E, sebbene la sperimentazione sia una costante dell'azienda, questa volta i cambiamenti riguardano delle funzionalità più creative.

Prima che il loro utilizzo venga diffuso su scala globale, Whatsapp sta testando questi aggiornamenti nella sua versione Beta per Android.

Nell'ultimo periodo, l'app di messaggistica più conosciuta al mondo ha ripetutamente aggiunto alcuni servizi che ne rendono l'utilizzo più sicuro e originale.

Parliamo dell'introduzione, sempre in fase di test, delle reazioni (almeno su iPhone), simili a quelle che utilizziamo e vediamo su Facebook. Parliamo di un supporto multi dispositivo e di una nuova interfaccia per le chiamate vocali.

In esclusiva per il pubblico americano, inoltre, è prevista un'integrazione per i pagamenti con Novi, il "portafoglio" digitale di Meta (ex Facebook).

Queste novità in via sperimentale, ci preannunciano già le prossime mosse di Whatsapp: implementare l'aspetto interattivo, espanderlo e aggiungere nuovi servizi che permettano all'utente di completare tutte le azioni in app.

O semplificando il concetto fino all'estremo: far sì che l'utente abbia tutto il necessario a disposizione per interagire meglio con WhatsApp e con gli altri utenti. E per farlo, avrà in dotazione anche una nuova tavolozza per soddisfare il suo estro creativo.

Come? È presto detto.

WhatsApp: il significato di un'app sul telefono di tutti

Nata nel lontano 2009 da un progetto di Jan Koum e Brian Acton, due informatici americani prima dipendenti di Yahoo, WhatsApp deve il suo nome a un simpatico gioco di parole.

Il nome dell'applicazione di messaggistica ora in casa Meta deriva dalla fusione dell'espressione inglese "What's up", ossia "Come va", "Cosa succede", e App, applicazione. L'idea di Koum si è rivelata vincente: il suono di What's up e Whatsapp era lo stesso, ma si arricchiva di nuovi significati e nuovi orizzonti.

Scambiarsi due chiacchiere attraverso messaggi istantanei in una applicazione gratuita e personalizzabile era qualcosa di innovativo, che non poteva limitarsi a restare sugli iPhone, non poteva rimanere un'idea che si fermava a un'unica tipologia di dispositivo.

Con la diffusione dell'app anche sugli smartphone, l'aggiunta di nuove funzionalità e il suo successivo acquisto nel 2014 da parte di Facebook per 19,3 miliardi di dollari, WhatsApp si confermò come l'applicazione di messaggistica più diffusa a livello mondiale.

Grazie alle chiamate vocali (anche VoIP, in gruppo) a WhatsApp web, ai gruppi, alla condivisione di foto, video, audio, posizione geografica, animazioni e gif, WhatsApp ha soppiantato l'uso degli SMS ed MMS, divenendo l'app di messaggistica più scaricata al mondo.

A rivaleggiarla, seguendola nelle classifiche relative al numero dei download e sfidandola nella quantità e qualità dei servizi, però, c'è Telegram, l'app di messaggistica e broadcasting fondata da Pavel Durov.

Il motivo per cui WhatsApp non può permettersi di rallentare gli aggiornamenti è il rischio di venire scalzata dai competitor in ascesa che captano l'interesse degli stessi utenti.

Oltre a Telegram, la minaccia più imminente, WhatsApp deve infatti resistere anche a WeChat, Snapchat e Viber. Quello di cadere nell'obsoleto o nell'oblio è un rischio che WhatsApp non può assolutamente permettersi.

Cosa cambia in WhatsApp

Secondo quanto riportato da WABetaInfo, fonte indipendente che presenta gli aggiornamenti e le novità in fase di test su WhatsApp, l'applicazione sta sviluppando nuove funzionalità per i suoi due miliardi di utenti attivi.

Tra gli aggiornamenti più attesi, il supporto multi-dispositivo. Disponibile nella versione Beta, questa funzione permette di collegare al proprio account fino a quattro dispositivi. Sarà perciò possibile utilizzare WhatsApp in contemporanea su computer, smartphone e tablet.

Oltre al supporto multi-dispositivo, nel frattempo WhatsApp lavora sulle Community, una specie di gruppo matrioska dove gli amministratori avranno maggiore controllo. In altri termini, un gruppo conterrà altri gruppi (che diventeranno dunque sottogruppi) uniti da tematiche simili, ad esempio.

Le Community potranno essere utilizzate per esigenze personali o professionali, principalmente per confrontarsi e organizzarsi per aumentare la produttività.

Questa e le successive novità, tuttavia, non sono rese ancora pubbliche, ma ci si aspetta comunque che facciano la loro comparsa nel corso dell'anno.

Tra le sorprese in cantiere, la sezione attività nelle vicinanze a breve potrebbe consentire agli utenti di scoprire quelle realtà commerciali associate a un profilo Business, permettendo così di entrarci in contatto molto più rapidamente.

Sempre a livello di attività commerciali, WhatsApp sta introducendo una nuova interfaccia dove verranno visualizzate le informazioni aziendali.

Per saperne di più su quali sono gli altri aggiornamenti che ha in serbo WhatsApp e capire come poterli già utilizzare sul proprio cellulare, può essere utile seguire questa guida di Niccolò Marrocco, realizzata per il canale YouTube TuttoAndroid: "WhatsApp evolve! Ecco 7 novità che forse non conoscevi perché appena arrivate".

I nuovi tool per disegnare su immagini e video

Tuttavia, gli aspetti funzionali non sono gli unici a interessare gli aggiornamenti rilasciati da WhatsApp. Nella versione Beta WABetaInfo ha evidenziato come l'app stia implementando anche le sue caratteristiche più creative per i dispositivi Android.

In fase di test ci sono, infatti, due matite per disegnare che andrebbero aggiunte a quella già esistente (in totale sarebbero dunque tre) per l'editor di immagini. Con punte più larghe, gli utenti potranno tracciare linee più spesse sulle immagini o sui video.

Era da diverso tempo che WhatsApp non interveniva nel suo editor interno. Ora, con questo nuovo aggiornamento, sarà finalmente fattibile modificare con più precisione le immagini e i video da condividere.

Al momento, infatti, nella sua versione pubblica, WhatsApp permette solamente di cambiare le tonalità di colore, non esiste invece la possibilità di modificare lo spessore del tratto, aumentando o diminuendone il segno. Con l'aggiornamento dell'editor, l'utente avrebbe dunque più controllo sul risultato finale.

Sempre per quanto riguarda la modifica delle immagini, WhatsApp sta sviluppando un ulteriore tool per offuscare parti specifiche di uno screenshot o di una foto, in modo da poterle inviare senza la preoccupazione di diffondere dati sensibili.

I sostenitori di Telegram diranno che in WhatsApp l'offerta rimane comunque inferiore, specie con l'introduzione di una funzione che permette di oscurare parti di testo considerate "spoiler" e visualizzabili solamente dopo averci cliccato sopra o con la possibilità di reagire ai messaggi attraverso le emoji e molto altro.

Tuttavia, Whatsapp sembra lavorare anche in questa direzione: al momento introducendo in via sperimentale l'animazione di tutte le emoticon raffiguranti i cuori, non limitandosi, quindi, a quello di colore rosso.

E chissà, spingendoci ben oltre le emoji, magari in futuro vedremo anche in WhatsApp l'animazione dei disegni dei bambini per mezzo dell'intelligenza AI, che ora Meta sta lanciando a parte per altri progetti come Animated Drawings:

Insegnando all'intelligenza artificiale a lavorare in modo efficace con questa forma umana di creatività per antonomasia speriamo che questo progetto ci avvicini alla creazione di un'intelligenza artificiale in grado di comprendere il mondo da un punto di vista umano.

Ci auguriamo inoltre che questo lavoro possa stimolare ulteriori ricerche sull'utilizzo dell'intelligenza artificiale per migliorare la creatività delle persone e ispirare nuovi usi fantasiosi per questa tecnologia.

Quando verranno rilasciati gli aggiornamenti

Come di prassi, tutte le novità presenti nella versione Beta tester di WhatsApp vanno inizialmente provate su un gruppo ristretto di persone. Ecco perché, per quanto riguarda gli strumenti da disegno, ci potrebbe volere diverso tempo prima del loro rilascio ufficiale.

Normalmente, gli sviluppatori si preoccupano di sperimentare tutti gli aspetti del tool prima di immetterlo nella versione pubblica, quella ufficiale, in modo da garantirne la massima funzionalità per gli utenti WhatsApp.

Per questo motivo, è ragionevole stimare che l'integrazione dell'aggiornamento non venga resa disponibile nell'immediato, ma che arrivi nel corso del 2022, tanto per i dispositivi Android quanto per gli iPhone con iOS.

Pur con tempistiche ancora da determinare, questa nuova funzionalità che potrebbe apparire insignificante e passare inosservata ai più, garantisce ad altri utenti, e specie ai content creator, una grande opportunità per rendere originali foto, immagini e video.

Non resta allora che attendere il via ufficiale da parte del team Meta con a breve l'aggiornamento sui cambiamenti relativi al nuovo tool che permetterà di modificare maggiormente le immagini prima dell'invio.

Perché WhasApp punta sulla creatività

Da questi aggiornamenti continui, piccoli, discreti, ma sempre più funzionali e creativi, si può dedurre quanto WhatsApp stia puntando sulla creatività, oltre che sulla sicurezza e sull'interazione, suoi punti fermi. La ragione la si può trovare nel recente cambiamento che ha scosso il mondo social: Meta.

Come ha scritto Mark Zuckerberg nella lettera del 28 ottobre 2021, che annunciava la nascita di Meta, il rebranding dell'azienda e il suo intento:

Siamo all'inizio di una nuova era per Internet e per la nostra azienda. Studiavo i classici e la parola "meta" deriva dalla parola greca che significa "oltre". Per me, simboleggia che c'è sempre altro da costruire e c'è sempre un capitolo successivo della storia.

La nostra è una storia che è iniziata in una stanza del dormitorio ed è cresciuta oltre tutto ciò che immaginavamo; in una famiglia di app che le persone usano per connettersi tra loro, trovare la propria voce e avviare attività, comunità e movimenti che hanno cambiato il mondo.

E ancora:

La nostra missione rimane la stessa - si tratta ancora di unire le persone. Le nostre app e i loro marchi non stanno cambiando. Siamo ancora l'azienda che progetta la tecnologia intorno alle persone.

Ma tutti i nostri prodotti, comprese le nostre app, ora condividono una nuova visione: contribuire a dare vita al metaverso. E ora abbiamo un nome che riflette la grandezza di quello che facciamo.

Con queste parole il fondatore di Meta concentra le sue energie e quelle di tutte le app per dare vita al suo progetto più grande: il Metaverso. Anche WhatsApp diventerà una base di lancio per la nuova realtà e, in vista di questo fine, si aggiornerà per rendere il passaggio il più fluido possibile.

WhatsApp continuerà a connettere persone, ma lo farà anche per un altro motivo: contribuire a creare il metaverso e ad avvicinarlo alle persone, aggiornamento dopo aggiornamento.