Applicazione PostePay: le novità sugli aumenti della tassa

Ti sei chiesto quali sono le novità sul'applicazione postepay? Conosci il perché dell'aumento del canone annuo? Sai il nuovo importo? Trovi tutto qui. Nello specifico, andremo ad analizzare ulteriori dettagli che riguardano le ultimissime notizie dell’applicazione postepay inerenti alla nuova tassa, quali sono i costi standard, come rimediare alla tassa e spiegheremo cosa sta succedendo in termini fiscali a Poste Italiane. Rispondere al perché è aumentata la tassa sarà uno dei paragrafi da trattare poiché è necessario comprendere l’origine dei cambiamenti. Sei pronto?

Image

In questi ultimi giorni la notizia sta circolando ovunque, l’applicazione postepay ha dato il via alla nuova tassa da pagare. Una brutta notizia per i clienti di Poste Italiane, è successo di seguito alle maggiori transazioni effettuate nell’anno 2021 tramite i pagamenti elettronici. 

Ecco che sono cresciute le transazioni in modo esponenziale dando il via libera a ripercussioni non positive all’ applicazione postepay. La novità sugli aumenti della tassa è veritiera, quindi, se qualcuno aspettava un Natale con belle notizie sul fronte finanziario si è sbagliato. 

A questo punto è meglio mettersi l’anima in pace poiché la novità arriva direttamente da Poste Italiane. Riguarda i titolari di una carta PostePay Evolution. La notizia poco attesa e imprevista ha portato un grande dispiacere per chi non se lo aspettava. 

Entra in vigore una nuova tassa e a darne notizia è proprio l’ente ufficiale legato alla carta di credito. La decisione è stata applicata per vecchi e nuovi utenti. Sempre più persona giornalmente scelgono di affidarsi all’applicazione postepay per avere sicurezza nelle proprie spese. 

Da poco scoperta la tassa, un costo extra totalmente nuovo che ha fatto arrabbiare tutti i fedeli clienti. Inaspettatamente arrivata deve purtroppo essere accettata. Da diversi anni a questa parte l’applicazione postepay è stata particolarmente utilizzata da milioni di italiani

Essenzialmente, il motivo dell'aumento è solo uno! In primo luogo, si può affermare che si tratta di un conto che viene concesso facilmente, si susseguono altri vantaggi come il fatto di essere una tipologia di carta prepagata completamente sicura grazie all’aggiunta dell’Iban. 

Infatti, viene utilizzata da tantissimi cittadini anche per l’accredito della busta paga o della pensione. Ad ogni modo, si sofferma che per i titolari di PostePay Evolution sono in arrivo delle cattive notizie che non faranno per niente piacere. Di cosa si tratta? 

Partiamo dal principio! Per chi invece non è a conoscenza dell’applicazione postepay, la definizione dettagliata di mycarteprepagate.it è:

PostePay è una prepagata ricaricabile emessa da Poste Italiane. Puoi usarla ovunque, dai ristoranti e supermercati alle grandi catene di distribuzione, agli hotel e ai distributori di carburante: praticamente ovunque ci siano i loghi Visa esposti (…) Per avere una Postepay Evolution occorre necessariamente recarsi allo sportello servizi finanziari di un qualsiasi ufficio postale e farne richiesta (…) se desideri la Postepay Evolution Business (solo per partite IVA) devi sempre recarti all’ufficio postale ma in questo caso serve comunicare il codice ATECO

Nello specifico, andremo ad analizzare ulteriori dettagli che riguardano le ultimissime notizie dell’applicazione postepay inerenti alla nuova tassa, quali sono i costi standard, come rimediare alla tassa e spiegheremo cosa sta succedendo in termini fiscali a Poste Italiane. Rispondere al perché è aumentata la tassa sarà uno dei paragrafi da trattare poiché è necessario comprendere l’origine dei cambiamenti.

Applicazione PostePay: le ultime notizie sulla tassa

Generalmente, i costi della carta in questione sono molto bassi, ecco perché viene sempre più usata per accreditare lo stipendio e per effettuare pagamenti online o per operazioni simili. È lo stesso motivo per il quale viene acquistata continuamente.

Effettivamente è addirittura molto facile richiederla perché basta solo andare nell’ufficio postale munuti di dati oppure recarsi presso il sito ufficiale online. Il prezzo per mantenerla è effettivamente economico, ma da poco tempo è previsto un contributo mensile di un euro in totale di 12 euro l’anno.

Quanto scalano dal conto in totale? A questi prezzi si aggiunge l’imposta da bollo dal valore di 35 euro. Partiamo subito specificando la spiacevole notizia sulla tassa PostePay. Si tratta di una novità introdotta a dicembre 2021 in cui il fornitore del servizio comunica chiaramente che l’applicazione postepay aumenta il canone annuo da 10 euro a 12 euro

Inoltre, si presenta come una amara sorpresa e viene introdotta senza nessun tipo di avviso. A causa delle numerose transazioni elettroniche sono aumentate per Poste Italiane le tasse da pagare in proporzione alle nuove transazioni online esercitati nell’ultimo anno

Ecco che è stato necessario aumentare la tassa di conseguenza ai clienti. Il servizio è stato messo di fronte a nuove spese, pertanto, è stato necessario da parte dell’applicazione postepay aumentare il canone e fronteggiare i nuovi costi del servizio. E tu, cosa ne pensi dell’aumento?

Quali sono i costi della PostePay?

I conti postali e le carte prepagate sono convenienti e hanno conquistato una grande fascia di utenti. Il costo base dell’attivazione dell’applicazione postepay tratta una spesa iniziale di soli 5 euro e una successiva ricarica di 15 euro. 

Per quanto riguarda il costo per prelevare i contanti: nessun prezzo agli sportelli postali e 2 euro presso qualsiasi banca. Il canone annuo dell’applicazione postepay sale da 10 a 12, In più, esiste una tassa nascosta di 35 euro che include l'imposta.

I costi di ricarica sono di un euro in totale per le carte della stessa linea postale, tre euro per altre tipologie di banche. La ricarica automatica ha il valore di due euro, mentre, il prezzo per effettuare un bonifico va da un euro a tre euro e cinquanta centesimi in Italia. Ricariche svolte al di fuori dell’Italia hanno il valore di 9 euro.

In ogni caso i costi sono relativamente bassi nel complesso e di conseguenza conviene ancora oggi acquistarla nonostante i vari aumenti relativi alle tasse annuali. Comunque si tratta di una somma di denaro misera in più. Costi bassi per una sicurezza garantita. Anche tu apprezzi l’applicazione postapay?

Applicazione PostePay: perché è aumentata la tassa?

Spieghiamo nel dettaglio il motivo dell’aumento della tassa dell’applicazione postepay. Il perché è aumentato il pagamento annuale è solo uno: il servizio si è dovuto adattare a eventi economici. Generalmente, l’aumento si attesta intorno al 20%. 

L’incremento dei pagamenti online ha portato all’aumento della tassa del canone annuo dell’applicazione postepay. La notizia è stata completamente inattesa e le ragioni dell’aumento le da direttamente Poste Italiane e in merito dice che è tutto legato al crescente numero di operazioni online, il quale ha portato a una conseguenza: maggiori costi del canone PostePay. 

L’impatto del Covid ha cambiato le nostre abitudini. Lo dimostra chiaramente la diffusione sempre più in voga dei vari dispositivi tecnologici come cellulari e computer, i quali offrono la possibilità di comunicare con qualsiasi persona distante miglia di kilometri da noi. 

Non solo, la dimostrazione si nota dallo shopping impulsivo e compulsivo che percorre i giovani di oggi in cui lo strumento principale di pagamento sono proprio le carte elettroniche. Si preferiscono ai contatti per diversi motivi. 

Tra le carte più utilizzate per effettuare i pagamenti vediamo in prima linea l’applicazione postepay. Di questi tempi ne abbiamo visti di inconvenienti economici a causa della pandemia. Infatti, anche il colosso Poste Italiane è stato colpito da questo periodo sofferente di Coronavirus. 

Gli importi sono aumentati da entrambe le parti, da chi offre il servizio e da chi lo riceve. Oggi dobbiamo fare i conti con l’applicazione di una commissione con un importo che viene detratto dal conto. Entriamo nel dettaglio e scopriamo fino in fondo le motivazioni e cosa sta succedendo. È una tassa accettabile, vero?

Applicazione PostePay: cosa sta succedendo?

Nel momento meno atteso è stato dichiarato dall’applicazione postepay un aumento dei costi fissi del 20% da fine anno 2021 in poi. La PostePay Evolution è soggetta a questi cambiamenti quindi tutti i clienti di PostePay non sono tenuti a pagare qualche denaro in più rispetto a prima. 

Più nello specifico, è rivolto solamente ai clienti che possiedono l’Iban alla propria applicazione postepay. La carta di credito fornisce diverse possibilità di effettuare operazioni bancarie e di prelievo. Quanto costa ora una carta evolution? Vediamo tutte le spese! 

L’importo annuo da pagare per i possessori, nonché titolari di applicazione poste pay evolution è di 2 euro in più rispetto agli anni precedenti! Il resto dei costi rimangono assolutamente gli stessi. Resta invariato il costo del prelievo agli sportelli come anche il prezzo iniziale della carta. 

Come anticipato nei paragrafi precedenti, è bene ricordare di un’altra somma da versare, si tratta dell’imposta di circa 35 euro ed è rivolta ai clienti che sul loro conto superano il saldo di 5.000 euro. Il resto delle persone con importo inferiore a questa somma non devono restituire nessun tipo di importo. Come hai preso la notizia?

Come rimediare all’aumento della tassa del servizio PostePay?

Cambia e aumenta il canone annuo di questo servizio, non è assolutamente la prima volta poiché si sono già viste vicende simili. Tuttavia, questa volta è stata inaspettata e non voluta. Molti si sono arrabbiati e altri lo hanno accettato a malincuore. Ma vediamo cosa la distingue e perché continua ad essere sempre in prima linea.

Le caratteristiche principale di tale conto è proprio quella della praticità insieme ad un altro tassello fondamentale della carta attuale: è possibile effettuare ricariche presso tabacchini fisici e online. Diversamente da altri conti, essa è veramente vantaggiosa!

Arrivati a questo punto possiamo finalmente parlare di come rimediare a questo brutto aumento della tassa del servizio PostePay. I titolari dell’applicazione postepay dal 13 dicembre 2021 dovranno pagare un importo aumentato per la nuova tassa direttamente scalato dal conto corrente Poste Italiane. 

È bene tenere a mente delle considerazioni importanti che possono aiutare a rimediare a questo noioso debito. Dal giorno di prelievo è meglio ricordare e segnare la data così da prendere delle precauzioni in merito al seguente pagamento dell’anno seguente. Qualsiasi dubbio o domanda relativa all’argomento non esitare a chiedere.