Abbiamo oltre 1,5 milioni di app tra cui scegliere. Qualsiasi cosa ti salti in mente, è quasi certo che esista un'app dedicata (se non esiste ancora, è molto probabile che qualcuno stia pensando di crearla).

Certo, esistono app anche per guadagnare: in questo articolo di Oberlo ne sono presentate 15, in questo articolo di Trend-online 10, in questo altro articolo di Trend-online altre 10. E di certo non siamo nemmeno a metà.

Ma la vera domanda è: quante di queste ti permettono di guadagnare davvero? Certo, il lato positivo è che l'impegno che viene richiesto dalla maggior parte delle applicazioni per ottenere un compenso presentate in questi articoli è davvero minimo: ti basta stare seduto sul divano e rispondere a qualche domanda mentre guardi la tv, oppure entrare in un supermercato e fare foto agli scaffali.

Però se mentre sei seduto sullo stesso divano, o mentre sei in treno, usando leggermente più risorse potessi guadagnare sul serio?

Forse non uno stipendio intero - stiamo pur sempre parlando di un prodotto tecnologico la cui finalità originale era quella di svago, come racconta mrebook.it - ma nemmeno cinque euro ogni tre mesi.

Alla fine dell'articolo avrai scoperto il modo di farlo.

Per adesso, iniziamo a parlare di Bitcoin.

Cosa sono i Bitcoin?

Molte persone parlano di Bitcoin. Poche persone sanno cosa sono i Bitcoin.

Una buona parte di quelli che stanno investendo nei Bitcoin non sanno cosa siano

dichiara il titolo di questo articolo di tio.ch.

Il che "non è un ostacolo", continua l'articolo, e probabilmente questo atteggiamento è dovuto al fatto che non è semplicissimo capire cosa sono i Bitcoin.

Ma ci proviamo ugualmente: i Bitcoin sono nati 12 anni fa, nel 2009 (un anno dopo la nascita delle app), e la loro creazione si deve a uno (o forse più di uno) hacker con pseudonimo Satoshi Nakamoto.

I Bitcoin sono monete virtuali (anche chiamate "digitali").

Cioè? A differenza dei soldi a cui siamo abituati, non sono state create dal governo e non sono gestite o distribuite dalle banche. Sono monete "libere", si muovono in una rete di pc, e sono gestite in modo distribuito, cioè da tutti quelli che utilizzano Bitcoin, all'interno un registro "decentrato".

Ovvero la Blockchain: un enorme contenitore di dati che

mantiene in modo continuo una lista crescente di record, i quali fanno riferimento a transazioni, ma potenzialmente ad ogni genere di informazione

spiega dinteresse.com. Per andare più nei dettagli e sapere di più della tecnologia blockchain si può leggere questo articolo dello stesso sito intitolato Cosa sono e come funzionano i Bitcoin.

Quanto valgono i Bitcoin?

Anche questo non è un argomento facile da affrontare. Si potrebbe dire che il valore dei Bitcoin, dal 2009 a oggi, è passato da zero a 1200 dollari, ma questo dato racconta ben poco a chi, di investimenti, non se ne intende granché.

Inoltre sarebbe molto più interessante, sempre per chi non se ne intende, capire come varia il valore dei Bitcoin nel tempo: questo articolo di Trend-online lo racconta molto bene.

Ma anche questa è una questione abbastanza complessa da comprendere.

Tant'è che, per chi volesse guadagnarci, la strada più facile e diretta sembra davvero essere quella di iniziare ad investire senza capire assolutamente di cosa si stia parlando, come dicevamo prima.

Di siti che permettono di investire con i Bitcoin è pieno il web: in questo articolo di supercoin.it per esempio ne sono citati 5, ma ne esistono veramente molti altri.

Come si usano i Bitcoin?

Una risposta semplice ma efficace è data da borsaitaliana.it, alla voce Come si usa, dove sono indicate le modalità di utilizzo dei Bitcoin:

Per poter acquistare Bitcoin è necessario aprire un portafoglio/conto virtuale dopodiché occorre collegarsi ai numerosi siti che offrono la valuta virtuale in cambio di denaro (pagamento attraverso bonifico, carte ricaricabili). I Bitcoin possono essere scambiati o spesi

Come dicevamo prima, tutto sembra molto semplice.

Questi siti esistono ed è facile iniziare la trafila di iscrizione ed investimento.

L'unico (grosso) problema di iniziare ad investire senza sapere minimamente di cosa si stia parlando è la fiducia. A chi stai dando in mano i tuoi soldi?

Sempre nello stesso articolo di borsa italiana, sono infatti annoverati pro e contro dell'utilizzo della moneta virtuale: se da una parte il Bitcoin è facile da utilizzare, veloce, "smart" e ha costi di transizione bassi, dall'altra la loro valutazione potrebbe crollare molto velocemente (ma va bene, del resto stiamo parlando di scommesse) e, ultimo punto fondamentale, chi garantisce per l'affidabilità degli operatori? Nessuno.

E qui arriviamo a noi.

App per Bitcoin

Abbiamo oltre 1,5 milioni di app tra cui scegliere. Tra esse, ne esistono molte anche per guadagnare. Sia piccole somme, che per guadagnare "sul serio". Di queste ultime, fanno parte le app dedicate ai Bitcoin.

In questo articolo di criptovaluta.it sono raccontate le 4 migliori e più affidabili.

Nello stesso articolo puoi anche trovare i consigli ed i criteri da seguire per metterti in guardia dalle truffe.

Coinbase

Come funziona? Crei un conto sull'app, lo colleghi al tuo conto corrente, inizi a comprare e vendere. L'app ti permette di tenere traccia degli andamenti delle monete virtuali, di programmare gli acquisti di bitcoin, e di usufruire di una cassaforte ma soprattutto della protezione assicurativa.

Per scoprire di più puoi visitare il sito di coinbase.

Etoro trading app

Il funzionamento è molto simile alla precedente, ma nel caso di etoro si vuole sottolineare e mettere in evidenza il fatto che "non sei solo": mette infatti a tua disposizione la possibilità di connetterti con gli altri utenti e di imparare dai più bravi.

Per saperne di più visita il sito dell'app etoro.

Binance

Anche in questo caso l'app mette a tua disposizione la possibilità di discutere con la community di utenti, ed una serie di contenuti per imparare ciò che serve sapere, da cosa sono le criptovalute alla guida per i principianti.

Inoltre è offerto un servizio di assistenza in italiano, che è sempre attivo per rispondere a dubbi e domande.

Per altre informazioni visita il sito di Binance.

Bitpanda

Con bitpanda, non solo hai la possibilità di investire in bitcoin: criptovalute, ma anche azioni e metalli, il tutto gestibile dallo stesso account.

Puoi iniziare creando il tuo piano di risparmio e programmando gli investimenti, puoi richiedere la card per spendere cripto, azioni, metalli e soldi fiat, e gestire tutto questo sull'app.

Inoltre viene offerto il programma di affiliazione: più persone inviti, più ci guadagni.

Per sapere come funziona nei dettagli, visita il sito di bitpanda.

Come evitare le truffe dei Bitcoin

Un punto fondamentale affrontato sempre dallo stesso articolo riguarda gli avvertimenti ed i consigli forniti agli interessati per evitare le truffe che si possono riscontrare quando si pensa di iniziare ad investire con i Bitcoin: innanzitutto, in base a quali criteri valutare se un'app sia addifabile o meno?

Per prima cosa, è bene scegliere sempre app che appartengono a nomi noti del settore.

Un altro consiglio molto utile è quello di controllare sempre le commissioni: in molti casi infatti l'app può anche essere affidabile, ma prevedere delle commissioni molto alte.

Inoltre, è anche bene cercare di capire quanto l'app che stai valutando sia al passo con il mercato: i sistemi migliori sono quelli aperti al cambiamento, che non rimangono fermi al livello iniziale ma aggiornano con costanza il listino di cripto offerte agli utenti.

nfine, l'ultimo punto fondamentale è la sicurezza informatica: certo, non tutti sono in grado di definire se l'app che si trovano davanti sia sicura o meno a livello informatico. Per questo è meglio chiedere un consiglio a un esperto o in alternativa informarsi su siti ufficiali.

E invece, come individuare una truffa a colpo d'occhio? Non è così difficile: NO a chi propone investimenti automatici basati su algoritmi misteriosi, NO a chi promette un certo valore X di guadagno certo e sicuro (stiamo parlando di investimenti),NO a chi cerca di convincerti facendoti leggere migliaia di testimonianze (sono utili, ma è anche molto facile ottenerne di false) e NO anche a chi mette troppo in primo piano i sistemi di affiliazione.

Un'ultima app per guadagnare con i Bitcoin, ultima in elenco ma non per importanza, è youngplatform.

Youngplatform

Tutta italiana, in realtà funziona in modo molto simile alle altre app presentate fin qui: ti iscrivi, fai un deposito sul tuo account, compri Bitcoin, Ethereum, Litecoin in modo veloce e facile.

L'importo minimo iniziale è di 20 euro.

Ciò che la distingue dalle altre è l'attività educativa. Come mette in luce questo articolo de ilsole24ore.com,

Young Platform si propone di semplificare l'accesso al mondo delle criptovalute attraverso un hub di prodotti digitali che rispondono alle esigenze di diversi segmenti di utenti, dal principiante all'esperto, e un'intensa attività educativa e di divulgazione della tecnologia e delle sue applicazioni.

Attività educativa che spazia dalla storia del bitcoin alla definizione dei mining, dai metodi per iniziare a fare investimenti alla spiegazione di tattiche e strategie: questo è il sito dove puoi trovare tutti i contenuti offerti dall'Academy.

Il fine è quello di farti iscrivere ponendo come obiettivo principale quello di metterti nelle condizioni di iniziare ad investire davvero in modo protetto e sicuro.

Perché puoi farlo utilizzando la tua testa, e non affidandoti a operatori sconosciuti o siti che per quanto abbiano le loro buone recensioni comunque rimangono siti che non conosci.

Per scoprire l'app, puoi visitare il sito di youngplatform.com, oppure vedere questo video YouTube in cui la piattaforma è raccontata da Tiziano Tridico.

Certo, un minimo di fiducia bisogna concederlo anche in questo caso.

Certo, si tratta pur sempre di una scommessa. Puoi sapere tutto quello che c'è bisogno di sapere, ma se investi male, o se il valore si abbassa, comunque non puoi farci niente.

Certo, scaricando altre tipologie di app per guadagnare (sondaggi, piccole incursioni nei supermercati della tua città), l'unico rischio che corri è di avere sprecato un po' di tempo, mentre qui si tratta anche di soldi.

Ma se ti aspetti di più, ovvero se stai cercando un'app che ti permetta di guadagnare sul serio qualacosa che vada oltre la gift card su Amazon o i cinque euro ogni tre mesi, probabilmente un'app di bitcoin potrebbe essere la cosa giusta per te.

Perché, pur rimanendo sul tuo divano, o in treno mentre torni a casa da lavoro, con solo il tuo smartphone a portata di mano, hai la possibilità di dare un valore a quel poco di tempo che altrimenti andrebbe perso, e soprattutto hai la garanzia di farlo con la tua testa, imparando qualcosa.