Se il buon giorno si vede dal mattino. Il 2020 era stato già un anno positivo per i personal computer (pc), e non succedeva da tempo, ma il 2021 inizia con il botto, confermando che iPhone e iPad (smartphone e tablet per non essere sempre Apple-dipendenti) non sono tutto. Certo, la crisi del Covid-19 ci ha messo il suo, costringendo in casa miliardi di persone nel mondo (la mobilità non è stata e non è la priorità) ma il risultato è comunque eclatante. Nel primo trimestre, infatti, le consegne di pc sono rimbalzate del 32% annuo a poco meno di 70 milioni di unità. A dirlo è Gartner, una delle principali società di ricerca specializzate nel settore It. Secondo la rivale Idc, invece, il balzo è stato addirittura del 55,2% annuo, a circa 84 milioni di computer consegnati. La differenza si spiega con il fatto che Idc, a differenza di Gartner, conteggia anche i Chromebook nelle sue statistiche (pc leggeri e meno costosi basati su Chrome Os, il sistema operativo di Google).

Apple protagonista con i Mac. Consegne rimbalzate nel trimestre

Com'era già successo lo scorso anno protagonista del mercato dei pc torna a essere Apple. Certo Lenovo rimane il leader incontrastato: il colosso cinese migliora la sua quota di mercato (dal 23,3% al 25,1% per Gartner, dal 23,7% al 24,3% per Idc), con un balzo nelle consegne di pc del 42,3% annuo per Gartner e del 59,1% per Idc. Seconda e terza posizione restano appannaggio dei due big Usa Hp Inc e Dell Technologies. Cupertino, però, può festeggiare tassi di crescita monstre per i suoi Mac la cui quota di mercato nel solo mercato statunitense, dice Gartner, cresce fino al 15,1% andando a s fidare Lenovo (in Usa i cinesi sono con il 15,7% in terza posizione dietro a Hp e Dell). A livello globale, sempre secondo Gartner, Apple ha segnato un balzo del 48,6% annuo (passando dal 7,1% all'8,0% del mercato complessivo). Addirittura del 111,5% la crescita stimata da Idc (dal 5,8% all'8,0% il progresso della quota di mercato).

Prossimo evento il 20 aprile. Arriveranno anche gli AirTags?

Intanto Apple non sta ferma. Confermando le indiscrezioni di Bloomberg del mese scorso, è stato ufficializzato un evento che si terrà il prossimo 20 aprile. L'annuncio ufficiale di Apple è arrivato dopo che a fare trapelare la notizia era stata niente meno che Siri. L'assistente vocale, presente su tutti i prodotti di Apple (dall'iPhone ai Mac), a chi nei giorni scorsi chiedeva quando fosse il prossimo evento di Cupertino rispondeva proprio il 20 aprile. Che cosa attendersi dall'appuntamento che verosimilmente verrà trasmesso in streaming ma non in diretta (e senza pubblico causa coronavirus)? Probabile si tratti della nuova linea di iPad Pro, con processori più performanti (secondo MacRumors si tratterebbe di chip A14X paragonabili per prestazioni ai nuovi M1 che da novembre sono stati lanciati per MacBook Air, MacBook Pro e Mac mini) e qualche novità in termini di connessioni e fotocamera. C'è anche chi scommette sull'arrivo degli AirTags, secondo MacRumors piccoli strumenti applicabili su qualsiasi oggetto in modo da rintracciarlo come si fa già oggi con gli strumenti per ritrovare l'iPhone smarrito. Non resta che attendere.

(Raffaele Rovati)