Queste 12 app spiano WhatsApp per rubare i tuoi dati sensibili e svuotarti il conto

Apparentemente innocue e, anzi, funzionali: queste, in realtà, sono le 12 app che spiano il tuo account WhatsApp. Ecco di quali si tratta.

L’incremento delle minacce informatiche rappresenta una delle sfide più rilevanti per la sicurezza digitale nell’attuale panorama tecnologico. In particolare, applicazioni maligne progettate per infiltrarsi e monitorare le attività su piattaforme di messaggistica istantanea, come WhatsApp, stanno suscitando crescenti preoccupazioni. Il motivo? Principalmente per la facilità con cui riescono a insidiarsi nei dispositivi di milioni di utenti in tutto il mondo per rubare loro dati sensibili e bancari.

In questo articolo, vediamo quali sono le 12 app che spiano WhatsApp segnalate dagli esperti di cybersecurity. Scopriamo anche come capire se il tuo Android viene segretamente spiato. Se ti accorgi di aver scaricato una di queste applicazioni, faresti bene a eliminarla subito dal tuo dispositivo.

App che spiano WhatsApp: il virus incriminato

Negli ultimi tempi, l’allarme lanciato dalle principali società di cybersecurity ha messo in evidenza un pericolo imminente che minaccia la sicurezza degli utenti di smartphone, in particolare quelli che utilizzano il sistema operativo Android.

Questo rischio deriva da una serie di applicazioni compromesse da un malware particolarmente insidioso, noto come VajraSpy, un virus di tipo RAT (Remote Access Trojan) che ha la capacità di infiltrarsi nei dispositivi per monitorare e registrare ogni attività svolta dall’utente, inclusi i messaggi scambiati su WhatsApp e altre applicazioni di messaggistica.

Il modus operandi di VajraSpy è quanto di più sofisticato si possa immaginare nel panorama delle minacce digitali: una volta installato sul dispositivo, questo malware concede ai cybercriminali un controllo quasi totale sul telefono, permettendo loro di spiare WhatsApp, accedere a file, fotografie e persino a informazioni sensibili memorizzate sul dispositivo.

La caratteristica più pericolosa di VajraSpy è la sua capacità di rimanere nascosto, operando in background senza destare sospetti nell’utente.

Le 12 app che spiano WhatsApp da eliminare subito

L’elenco delle 12 applicazioni Android compromesse è un campanello d’allarme per tutti gli utenti che tengono alla propria privacy e sicurezza digitale.

Sebbene si presentino come legittime alternative a popolari piattaforme di messaggistica istantanea, quali WhatsApp o WeChat, queste applicazioni nascondono al loro interno un pericoloso ospite: il trojan VajraSpy.

La presenza di questo malware trasforma innocue apparenze in vere e proprie app spia dati, strumenti di spionaggio altamente sofisticati, capaci di fornire agli hacker accesso incondizionato ai dati personali degli utenti.

La lista delle applicazioni da rimuovere immediatamente dal proprio dispositivo include:

  • Wave Chat

  • Nidus

  • Chit Chat

  • GlowChat

  • Privee Talk

  • MeetMe

  • Let’s Chat

  • TikTalk

  • Rafaqat

  • Quick Chat

  • YohooTalk

  • Hello Chat

Come capire se hai un virus nel telefono Android

Identificare la presenza di un virus sul proprio dispositivo può non essere immediato, dato che molti malware sono progettati per operare in segreto. Tuttavia, ci sono alcuni segnali d’allarme che possono indicare un’infezione. Ecco come riconoscerli.

1. Prestazioni del dispositivo lente o instabili

Un netto calo delle prestazioni del dispositivo potrebbe essere un segno di attività malevola in corso. Se il telefono inizia a rallentare significativamente o si blocca frequentemente senza una ragione apparente, potrebbe essere infettato da un virus.

2. Consumo anomalo della batteria

I malware spesso consumano risorse in background, portando a un esaurimento più rapido della batteria. Se noti che la tua batteria si scarica più velocemente del solito, nonostante l’uso normale del telefono, potrebbe essere un indicatore di presenza di malware.

3. Uso eccessivo dei dati

Molti virus trasmettono dati dal tuo dispositivo ai loro server. Questo trasferimento dati inaspettato può portare a un aumento dell’uso dei dati. Se noti picchi inspiegabili nell’utilizzo dei dati, potrebbe essere un segno di attività malevola.

4. App non riconosciute

Se trovi applicazioni che non ricordi di aver scaricato, è possibile che siano state installate da un malware. Verifica sempre le app sconosciute e rimuovile se non le ritieni sicure.

5. Popup e pubblicità invasivi

Un numero eccessivo di popup o pubblicità, specialmente quando non stai navigando in internet, può indicare la presenza di adware sul tuo dispositivo.

7. Modifiche non autorizzate alle impostazioni

Alcuni virus possono modificare le impostazioni del tuo dispositivo, come quelle relative alla sicurezza o alla navigazione. Se noti modifiche che non hai effettuato, potrebbe essere un segnale di allarme.

Francesca Di Feo
Francesca Di Feo
Copywriter SEO e Social Media Manager per piccole e medie imprese, classe 1994. Ho studiato Scienze Politiche e Sociali presso l'Istituto Federico Albert. Grazie al mio ruolo di Project Manager e Writer nell’ambito del programma Erasmus + ho sviluppato un forte interesse sui temi della Transizione Ecologica e Digitale. Appassionata da sempre di scrittura e tecnologia, ho continuato a formarmi autonomamente su come farne un lavoro attraverso il Marketing Digitale. Attualmente sono redattrice per Trend Online e Social Media Manager per due piccole aziende, e sto lavorando per costruire Valade D’Lans, Travel Blog sulle Valli di Lanzo, gioiello montano piemontese.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
774FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate